TiPress - foto d'archivio
CANTONE/SVIZZERA
26.08.20 - 15:330

La Deputazione ticinese si prepara per le Camere federali

Con il Consiglio di Stato si è discusso di costi della pandemia, cultura, treni nel Mendrisiotto e frontalieri

Il Consiglio di Stato ha incontrato oggi a Palazzo delle Orsoline la Deputazione ticinese alle Camere federali per la consueta riunione in vista dell’imminente sessione autunnale, in programma dal 7 al 25 settembre. L’ordine del giorno presenta infatti numerosi oggetti di particolare interesse per il Ticino.

Dopo la sessione straordinaria di maggio dedicata all’emergenza sanitaria e a seguito di un primo bilancio dato dalla ripartenza delle attività economiche, il Parlamento si chinerà sul messaggio relativo alla Legge COVID-19 e su diversi atti parlamentari per un maggiore sostegno ai settori e ai lavoratori più duramente colpiti dalla crisi. Nel corso della discussione, Consiglio di Stato e Deputazione si sono soffermati in particolare sui costi generati dalla pandemia, sulla loro ripartizione e presa a carico e sulle prospettive relative al ruolo dei Cantoni. Tra i temi di particolare rilevanza in ambito sanitario è stato discusso anche il finanziamento alle strutture pubbliche di custodia di bambini complementari alla famiglia.

Altro oggetto d’esame da parte delle Camere è il Messaggio sulla cultura 2021-2024: in ottica cantonale l'interesse è per la promozione del plurilinguismo e degli scambi linguistici, nonché la tutela delle minoranze linguistiche.

In ambito mobilità e trasporti e a seguito dell’incontro del Consiglio di Stato con il CEO delle FFS, Vincent Ducrot, la riunione è stata occasione per un aggiornamento in merito alla situazione dei collegamenti a lunga percorrenza in Ticino e, in particolare, la soppressione delle fermate InterCity a Mendrisio e Chiasso dal 2021.

Infine, di particolare rilevanza durante l’incontro sono state anche le relazioni con la vicina Italia: oltre a un aggiornamento sulla situazione di Campione d’Italia, l’attenzione è stata rivolta ai risultati della perizia commissionata all’Università di Lucerna in merito a un’eventuale disdetta dell’Accordo sull’imposizione dei frontalieri e ai prossimi passi da intraprendere. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
VIDEO E SONDAGGIO
CANTONE
7 min
Viaggiare è (di nuovo) più complicato
Con la variante Omicron, i paesi stanno correndo ai ripari. E ci sono viaggiatori costretti a rivedere i propri piani
RIAZZINO
9 ore
Il Vanilla si ferma dopo appena due mesi
La discoteca più grande della Svizzera abbassa di nuovo la serranda. La causa è sempre la stessa
LUGANO
13 ore
«Sempre più solo, così il prete cede al sesso»
Torna d'attualità il celibato obbligatorio tra i sacerdoti cattolici. Il teologo Alberto Bondolfi lo abolirebbe.
CANTONE
14 ore
Con la mascherina già dalla quarta elementare
Il Consiglio di Stato ha comunicato ai Comuni di voler introdurre la misura a partire da lunedì.
CANTONE
16 ore
Test ripetuti nelle scuole? «I laboratori sarebbero in difficoltà»
Ecco il parere ticinese sulle misure anti-coronavirus che il Consiglio federale ha messo in consultazione
LUGANO
17 ore
Ex Macello, di nuovo interrogata Karin Valenzano Rossi
La municipale ha risposto oggi alle domande dell'avvocato degli autogestiti Costantino Castelli.
CANTONE
21 ore
Le quarantene di classe salgono ancora: ce ne sono altre 12
Anche il Ticino deve fare i conti con la quinta ondata. Mai così tanti casi giornalieri dal 6 gennaio scorso a oggi.
CANTONE
21 ore
Scatta Prevena 2021: ecco come prevenire furti e borseggi
I consigli della polizia per le festività. Prevista la presenza accresciuta di agenti su tutto il territorio
LUGANO
23 ore
L'Orto a scuola, perché solo con loro il futuro sarà più green
Alle scuole elementari di Besso ha preso avvio un innovativo progetto di "Permacultura".
FOCUS
23 ore
Che fine ha fatto l'AIDS?
Esiste da 40 anni. Un vaccino ancora non c'è. Perché? Intervista a Enos Bernasconi, viceprimario Malattie infettive ORL
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile