TiPress - foto d'archivio
CANTONE/SVIZZERA
26.08.20 - 15:330

La Deputazione ticinese si prepara per le Camere federali

Con il Consiglio di Stato si è discusso di costi della pandemia, cultura, treni nel Mendrisiotto e frontalieri

Il Consiglio di Stato ha incontrato oggi a Palazzo delle Orsoline la Deputazione ticinese alle Camere federali per la consueta riunione in vista dell’imminente sessione autunnale, in programma dal 7 al 25 settembre. L’ordine del giorno presenta infatti numerosi oggetti di particolare interesse per il Ticino.

Dopo la sessione straordinaria di maggio dedicata all’emergenza sanitaria e a seguito di un primo bilancio dato dalla ripartenza delle attività economiche, il Parlamento si chinerà sul messaggio relativo alla Legge COVID-19 e su diversi atti parlamentari per un maggiore sostegno ai settori e ai lavoratori più duramente colpiti dalla crisi. Nel corso della discussione, Consiglio di Stato e Deputazione si sono soffermati in particolare sui costi generati dalla pandemia, sulla loro ripartizione e presa a carico e sulle prospettive relative al ruolo dei Cantoni. Tra i temi di particolare rilevanza in ambito sanitario è stato discusso anche il finanziamento alle strutture pubbliche di custodia di bambini complementari alla famiglia.

Altro oggetto d’esame da parte delle Camere è il Messaggio sulla cultura 2021-2024: in ottica cantonale l'interesse è per la promozione del plurilinguismo e degli scambi linguistici, nonché la tutela delle minoranze linguistiche.

In ambito mobilità e trasporti e a seguito dell’incontro del Consiglio di Stato con il CEO delle FFS, Vincent Ducrot, la riunione è stata occasione per un aggiornamento in merito alla situazione dei collegamenti a lunga percorrenza in Ticino e, in particolare, la soppressione delle fermate InterCity a Mendrisio e Chiasso dal 2021.

Infine, di particolare rilevanza durante l’incontro sono state anche le relazioni con la vicina Italia: oltre a un aggiornamento sulla situazione di Campione d’Italia, l’attenzione è stata rivolta ai risultati della perizia commissionata all’Università di Lucerna in merito a un’eventuale disdetta dell’Accordo sull’imposizione dei frontalieri e ai prossimi passi da intraprendere. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
3 ore
Una parentesi di sole prima di pioggia e neve
Al weekend di bel tempo farà seguito un inizio di settimana contraddistinto dalle precipitazioni.
LUGANO
3 ore
Permessi al Planet: scatta l'interpellanza
Giovanni Albertini e Sara Beretta Piccoli interrogano il Municipio in merito all'apertura della struttura di Pazzallo.
FOTO E VIDEO
RIAZZINO
5 ore
Cede il terreno sotto i binari: disagi, ma danni limitati
Dopo qualche ora, le FFS hanno ripristinato la linea ferroviaria tra Cadenazzo e Locarno.
CANTONE
9 ore
Dieci ricoveri, un decesso e altri 257 contagi
Negli ospedali ticinesi ci sono 62 persone positive al coronavirus.
FOTO
RIVIERA
11 ore
Esce di strada e finisce contro i ripari fonici della ferrovia
L'incidente della circolazione ha avuto luogo questa notte all'incrocio fra via Traversa e via Cantonale.
CANTONE
22 ore
Un deputato positivo, ma il Gran Consiglio non va in quarantena
Il rispetto delle misure anti-contagio non rende necessario il provvedimento
CANTONE
1 gior
«Il mini lockdown non serve»
L'esperto in malattie infettive Christian Garzoni si appella per l'ennesima volta alla responsabilità dei cittadini
CANTONE
1 gior
Una classe in quarantena alla Scuola Media di Viganello
Lo comunicano il DSS e il DECS in un comunicato congiunto
CANTONE
1 gior
Condonate ai club sportivi le spese d’ordine pubblico
La decisione presa oggi da Governo e Comuni interessati riguarda la stagione 2019/20
CANTONE
1 gior
Ecco i radar di settimana prossima
La polizia ha diffuso la lista delle località che saranno interessate dai controlli, a partire da lunedì
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile