Tipress
CANTONE
03.07.20 - 09:440
Aggiornamento : 11:37

Il Municipio sotto accusa per presunti abusi edilizi

La Lega chiede alla Sezione degli enti locali di «ristabilire la legalità negli spazi dell'ex caserma»

di Redazione

LOSONE - Scatta, da parte del gruppo della Lega dei Ticinesi, l’istanza d’intervento alla Sezione degli Enti Locali (SEL), organo cantonale di vigilanza sull’operato dei comuni.

I rappresentanti del movimento politico ticinese, dopo una prima interrogazione al Municipio, si rivolgono alla massima istanza di vigilanza sui comuni con un esposto che chiede l’immediato intervento per ristabilire la legalità presso i sedimi della tanto combattuta ex caserma San Giorgio. Nel documento si legge che, oltre all’immediato sgombero degli spazi, ci si aspetta che venga emessa una sanzione nei confronti del Municipio.

Ricordiamo che, come già anticipato, grazie alla pronta segnalazione di un cittadino di Losone, la polizia è intervenuta presso la ex caserma dove ha constatato la presenza di artisti dell’Accademia Dimitri di Verscio, direttamente legata alla SUPSI. I quali come giustificazione hanno dichiarato che loro utilizzavano gli spazi su espressa autorizzazione.

Questo fatto ha immediatamente inalberato i leghisti poiché nemmeno 24 ore prima nella seduta ordinaria di Consiglio comunale il sindaco Corrado Bianda - rispondendo alle richieste di trasparenza e collaborazione di diversi consiglieri comunali - in riferimento a quanto si sta pianificando presso i sedimi dell’ex caserma e per altri importanti progetti come quello relativo al nuovo palazzo comunale, aveva risposto che il Municipio avrebbe garantito quanto richiesto. I leghisti gli rimproverano però di non aver informato tutti di ciò che stava accadendo presso lo stabile.

Nell’istanza di intervento si afferma che l’agire dell’esecutivo è paragonato «ad aver ingannato il consiglio comunale con una vera e propria bugia per omissione». Questo agire, sempre nell’istanza è definito «vergognoso, poiché quanto riferito non è solo stato affermato da un sindaco in persona a tutto il Consiglio comunale, ma anche da un funzionario cantonale della Sezione degli enti locali che per professione si occupa della vigilanza finanziaria sui Comuni».

Ricordiamo che la procedura di pianificazione dei sedimi dell’ex Caserma è ancora in corso e risulta vi sia un ricorso pendente. Inoltre il Comune di Losone, che ne è proprietario, non ha mai inoltrato una domanda di costruzione per cambiare la destinazione delle superfici da Caserma a edificio culturale.

Ad oggi l’ex Caserma può essere utilizzata solo quale edificio militare. Nel corso degli ultimi due anni il Municipio di Losone ha permesso presso l’ex Caserma svariate attività a scopo culturale (concerti, Base Camp, esposizioni, formazioni dell’Accademia Dimitri, ecc.). Queste attività hanno comportato degli interventi edili sullo stabile.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
LUGANO
6 ore
Scontro tra un'auto e una bici: ciclista in pericolo di vita
L'uomo è un 63enne della regione. Alla guida della vettura una 86enne domiciliata nel Luganese.
LUGANO
9 ore
Se l'arte urbana passa dal Wi-Fi
Presentato questa mattina da Leonardo Angelucci "Wi-Fi: Looking for networks", attivo da novembre
FOTO
CAMORINO
11 ore
Moto contro la barriera metallica
Sul posto due auto della polizia. Chiusa la corsia di sorpasso.
CANTONE / SVIZZERA
14 ore
Quando "la plastica" si vede nella pipì dei bambini
Trovate anche tracce di bisfenolo A, classifica come sostanza con effetti tossici
CANTONE / URI
16 ore
Le vacanze autunnali bloccano il San Gottardo
La coda al portale nord della galleria ha già toccato i 10 chilometri
FOTO
CANTONE
1 gior
«In classe distanti, sui bus ammassati»
Azione di protesta quest'oggi in diversi istituti scolastici.
CANTONE
1 gior
Beccato dal radar a 100 km/h sui 50, poliziotto a processo anche se era un'emergenza
Il prossimo 9 ottobre un agente della Cantonale sarà giudicato alle Assise correzionali di Lugano
CHIASSO
1 gior
Pelli all'asta
La curiosa vendita all'incanto organizzata dall'Ufficio di esecuzione
CANTONE
1 gior
I radar risparmiano (ancora) solo la Valle di Blenio
La prossima settimana i controlli della velocità mobili avranno luogo in sei distretti su otto.
BELLINZONA
1 gior
Mamme tremende, col SUV quasi in classe
Nuove segnalazioni dalla zona delle scuole nord. Il municipale Roberto Malacrida: «Chiediamo più rispetto».
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile