Tipress
CANTONE
30.06.20 - 16:520

Perché lo Stato ha tagliato fuori le piccole aziende dai contributi per biciclette aziendali?

Accuse dei Verdi alla decisione di concedere contributi solo alle imprese con più di 10 persone. Scatta l'interrogazione

BELLINZONA - È qualcosa di davvero incomprensibile che in piena pandemia lo Stato abbia ristretto la concessione dell'incentivo alle aziende medio-grandi, attraverso la limitazione del sussidio per la realizzazione di posteggi per biciclette e per l’acquisto di biciclette alle sole aziende con più di 10 dipendenti.  Incomprensile lo è soprattutto per i Verdi che proprio su questo tema hanno inoltrato oggi un’interrogazione.

Ma andiamo con ordine. Nel marzo del 2016 il Cantone decise di dare dei contributi per la mobilità aziendale. Ad aprile di quest’anno, quando ormai la pandemia aveva preso il sopravvento e spostarsi con bici elettriche, monopattini e auto elettriche era diventata un’interessante soluzione, ecco che il Cantone ha fatto un passo indietro decidendo che il contributo per le bici aziendali restava valido solo per le aziende con più di 10 dipendenti. 

È le piccole e medie imprese? «È difficile comprendere perché - fanno notare i Verdi -  proprio in un periodo nel quale sarebbe più indicato un sostegno alle piccole imprese e alla mobilità sostenibile, sia stata inserita una modifica che esclude dalla possibilità di usufruire di un importante incentivo più del 90% delle imprese del Ticino».

Le critiche dei Verdi vanno soprattutto alla Sezione della mobilità rea di applicare misure sempre più restrittive per la concessione dell'incentivo, con l’argomentazione che le bici aziendali debbano essere condivise. «Applicando questo criterio - si legge nell’interrogazione -  le biciclette e e-bikes utilizzate principalmente per il percorso casa - lavoro non sarebbero più sussidiabili. È infatti difficilmente immaginabile la condivisione, da parte del personale di un’ azienda, di una bicicletta utilizzata per questo scopo a meno che i dipendenti abitino tutti nello stesso luogo».

Cinque domande al Consiglio di Stato

1. Per quale motivo è stato escluso oltre il 90% delle aziende ticinesi dalla possibilità di beneficiare di un contributo per le biciclette e e-bikes?
2. Come sono cambiate le richieste di contributi da parte delle aziende e la concessione degli stessi da parte del Cantone dall’introduzione del limite dei 10 dipendenti (Art 7 cpv. b del decreto esecutivo), in termini monetari e in numeri assoluti e relativi?
3. Corrisponde al vero che il Cantone concede il contributo per le biciclette per la mobilità aziendale solo se queste ultime sono obbligatoriamente condivise all’interno dell’azienda? In caso affermativo come mai questo criterio non è previsto dal decreto esecutivo concernente la concessione di contributi per la mobilità aziendale?
4. Non ritiene che applicando questo principio si ostacoli  l’utilizzo per i tragitti casa – lavoro, mettendo a repentaglio l’obiettivo ultimo del decreto, ovvero la riduzione del traffico motorizzato sulle nostre strade?
5. Le biciclette sussidiate nell’ambito della mobilità aziendale sono quindi intese per gli spostamenti tra una sede e l’altra di aziende di grandi dimensioni (p.es. campus industriali) o per i tragitti sede aziendale – cliente? Il CdS ritiene che una tale offerta corrisponda alla realtà delle aziende ticinesi e risponda alle loro necessità?

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
11 ore
Sulla mobilità lenta le polemiche corrono veloci
I Verdi attaccano il Municipale Simone Gianini per un presunto conflitto d'interesse fra due cariche «non compatibili».
CANTONE
14 ore
I radar risparmiano solo la Leventina
Ecco le località che saranno oggetto di controlli della velocità mobili e semi-stazionari.
FOTO
CASTEL SAN PIETRO
15 ore
Schiacciata da un furgone, grave una 49enne
L'incidente è avvenuto in via Alle Zocche a Castel San Pietro.
CANTONE
15 ore
Torna il sereno nelle case anziani: visite in camera e uscite consentite
Dal 1. marzo adeguate le direttive per le strutture della terza età e per le cliniche psichiatriche
FOTO E VIDEO
AIROLO
17 ore
Guasto alla seggiovia di Varozzei, nove persone evacuate in elicottero
Operazione di salvataggio, questa mattina, nel comprensorio sciistico di Airolo-Pesciüm.
FOTO E VIDEO
RIAZZINO
18 ore
Perde il rimorchio e colpisce un'auto
L'incidente è avvenuto stamattina alla rotonda dell'aeroporto di Locarno.
CANTONE
19 ore
Gelata sulle terrazze
La decisione presa dopo che non è stato possibile trovare un compromesso tra Berna e i Cantoni interessati
LUGANO
19 ore
"Cittadini" contro il Polo: «Pronti a sostenere il referendum»
Secondo l'associazione il progetto del Polo sportivo e degli eventi è «colossale, complicatissimo e dal costo enorme»
CANTONE
21 ore
Covid: 48 positivi di giornata e una classe in quarantena
Il provvedimento ha toccato la Scuola elementare di Morbio Inferiore.
CANTONE / BERNA
21 ore
Occupazione: in Ticino -10'000 posti
Il nostro Cantone è quello che più ha risentito della crisi legata alla pandemia.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile