Ti Press
CANTONE / SVIZZERA
23.06.20 - 17:440
Aggiornamento : 18:49

Dumping salariale, i dipendenti vanno informati

Anche dal Nazionale arriva un sì all'iniziativa cantonale ticinese.

Le imprese devono essere obbligate a informare i loro dipendenti in merito agli abusi riscontrati durante le verifiche

BERNA - I dipendenti di un'azienda che pratica dumping salariale vanno informati. È quanto ritiene una debole maggioranza della Commissione dell'economia e dei tributi del Consiglio nazionale (CET-N) che ha deciso, con 14 voti contro 11, di sostenere un'iniziativa cantonale ticinese presentata da Giorgio Fonio e Fiorenzo Dadò e in seguito approvata dal Gran Consiglio. La commissione omologa degli Stati (CET-S), che aveva votato a favore in modo più netto, può ora elaborare un disegno di legge.

Se il progetto andrà in porto, le imprese saranno obbligate a informare i loro dipendenti in merito agli abusi riscontrati durante le verifiche nei settori sottoposti ai contratti normali di lavoro che prevedono minimi salariali. Chi non si piegherà a tale obbligo dovrebbe poter essere punito.

Secondo la CET-N, in considerazione della forte pressione che perdura sul mercato ticinese del lavoro, la misura è giustificata. È importante sostenere il Cantone del Ticino e il suo governo nei suoi sforzi in questo settore, indica una nota diramata oggi pomeriggio dalla segreteria delle commissioni dell'economia e dei tributi. La CET-S ha ora due anni di tempo per elaborare un corrispondente progetto di atto normativo.

Concretamente, l'iniziativa chiede di modificare la Legge sui lavoratori distaccati (LDist). Nel giustificare le proprie richieste, il Canton Ticino ricorda come la legislazione attuale impone all'Ufficio dell'ispettorato del lavoro di non informare i dipendenti sui risultati dei controlli. In alcuni casi ciò comporta che, una volta pagata la multa, i datori di lavoro continuino a perpetrare dumping non riconoscendo retroattivamente il giusto salario ai propri collaboratori.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
COMANO
8 ore
Caffè "scorretto" Covid
La gerente dell'esercizio pubblico critica i silenzi dell'azienda: «Un cliente aveva il Covid e l'ho saputo da altri»
LUGANO / BELLINZONA
11 ore
Covid, quarantena di classe al Liceo 1 e alla Commercio di Bellinzona
Diversi allievi contagiati dal virus. Seguiranno le lezioni da casa
BIOGGIO
12 ore
Chiude la TE Connectivity: in 106 perdono il posto
L'azienda chiuderà lo stabilimento produttivo sul piano del Vedeggio a causa delle difficoltà attuali del mercato
CANTONE
12 ore
In treno senza mascherina? Poche multe
Le Ffs vigilano sul rispetto delle regole in treno. Ma «la maggioranza dei passeggeri si comporta bene» assicurano
CANTONE
18 ore
«Scegliamo con chi avere contatti stretti»
Oggi nel nostro cantone sono stati segnalati altri 255 casi. Negli ospedali sono ricoverate 35 persone
CANTONE
18 ore
Ambrì-Losanna: processo rimandato a data da definire
Doveva tenersi domani, ma non avrà luogo. «La farsa continua», commenta la Gioventù Biancoblu
CANTONE
18 ore
Trafficanti di marijuana in manette
Si tratta di un 57enne e un 30enne. In uno stabile in Riviera sono stati trovati stupefacenti e una coltivazione indoor
CANTONE
20 ore
In Ticino raddoppiano i contagi, 255 in un giorno
Il bollettino del medico segna un aumento notevole. I dati aggiornati sulle ultime 24 ore
CONFINE
21 ore
A tutto gas sulla Pedemontana con un sacco di soldi in auto
La somma era destinata all'acquisto di sigarette di contrabbando in Svizzera. L'uomo è stato denunciato per riciclaggio
MENDRISIO
23 ore
A Mendrisio si cercano fuoriclasse dei videogiochi
Fog eSports Team, con sede in Via Penate è una grande novità a livello cantonale: «Qui ci sono le risorse per riuscire»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile