Tipress
CANOBBIO
16.06.20 - 16:540

Respinta la mozione sul clima, deluso il Gruppo PS e area progressista

Accettata invece la mozione per un fondo a sostegno di chi non puo' pagare l'affitto a causa del Covid

CANOBBIO - Il Partito socialista di Canobbio ha presentato una mozione “per la costituzione urgente di un fondo a sostegno delle persone in difficoltà ad onorare i costi di locazione a causa dell’epidemia Covid19”. Di questa mozione - presentata da Saverio Lutai (primo firmatario) se n'è discussa lunedì sera durante la seduta di Consiglio comunale. «Con la mozione - ha spiegato Lurati - si vuole venire in aiuto in maniera rapida ed efficace a quelle persone, soprattutto famiglie dove i genitori sono attivi in piccole imprese, esercizi pubblici o sono indipendenti. I costi di locazione incidono fino al 25% del reddito complessivo e il livello degli affitti di Canobbio, situato in prossimità di Lugano, sono situati tra quelli medio-alti». Proposta che ha riscontrato esisti favorevoli tanto che il Gruppo PS ha espresso soddisfazione per il buon esito della votazione sull’oggetto in esame.

Delusione invece per quanto riguarda la mozione chiedeva anche di contribuire alla lotta per il cambiamento climatico pianificando entro il 2030 misure per portare le emissioni nette a zero sul piano comunale. La Mozione “Urgenza climatica” era stata presentata al Consiglio comunale già nel luglio 2019 ma è restata a lungo inevasa venendosi a trovare nel periodo di cambio di procedura per il trattamento delle mozioni. Preavvisata negativamente dal Municipio, anche la commissione speciale che se ne è occupata ha proposto di respingerla e la maggioranza delle consigliere e dei consiglieri presenti in sala hanno seguito queste indicazioni. Critico il Gruppo PS e area progressista che considera la decisione «un’occasione persa per valorizzare quanto il comune già fa e per affrontare con una visione complessiva il mutamento climatico».

 

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FAIDO
4 ore
«Tanta rabbia, da sola non ce l'avrei fatta»
Morena Pedruzzi racconta la lunga strada per uscire dall'incubo dell'attentato di Marrakesh
FAIDO
9 ore
Marrakesh, il racconto dieci anni dopo
Morena Pedruzzi è l'unica sopravvissuta ticinese all'attentato terroristico del 2011. Si racconta in un libro
CANTONE
11 ore
L'Udc non parla con la Rsi
«Troppo parziale». I democentristi domani non commenteranno le votazioni ai microfoni di Comano
FOTO E VIDEO
CUGNASCO-GERRA
17 ore
Fiamme dalla canna fumaria, intervengono i pompieri
L'incendio, divampato questa mattina a Cugnasco, si è propagato anche al tetto.
RIVA SAN VITALE
17 ore
A processo per tentato omicidio
Rinviata a giudizio la 43enne che sei mesi fa accoltellò al collo il compagno.
BOSCO GURIN
1 gior
«Rabbia per l'ingiustizia subita...» da Frapolli
Fumata nera dopo gli incontri: niente sconti a maestri e bambini da parte del gestore degli impianti
CANTONE
1 gior
«Aumento delle indennità al Gran Consiglio? No, grazie»
Presentata un'iniziativa parlamentare che chiede lo stralcio dell'automatismo degli aumenti
CANTONE
1 gior
Radar, ecco dove
Come ogni venerdì la Polizia comunica le località in cui potrebbero esserci controlli della velocità.
CANTONE
1 gior
Eoc, terza dose ai dipendenti over 50
L'Ente ospedaliero apre il richiamo vaccinale per i collaboratori a contatto con i pazienti
FOTO
BIOGGIO
1 gior
Sbaglia strada per colpa del navigatore e “sprofonda” in un terreno agricolo
È un'autocisterna la protagonista dell'episodio che si è verificato negli scorsi giorni a Bioggio. Sul posto i pompieri
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile