tipress
CANTONE / BERNA
11.06.20 - 17:390

Crediti a società "furbette", Quadri preoccupato per il Ticino

Il consigliere nazionale interpella il Consiglio federale chiedendo di chinarsi sui numerosi abusi

LUGANO/BERNA - Con i crediti "anti-coronavirus" a tasso zero garantiti dalla Confederazione, il Consiglio federale ha creato un sistema di accesso al credito semplice e rapido, con l’obiettivo di salvare attività imprenditoriali e posti di lavoro.

«Quale rovescio della medaglia - come ricorda il consigliere nazionale Lorenzo Quadri (Lega), interpellando il Governo federale - si pone però la questione dell’eccessiva facilità di accesso a questi crediti, garantiti per intero dall’ente pubblico per somme fino a 500 mila franchi».

«A seguito della garanzia federale - spiega Quadri -, le banche erogatrici non si assumono alcun rischio, quindi non sono stimolate a svolgere verifiche. Ed il sistema si basa sull’autocertificazione da parte del richiedente».

E forse proprio per questo, in vari Cantoni sono aperte inchieste penali per presunti abusi nei crediti anti-coronavirus. Esemplare al proposito l’ultimo caso emerso nei giorni scorsi in Ticino: imprenditori italiani formalmente residenti nel Medrisiotto sono indagati per aver ottenuto un credito per la loro società già gravata da una procedura di fallimento; dopodiché, si sono dati alla macchia.

«L’esagerata facilità di accesso a crediti che poi l’ente pubblico rischia di trovarsi a ripianare con soldi del contribuente, apre dunque le porte ad abusi e desta preoccupazioni. Ciò - conclude Quadri - vale soprattutto in Ticino. Questo perché in Ticino, a seguito della libera circolazione delle persone, si sono insediate numerose società italiane di dubbia reputazione».

Al Consiglio federale vengono quindi posti i seguenti interrogativi:

È intenzione del CF, onde responsabilizzare maggiormente le banche nell’erogazione dei crediti anti-coronavirus, limitare la garanzia della Confederazione all’85% del credito anche per somme inferiori ai 500mila Fr, come accade per quelle superiori a tale ammontare?

È intenzione del CF pubblicare un resoconto di tutti i crediti erogati, suddiviso per Cantone, che indichi anche la nazionalità dei beneficiari in ogni Cantone?

Come valuta il CF i casi di (presunti) abusi emersi?

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CHIASSO
18 min
Con 700 kg di batterie al litio, in barba alle norme di sicurezza
Un trasporto pericoloso proveniente dalla Gran Bretagna è stato fermato al valico commerciale di Chiasso Brogeda.
CANTONE
1 ora
33 contagi e nessun decesso nelle ultime 24 ore
Attualmente nelle strutture sanitarie ticinesi ci sono 34 pazienti ricoverati a causa della malattia.
CANTONE
3 ore
Ne parlano tutti, ma pochi sanno cosa è
Tra Svizzera e UE si gioca un match importante. Tanti non sanno di che si tratta. Il video di Tio/20Minuti.
CANTONE
5 ore
Turismo, alberghi pieni ma i giovani non trovano lavoro
L’impatto della pandemia sul settore, visto dagli occhi di una giovane ticinese che l’ha subito in prima persona.
LUGANO
11 ore
«Quei bambini di Nairobi che hanno cambiato la mia vita»
«È nel dare che si riceve»: il volontariato raccontato da chi lo compie da anni.
FOTO E VIDEO
BODIO
12 ore
Urta il guardrail e l'auto prende fuoco: è in pericolo di vita
L'incidente è avvenuto poco prima delle 22 di questa sera a Bodio
CANTONE
15 ore
«Qui ballano tutti, tranne noi»
Le discoteche ancora una volta escluse dagli allentamenti. Alcune aziende sull'orlo del fallimento
BELLINZONA
18 ore
L'auto si schianta contro il muro
È successo in viale Franscini a Bellinzona
CANTONE / SVIZZERA
1 gior
Dieci chilometri di coda per il ponte dell'Ascensione
Al portale nord della galleria bisogna attualmente fare i conti con un'ora e cinquanta minuti di attesa
CANTONE
1 gior
Decimo giorno senza decessi legati al Covid
Attualmente negli ospedali del nostro cantone si contano 36 pazienti col coronavirus, di cui 9 in cure intense
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile