TiPress - foto d'archivio
CANTONE
12.04.20 - 08:280

«La crisi sanitaria non lasci indietro nessuno»

È quanto chiede un’interrogazione presentata dal Partito comunista. «Non è polemica, ma spunti di riflessione»

BELLINZONA - Tutto il Paese sta lottando contro il coronavirus, nostro cantone compreso. Lo sta facendo in modo unito e solidale. Ed è con questo spirito che il Partito comunista ha inoltrato al Consiglio di Stato un’interrogazione. Quattro domande «come spunti di riflessione per gettare le basi affinché da questa situazione si esca con una società migliore».

Il primo pensiero Lea Ferrari e Massimiliano Ay lo rivolgono alle persone senza fissa dimora e ai migranti. Due “categorie” che possono infatti «trovarsi in situazioni non facili per poter rispettare» le disposizioni di igiene e di distanza sociale. «È possibile garantirne l’incolumità e non farli sentire esclusi in questo momento delicato?».

Anche i comunisti poggiano poi lo sguardo sui prezzi di mascherine e disinfettanti, che oscillano molto in questo periodo. «Non è il caso di imporre temporaneamente un controllo pubblico sulla produzione e il commercio di questi beni?».

Pensando all’economia, al Consiglio di Stato viene poi chiesto se sia «fattibile valutare l’ipotesi di avviare una trattativa con i marchi della grande distribuzione per riversare una parte degli introiti generati dagli acquisti alimentari come fondo per aiutare altri commerci minori invece penalizzati».

Infine, uno sguardo al futuro. «Il Consiglio di Stato ha allestito dei meccanismi di controllo per contrastare gli abusi sul territorio ticinese in merito agli aiuti federali concessi per far fronte alla crisi?» E «BancaStato sta verificando che i crediti concessi tramite fideiussione non vengano utilizzati in modo illecito e che le aziende da lei sostenute non stiano licenziando i propri lavoratori?».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
LUGANO
6 ore
Scontro tra un'auto e una bici: ciclista in pericolo di vita
L'uomo è un 63enne della regione. Alla guida della vettura una 86enne domiciliata nel Luganese.
LUGANO
9 ore
Se l'arte urbana passa dal Wi-Fi
Presentato questa mattina da Leonardo Angelucci "Wi-Fi: Looking for networks", attivo da novembre
FOTO
CAMORINO
11 ore
Moto contro la barriera metallica
Sul posto due auto della polizia. Chiusa la corsia di sorpasso.
CANTONE / SVIZZERA
14 ore
Quando "la plastica" si vede nella pipì dei bambini
Trovate anche tracce di bisfenolo A, classifica come sostanza con effetti tossici
CANTONE / URI
15 ore
Le vacanze autunnali bloccano il San Gottardo
La coda al portale nord della galleria ha già toccato i 10 chilometri
FOTO
CANTONE
1 gior
«In classe distanti, sui bus ammassati»
Azione di protesta quest'oggi in diversi istituti scolastici.
CANTONE
1 gior
Beccato dal radar a 100 km/h sui 50, poliziotto a processo anche se era un'emergenza
Il prossimo 9 ottobre un agente della Cantonale sarà giudicato alle Assise correzionali di Lugano
CHIASSO
1 gior
Pelli all'asta
La curiosa vendita all'incanto organizzata dall'Ufficio di esecuzione
CANTONE
1 gior
I radar risparmiano (ancora) solo la Valle di Blenio
La prossima settimana i controlli della velocità mobili avranno luogo in sei distretti su otto.
BELLINZONA
1 gior
Mamme tremende, col SUV quasi in classe
Nuove segnalazioni dalla zona delle scuole nord. Il municipale Roberto Malacrida: «Chiediamo più rispetto».
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile