TiPress - foto d'archivio
CANTONE
12.04.20 - 08:280

«La crisi sanitaria non lasci indietro nessuno»

È quanto chiede un’interrogazione presentata dal Partito comunista. «Non è polemica, ma spunti di riflessione»

BELLINZONA - Tutto il Paese sta lottando contro il coronavirus, nostro cantone compreso. Lo sta facendo in modo unito e solidale. Ed è con questo spirito che il Partito comunista ha inoltrato al Consiglio di Stato un’interrogazione. Quattro domande «come spunti di riflessione per gettare le basi affinché da questa situazione si esca con una società migliore».

Il primo pensiero Lea Ferrari e Massimiliano Ay lo rivolgono alle persone senza fissa dimora e ai migranti. Due “categorie” che possono infatti «trovarsi in situazioni non facili per poter rispettare» le disposizioni di igiene e di distanza sociale. «È possibile garantirne l’incolumità e non farli sentire esclusi in questo momento delicato?».

Anche i comunisti poggiano poi lo sguardo sui prezzi di mascherine e disinfettanti, che oscillano molto in questo periodo. «Non è il caso di imporre temporaneamente un controllo pubblico sulla produzione e il commercio di questi beni?».

Pensando all’economia, al Consiglio di Stato viene poi chiesto se sia «fattibile valutare l’ipotesi di avviare una trattativa con i marchi della grande distribuzione per riversare una parte degli introiti generati dagli acquisti alimentari come fondo per aiutare altri commerci minori invece penalizzati».

Infine, uno sguardo al futuro. «Il Consiglio di Stato ha allestito dei meccanismi di controllo per contrastare gli abusi sul territorio ticinese in merito agli aiuti federali concessi per far fronte alla crisi?» E «BancaStato sta verificando che i crediti concessi tramite fideiussione non vengano utilizzati in modo illecito e che le aziende da lei sostenute non stiano licenziando i propri lavoratori?».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
31 min
Le sardine con la mascherina (a metà)
Mezzi pubblici affollati: a Lugano la situazione più problematica. Un 17enne con l'asma: «Ho paura»
MENDRISIO
31 min
«Basta un codice QR e il cliente è tracciato»
Esercenti stufi di “perdere tempo” nel registrare gli avventori? Forse c’è una soluzione.
COMANO
9 ore
Caffè "scorretto" Covid
La gerente dell'esercizio pubblico critica i silenzi dell'azienda: «Un cliente aveva il Covid e l'ho saputo da altri»
LUGANO / BELLINZONA
12 ore
Covid, quarantena di classe al Liceo 1 e alla Commercio di Bellinzona
Diversi allievi contagiati dal virus. Seguiranno le lezioni da casa
BIOGGIO
13 ore
Chiude la TE Connectivity: in 106 perdono il posto
L'azienda chiuderà lo stabilimento produttivo sul piano del Vedeggio a causa delle difficoltà attuali del mercato
CANTONE
13 ore
In treno senza mascherina? Poche multe
Le Ffs vigilano sul rispetto delle regole in treno. Ma «la maggioranza dei passeggeri si comporta bene» assicurano
CANTONE
18 ore
«Scegliamo con chi avere contatti stretti»
Oggi nel nostro cantone sono stati segnalati altri 255 casi. Negli ospedali sono ricoverate 35 persone
CANTONE
19 ore
Ambrì-Losanna: processo rimandato a data da definire
Doveva tenersi domani, ma non avrà luogo. «La farsa continua», commenta la Gioventù Biancoblu
CANTONE
19 ore
Trafficanti di marijuana in manette
Si tratta di un 57enne e un 30enne. In uno stabile in Riviera sono stati trovati stupefacenti e una coltivazione indoor
CANTONE
20 ore
In Ticino raddoppiano i contagi, 255 in un giorno
Il bollettino del medico segna un aumento notevole. I dati aggiornati sulle ultime 24 ore
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile