Immobili
Veicoli
TiPress - foto d'archivio
CANTONE
05.04.20 - 11:580

«Mettete a rischio la salute dei nostri eroi»

Interpellanza dell’MPS al Consiglio di Stato per capire come sono attualmente le condizioni di lavoro negli ospedali

BELLINZONA - Il personale ospedaliero è impegnato da settimane in un lavoro massacrante a tutela della salute e della vita delle persone. Lavoro per cui tutta la popolazione è grata e inventa svariati modi per far sentire la sua vicinanza.

Dal canto suo il Consiglio federale lo scorso 21 marzo ha decretato la sospensione della validità della Legge sul lavoro negli ospedali svizzeri. Più esattamente ha stabilito che «nei reparti ospedalieri confrontati a un massiccio aumento del lavoro a causa del numero di casi di malattia dovuti al Covid-19, le disposizioni della legge sul lavoro relative alla durata del lavoro e del riposo sono sospese per tutto il periodo durante il quale la situazione straordinaria lo esige». Una decisione che l’MPS giudica «con  atteggiamento autoritario e opportunistico», considerato che «i datori di lavoro rimangono responsabili della tutela della salute dei loro lavoratori e devono, in particolare, garantire loro periodi di riposo sufficienti».

Il sindacato VPOD nazionale ha lanciato una petizione, non sostenuta dalla sezione ticinese. «Preservare la salute del personale ospedaliero significa preservare le nostre possibilità di essere curati nelle migliori condizioni possibili - scrive il sindacato -. È una questione di rispetto».

Il Movimento si rivolge pertanto al Governo ticinese con un’interpellanza per capire se «condivide la posizione del VPOD nazionale di chiedere al Consiglio Federale di rimettere in vigore, per il personale ospedaliero, le disposizioni della legge sul lavoro senza eccezioni.

L’MPS vuole inoltre sapere qual è realmente la situazione del personale ospedaliero in termini d’orari di lavoro, a quanto ammonta l’orario di lavoro giornaliero e per quanti giorni settimanali. Ma anche come garantiscono l’EOC e gli altri ospedali privati dei sufficienti periodi di riposo e se l’ispettorato del lavoro abbia svolto dei controlli dall’inizio della pandemia. «Al momento della conclusione della pandemia - conclude infine - l’EOC e gli altri ospedali privati come pensano di organizzarsi per “smaltire” tutti gli interventi non urgenti sospesi?».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
SVIZZERA
31 min
Oltre 87mila contagi e 35 decessi nel weekend svizzero
In salita i pazienti ricoverati a causa del virus, che occupano ora l'8,3% dei posti letto complessivi.
CANTONE
4 ore
«Nessun allarme diossina in Ticino»
A differenza del Canton Vaud, in Ticino i valori nel terreno di questi composti sono sotto il livello di guardia.
MENDRISIO
5 ore
Truffano un'anziana, fermati con 40mila franchi
I "falsi poliziotti" tornano a colpire in Ticino. La Polizia mette in guardia
CANTONE
6 ore
Diciotto nuove sezioni in quarantena
Nelle ultime 24 ore si registrano poco più di mille contagi e nessuna vittima dovuta al Covid
CANTONE
8 ore
«Dopo 20 anni di lavoro, mi hanno lasciato a casa con una videochiamata»
La testimonianza di un ex quadro di UBS, "vittima" della riorganizzazione prevista dalla banca.
CONFINE
8 ore
Frontalieri con il reddito di cittadinanza
Nuovi furbetti smascherati dai finanzieri del luinese
CANTONE
10 ore
«Contact tracing: così è ridicolo»
Duro attacco della dottoressa Daniela Soldati, ex direttrice della Santa Chiara di Locarno, al sistema di tracciamento.
CANTONE
10 ore
Il pane non seguirà la pasta nella folle corsa dei prezzi
Il direttore del Mulino di Maroggia parla dei rialzi in atto sul mercato dei cereali
FOTO
CANTONE
21 ore
A 2'500 metri, meno neve del solito
L'inverno con le vette bianche si fa ancora attendere. Fino a metà febbraio non sono, per ora, previste precipitazioni
PURA / CASLANO
1 gior
Scontro tra più auto: due feriti, di cui uno grave
È successo questa mattina poco prima delle 11 in via Colombera a Pura
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile