Stefano Tonini
CHIASSO
12.03.20 - 14:360

Corretto continuare sulla linea del DECS?

Stefano Tonini interroga il Municipio di Chiasso sulla possibilità di chiudere le scuole comunali

CHIASSO - Preso atto della decisione del Governo, su indicazione del DECS, di chiudere unicamente le scuole post obbligatorie, il granconsigliere e consigliere di Chiasso Stefano Tonini si chiede quale sia nella cittadina di confine la differenza tra uno studente di quarta elementare e uno che frequenta qualsiasi scuola post obbligatoria.

«Ricordiamoci che i nostri bambini sono uno dei canali principali di diffusione del virus - sottolinea -. Inoltre, non si può richiedere che un bambino di 8 anni sia perfettamente in grado di mantenere un’accurata igiene, come richiesto in questo periodo, né tantomeno le altre misure di sicurezza riguardanti tosse e raffreddore».

Per Tonini - che è pure membro della Commissione formazione e cultura del Gran Consiglio - garantire la distanza di sicurezza di un metro è forse possibile durante le lezioni, ma è molto più difficile durante le ricreazioni o le pause pranzo.

Per questi motivi ha presentato un'interrogazione in cui sottopone al Municipio le seguenti domande: 

  1. Il Municipio non ritiene opportuno chiudere gli istituti scolastici comunali?
  2. Il Municipio ritiene corretto continuare con la linea del DECS sulla gestione della situazione Covid-19?
  3. Nel caso il Municipio non dovesse ritener necessaria la chiusura degli istituti scolastici come crede di gestire il picco di contagi che si verrà a creare?
  4. I docenti impegnati nell’istruzione dei nostri figli sono persone adulte. Mi chiedo, di conseguenza, come sia possibile gestire il distacco generazionale di cui si parla e quali misure si intende predisporre a tutela della loro salute.
  5. Nel 2020 si è in grado, attraverso i vari canali tecnologici, di effettuare lezioni online presso le nostre abitazioni e in totale sicurezza. Le nostre infrastrutture sono dotate di questi mezzi?
  6.  Nel caso il Municipio dovesse decidere di chiudere le scuole, considerando che ci sono famiglie senza sostegni e che non sanno come organizzarsi nella gestione quotidiana dei propri figli, non crede sia il caso di valutare, in accordo con le direzioni dei diversi istituti, la presenza di almeno un docente in sede che si possa occupare della gestione di questi allievi?

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
LUGANO
6 ore
Scontro tra un'auto e una bici: ciclista in pericolo di vita
L'uomo è un 63enne della regione. Alla guida della vettura una 86enne domiciliata nel Luganese.
LUGANO
9 ore
Se l'arte urbana passa dal Wi-Fi
Presentato questa mattina da Leonardo Angelucci "Wi-Fi: Looking for networks", attivo da novembre
FOTO
CAMORINO
11 ore
Moto contro la barriera metallica
Sul posto due auto della polizia. Chiusa la corsia di sorpasso.
CANTONE / SVIZZERA
14 ore
Quando "la plastica" si vede nella pipì dei bambini
Trovate anche tracce di bisfenolo A, classifica come sostanza con effetti tossici
CANTONE / URI
16 ore
Le vacanze autunnali bloccano il San Gottardo
La coda al portale nord della galleria ha già toccato i 10 chilometri
FOTO
CANTONE
1 gior
«In classe distanti, sui bus ammassati»
Azione di protesta quest'oggi in diversi istituti scolastici.
CANTONE
1 gior
Beccato dal radar a 100 km/h sui 50, poliziotto a processo anche se era un'emergenza
Il prossimo 9 ottobre un agente della Cantonale sarà giudicato alle Assise correzionali di Lugano
CHIASSO
1 gior
Pelli all'asta
La curiosa vendita all'incanto organizzata dall'Ufficio di esecuzione
CANTONE
1 gior
I radar risparmiano (ancora) solo la Valle di Blenio
La prossima settimana i controlli della velocità mobili avranno luogo in sei distretti su otto.
BELLINZONA
1 gior
Mamme tremende, col SUV quasi in classe
Nuove segnalazioni dalla zona delle scuole nord. Il municipale Roberto Malacrida: «Chiediamo più rispetto».
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile