Ti Press
Nicola Schoenenberger, Capogruppo in Consiglio Comunale a Lugano per I Verdi.
LUGANO
02.03.20 - 10:140

«Maggior tutela per il nostro patrimonio culturale»

I Verdi hanno presentato una mozione e un'interrogazione.

Chiedono fra le altre cose di creare una lista di edifici e di alberature pubbliche e private meritevoli di conservazione

LUGANO - I Verdi di Lugano, assieme a PS e PC, hanno inoltrato al Municipio una mozione e un'interrogazione per chiedere maggiore incisività nella tutela del patrimonio costruito.

Quasi dieci anni fa l’architetto Riccardo Bergossi scriveva: «A Lugano il rapporto tra gli edifici costruiti prima e dopo la guerra è a occhio e croce quello di Berlino, città che è stata quasi rasa al suolo per i bombardamenti […]. Gli edifici - palazzi, ville, giardini e parchi storici - creati dalla borghesia illuminata dell'Ottocento e della prima parte del Novecento sono distrutti senza sosta dalla doppia azione dell'ignoranza e della speculazione».

Da allora, «con ritmo regolare ma ultimamente ancora più incalzante», per i Verdi si assiste ad abbattimenti o domande di demolizione di edifici che fanno parte del paesaggio urbano e del patrimonio culturale di Lugano. Ad esempio i due stabili di inizio ‘900 affacciati sul Piazzale di Besso (dove ora c’è una voragine desolante), le centenarie ville Colombo in via San Gottardo 7 e 9 oppure il deposito delle ARL in via La Santa a Viganello. Costruzioni demolite o a rischio, malgrado siano citate nell’Inventario federale degli insediamenti svizzeri da proteggere d’importanza nazionale (ISOS).

Nella mozione presentata, si propone in particolare che i contenuti dell’inventario ISOS siano integrati negli atti pianificatori. Si chiede anche la creazione di una commissione di esperti con l’incarico di proporre al Municipio, in tempi brevi, una lista di edifici e di alberature pubbliche e private, meritevoli di conservazione.

Conseguentemente al recente stralcio da parte del Tribunale amministrativo cantonale dei vincoli di tutela per una serie di stabili luganesi, l’interrogazione invece chiede se il Municipio intende consolidare la tutela di tutti i beni estromessi dal Tram e se intende farlo attraverso la rapida pubblicazione di una nuova variante di PR oppure demandando il tutto alla revisione del PR unitario di Lugano. Ch però non vedrà la luce prima del 2028.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
VALLESE / CONFINE
11 min
La preoccupazione affolla anche i treni dei frontalieri
Il caso segnalato riguarda i collegamenti regionali tra Domodossola e il Vallese
LUGANO
20 min
Meglio la calca, o una multa da 90 franchi?
Per evitare i bus pieni, alcuni studenti del Cpt di Trevano optano per l'auto. Ma anche qui i problemi non mancano
FOTO E VIDEO
QUARTINO
2 ore
Fiamme in una carrozzeria: un operaio ricoverato
Il rogo è divampato attorno alle 18.30 in via Mondette. Ingenti i danni alla struttura
CANTONE
3 ore
«Sindaci ticinesi, uscite dal buco»
Giovanni Cossi, presidente della Conferenza dei sindaci del Malcantone, lancia un appello: «Salviamo il Cantone».
CANTONE
4 ore
Gastroticino: «Grazie Governo»
Soddisfatti bar e ristoranti per le scelte del Consiglio di Stato: «Così possiamo lavorare»
CANTONE
4 ore
Covid: scatta l'obbligo della mascherina all'aperto
La protezione sarà da adottare laddove le distanze non possono essere mantenute, in particolar modo nei mercati.
CANTONE
8 ore
Fregati dalla solitudine e dal bisogno di affetto
Col Covid-19 aumentano i rischi di truffe amorose. Il ricercatore Luca Brunoni si è trasformato in esca.
CANTONE
10 ore
Quando gli applausi non bastano più
Al via la settimana di protesta per migliori condizioni per gli operatori sociosanitari
CANTONE
11 ore
Una classe in quarantena al Liceo di Lugano 2
Ieri la misura era stata decisa anche per allievi della Scuola cantonale di commercio
CANTONE
12 ore
Coronavirus in Ticino: altri 147 contagi e 15 ricoveri in 24 ore
Negli ospedali ticinesi sono attualmente ricoverate 80 persone positive al coronavirus.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile