Keystone
CANTONE
17.01.20 - 11:060

Accordo frontalieri: «Il Governo colpito dalla sindrome di Calimero»

Il senatore Marco Chiesa contesta la scelta di affidare la perizia sulla disdetta all'Uni di Lucerna «Abbiamo professionisti come Vorpe e Bernasconi. Gli altri lo fanno meglio?»

BELLINZONA - «Il Governo è stato colpito da una sindrome di Calimero». Se lo chiede il consigliere agli Stati Marco Chiesa che, in un post su Facebook, commenta la decisione del Consiglio di Stato di affidare all’Università di Lucerna mandato per studiare una questione centrale: le conseguenze di una disdetta dell’accordo sulla fiscalità dei frontalieri.

«Che l’accordo non vedrà mai la luce - dice il senatore Udc - è ormai chiaro a tutti. (...) Ma tutto questo è colpa nostra, fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio. Non dovevamo dare tutto senza ricevere qualcosa in cambio». Ora, continua Chiesa, «il Governo pensa finalmente a un piano B: la disdetta dell’accordo in vigore dagli anni settanta. D’accordo, buona iniziativa. Ma...».

Il “ma” sollevato dal parlamentare è sul mandato per una perizia all’Uni di Lucerna. «Ora mi chiedo. Nel nostro cantone abbiamo un rinomato centro di competenze tributarie presso la SUPSI, degli specialisti apprezzati come Samuele Vorpe e un professore, Marco Bernasconi, che ha insegnato per anni nelle migliori università svizzere e conosce il tema a menadito. E noi che facciamo? Al posto di valorizzare le nostre risorse interpelliamo e paghiamo cervelli Oltregotardo. Mi sembra che siamo stati colpiti da una sindrome di Calimero tutta ticinese. Ma vogliamo credere in noi stessi, nei nostri professionisti o investiamo soldi in formazione e ricerca per poi chiedere perizie altrove?».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
prophet 1 anno fa su tio
io invece credo sia meglio che lo studio lo facciano loro, così potranno confrontare i ns dati con i loro e rendersi conto della VERA pessima realtà ticinese... inoltre ho seri dubbi sull’imparzialità di alcune ns eccellenze di studio e analisi...
anndo76 1 anno fa su tio
@prophet assolutamente daccordo
Bandito976 1 anno fa su tio
C’è bisogno di uno studio per capire che il cantone Ticino va male? 80 mila frontalieri sono troppi! Se non si fa’ un inversione di tendenza questo cantone andrá allo sfacelo più totale.
roma 1 anno fa su tio
BLOCCARE I RISTORNI SUBITO. Basta spendere i soldi dei contribuenti in studi e studietti. Tirate fuori le palle e un minimo di dignità (se ne avete).
Tato50 1 anno fa su tio
Spero che non vadano in Italia con una perizia scritta in inglese ;-)) Già se ne fregano dell'italiano ...........;-(( Fuori le palle altro che perizie. Sul giornale della Provincia di Como c'era un articolo sul pagamento della vignetta stradale sul tratto che va a Stabio e indicava ai frontalieri quali altre strade prendere per non pagare. Io obbligherei a tutti i frontalieri di dedurglii dalla paga 40 franchi poi usino le strade che vogliono. Marscioni !!!!!!
anndo76 1 anno fa su tio
@Tato50 ennesima prova che per oltre gottardo, non contiamo nulla in ticino. considerata ( il tcino ) la "terra di nessuno", se non quando ci chiedono imposte etc.
Tato50 1 anno fa su tio
@anndo76 Il bello è che molti credevano che , avendo un Consigliere Federale ticinese, le cose sarebbero andate meglio ;-(((
anndo76 1 anno fa su tio
@Tato50 ahahahah si, alla grande proprio !! da Italiano e vedendo come va' l'Italia trovo assurdo che la Svizzera ci credi ancora nelle chiacchere e promesse che ogni volta le vengono dette o promesse
Tato50 1 anno fa su tio
@anndo76 Hai visto la Coca-Cola ? Molla tutto in Italia perché pagano più del 40 % di fatturato e si trasferiscono all'Est dove è il 15 %. Altri 200 a casa per un Governo che "lavora per il bene del cittadino" ;-(( Scusami ma mollo tutto; vado al Civico perché mi sono uscite tre vertebre; tanto per non farmi mancare nulla. Vedremo cosa dice il socio ;-)) Allegriaaaaa ;-)))
GIGETTO 1 anno fa su tio
Mah!?....Per fortuna che non sono andati a dare l'incarico a qualche Università della vicina penisola, a parte che poi non bisogna fare delle analisi o studi universitari per comprendere come stanno le cose a riguardo di un'accordo vecchio di cinquant'anni.
giova70 1 anno fa su tio
è ridicolo chiederlo alla SUSPI sono in maggioranza IT! ben venga UNI LUCERNA!!!!!
Maxy70 1 anno fa su tio
Invece mi sembra un’ottima idea ricevere un parere neutrale, da oltre Gottardo, altamente qualificato come quello della Uni Lucerna. In Ticino si gira a vuoto, con il terrore di quella che potrebbe essere la reazione dalla Italia e non si conclude! Gli attuali accordi datano del ’74, quando la situazione era radicalmente diversa. Sentiamo cosa ne dicono a Lucerna del tor-mentone Ticinese.
vulpus 1 anno fa su tio
Chiesa, decisione saggia e lungimirante , per una volta. Andare a Berna ,non se,bra ancora aver dato qualche frutto. A detta del consiglio di stato, tale perizia. A dipendenza del responso tale perizia potrà essere di stimolo al consiglio federale per affrontare l'eventuale disdetta dell'accordo. Per cui ,sicuramente se è allestita a Lucerna , sicuramente sarà meno intrisa di particolarismi sulla questione del frontalierato, che tanti problemi crea al Ticino e solo al Ticino....
castigamatti 1 anno fa su tio
si si ….SUPSI ricettacolo di taglian (o comunque rigommati) che hanno trovato l'America… meglio guardare (e rivolgersi) oltre...
Bacaude 1 anno fa su tio
Chiesa siamo seri. La Supsi...
Bacaude 1 anno fa su tio
Chie
Corri 1 anno fa su tio
Hahaha, che poi nella SUPSI ci sono molti italiani....!
twiceaday 1 anno fa su tio
Rispetto tantissimo Vorpe e Bernasconi (che tra l'altro è stato negoziatore dell'accordo del '74). La loro opinione la conosciamo già ed è sicuramente validissima. Concordo tuttavia con la decisione del governo di dare mandato ad un ente esterno. Infatti tutta questa manovra serve per far vedere all'italia che ci si sta muovendo. Si vuole dare l'impressione di stare valutando la situazione seriamente. Si vuole dare il messaggio che decisioni arriveranno. Bravo anche Franscella a tentare la carta a Roma. I parlamentari italiani non sapevano niente della bozza dell'accordo... Ma l'ambasciata svizzera a Roma cosa ha fatto negli ultimi anni????
dan007 1 anno fa su tio
@twiceaday Io farei una doppia perizia Una oltre Gottardo e una con esperti di un altro paese che ha le stesse prerogative che il nostro
patrick28 1 anno fa su tio
Mi fido di piu' di quelli oltre Gottardo
Pepperos 1 anno fa su tio
Probabilmente il signore, dimentica che esiste uno studio ; commissionato dal Canton Ticino!!! Una comparazione non guasta. Studi la Materia. Si parla di diritto Federale
miba 1 anno fa su tio
Mi sembra una buona scelta affidare il mandato per una perizia esternamente all’Uni di Lucerna. Il nostro cantone ha purtroppo la triste fama di essere intrallazzati ed impaciugato fino al collo in ogni ambito
sedelin 1 anno fa su tio
che palle! é ovvio che un tema che ci coinvolge da vicinissimo vada affrontato da persone neutre.
Border_Line 1 anno fa su tio
@sedelin Quindi, secondo il tuo ragionamento, quando TU sei “in lite” con qualcuno la decisione su come procedere la fai prendere ad un altro. Uno neutro. Io chiamo “un altro” quando non sono competente io personalmente. Altrimenti mi arrangio. E come me stimo almeno il 99% della popolazione. Ma forse sbagliamo noi.
Border_Line 1 anno fa su tio
@sedelin Taaakk. Sono parzialmente d’accordo con te: si va dal giudice. Ma se posso (e il cantone poteva) il giudice lo scelgo io. E non ne prendo uno di Lucerna. Corretta la forma. Sbagliata la scelta. Secondo me, chiaro...
sedelin 1 anno fa su tio
@Border_Line quando due sono in lite, non é uno dei due che decide ma un esterno. come nei divorzi: si va dal giudice.
F/A-18 1 anno fa su tio
@Border_Line Ta se propri un border line.....!
Border_Line 1 anno fa su tio
@F/A-18 E ti ta volat un po’ tanto, tropp alt Come certi F/A 18 che pö ai piloti ga manca usigen al cervel. A ognuno la sua croce. Chiudo.
Mattiatr 1 anno fa su tio
@sedelin Per la prima volta non solo siamo d'accordo, ma mi hai pure rubato la frase di bocca ;-b
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / SVIZZERA
1 ora
Merlot ticinesi sugli scudi al Grand Prix du Vin Suisse
Nella categoria legata a questo vitigno si sono imposti il Quattromani 2018 davanti alla Tenuta San Rocco - Porza 2018.
CANTONE
3 ore
«Una brutta faccenda di sfruttamento salariale alla ticinese»
Ghisletta punta il dito contro quei benzinai «ostili» al contratto collettivo di lavoro per chi è impegnato negli shop.
FOTO
BELLINZONA
4 ore
Scontro tra due veicoli su via San Gottardo
L'incidente, avvenuto questa sera, ha provocato solo danni materiali.
LUGANO
4 ore
Morta la vedova Zappa, appello ai creditori
Si è spenta a 67 anni una delle protagoniste della cronaca giudiziaria ticinese
MENDRISIO
6 ore
A Ligornetto «non facciamo favoritismi»
Il blocco del traffico nel quartiere ha intasato il Basso Mendrisiotto. E innescato polemiche
FOTO
MENDRISIO
13 ore
«Oggi qualcuno sorride, ma altri piangono»
È entrato in vigore stamattina il divieto di transito attraverso il nucleo di Ligornetto. Non mancano però le lamentele.
CANTONE
15 ore
Tre nuove quarantene di classe in Ticino
Scendono a quota 7 gli ospedalizzati a causa del virus.
SONDAGGIO
CANTONE
17 ore
Canarie e Dubai fanno il pieno di turisti ticinesi
In vista delle vacanze autunnali, le prenotazioni sono in aumento. Ma non sono ancora al livello pre-crisi
CANTONE
19 ore
«Ci chiamano doule, accompagniamo alla vita, ma anche alla morte»
Assistono al parto, ma sono presenti anche al termine di una vita. Una di loro racconta cosa vuol dire essere doula.
CAPOLAGO
1 gior
Una sella di capriolo "no vax"
I ristoratori si ingegnano per accogliere i clienti non vaccinati. Anche in camper, se serve.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile