tipress (archivio)
CANTONE
19.11.19 - 14:120

«Mikron? La loro è irresponsabilità sociale»

L'MPS punta il dito contro il Cantone definendolo complice dei licenziamenti «con la sua politica di sgravi fiscali»

LUGANO - Punta il dito contro il Cantone l'MPS, definendolo - in un'interpellanza sottoscritta dai deputati Arigoni/Lepori/Pronzini - «complice con la sua politica di sgravi fiscali» dei «colpi di licenziamenti» "esplosi" dalle aziende ticinesi ai danni dei propri dipendenti.

Il caso a cui viene fatto riferimento è quello della Mikron che, proprio oggi, ha annunciato la soppressione di circa 25 posti di lavoro ad Agno (pari a circa il 7% della manodopera occupata). Questo dopo aver annunciato (e forse ottenuto) il ricorso alla disoccupazione parziale.

«Una simile decisione - sottolinea il gruppo MPS-POP-Indipendenti -, oltre che uno schiaffo al governo e ai partiti maggiori così comprensivi e positivi verso le aziende e il loro “contributo” allo sviluppo dell’economia cantonale, mostra di quale pasta siano fatte queste aziende. Che non sono nemmeno sfiorate dal ridicolo quando, come fa Mikron nel suo comunicato di annuncio dei licenziamenti, promette che attuerà la riduzione del personale in modo “socialmente responsabile”. Come se licenziare il 7% del proprio personale non comporti alcuna irresponsabilità sociale».

D’altronde per l'MPS questi licenziamenti erano nell'aria. «Poche settimane fa, proprio intervenendo sulla riforma fiscale, avevamo attirato l’attenzione su questo aspetto (aziende che fanno profitti, licenziano e incassano sgravi fiscali) portano alcuni esempi di aziende: avevamo fatto allusione al gruppo Swatch e proprio alla Mikron. Osservazioni e appelli rimasti inascoltati dal governo».

All'attenzione del Consiglio di Stato viene portato il comunicato sull’esercizio 2018 del gruppo Mikron, nel quale si vantava un fatturato annuo di 314,7 milioni di franchi. «Di fronte a tanta grazia, c’è da chiedersi legittimamente se questo ricorso alla disoccupazione parziale non sia sostanzialmente fatto per mantenere un tasso di redditività elevato anche nel 2019, accollandone il carico ai lavoratori (che subiranno comunque una riduzione dei salari) e alla cassa disoccupati (in parte pagata dai lavoratori)».

Alla luce di queste considerazioni al Governo l'MPS pone i seguenti interrogativi:

1. La Mikron ha effettivamente beneficiato di indennità per lavoro ridotto negli ultimi due anni?

2. Se sì, quali sono state le motivazioni che hanno convinto l’Ufficio del Lavoro ad autorizzare il ricorso al lavoro ridotto? E In che misure quelle motivazioni vengono oggi smentite dalla decisione annunciata dall’azienda?

3. A quanto ammontano le indennità per lavoro ridotto versate alla Mikron?

4. Intende il governo, attraverso i suoi organismi, intervenire in un vicenda nella quale appare evidente che la Mikron antepone chiaramente i propri obiettivi di redditività alla sua tanto declamata “funzione sociale” quale imprenditore?

5. Non pensa il governo che sarebbe utile, in nome della trasparenza sempre declamata e della possibilità di verificare gli obiettivi annunciati dalla riforma fiscale, rendere noto quale è il contributo fiscale della Mikron e quali saranno i vantaggi presumibili per questa azienda dalla riforma fiscale qualora essa dovesse entrare in vigore?

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
TESSERETE
2 ore
Esce di casa e precipita in un burrone, ferito un anziano
L'uomo è stato recuperato dell'Unità di Intervento Tecnico dei pompieri di Lugano
LUGANO
4 ore
La galleria Lione-Torino sarà progettata a Lugano
Il Gruppo Pini si è aggiudicato l’appalto per la progettazione e direzione lavori di opere sulla linea ferroviaria per 1,5 miliardi di euro
CASTEL SAN PIETRO / ZURIGO
7 ore
Crollo in borsa per Medacta: «Ha deluso completamente»
Dopo l'avvertimento sulla crescita inferiore del previsto, il titolo sta perdendo circa il 22% del suo valore. Gli analisti deplorano la mancanza di trasparenza
CANTONE
9 ore
Meno drammi nei laghi e fiumi ticinesi
La campagna di prevenzione "Acque sicure" sembra aver dato buoni frutti: i decessi registrati quest'anno sono stati "solo" due
CANTONE
10 ore
L'improbabile corsa del fisco per tappare il buco del petroliere
Le autorità fiscali intimano al nigeriano Kola Aluko il versamento di 1,5 milioni per imposte non versate. Lo scoperto della Città è di 450mila franchi. Ma il 50enne è da tre anni uccel di bosco
FOTO
CANTONE
11 ore
Nel Verbano le isole ora sono... ticinesi
A Brissago è stato ufficialmente siglato il passaggio di proprietà dell'Isola Grande e dell'Isola Piccola al Cantone
CANTONE
12 ore
Medacta lancia un avvertimento: «Crescita 2019 inferiore al previsto»
Negli Stati Uniti e in altri mercati minori la domanda si è sorprendentemente indebolita
VIDEO
BELLINZONA
15 ore
Addio Peter Pan: il responsabile è in lacrime
Il Ticino perde un locale storico. “Serata nostalgia” con ex collaboratori e clienti. Sul palco lo Swiss Elvis. Gianni Morici: «Qui dentro ho messo l’anima. Spiace per le nuove generazioni»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile