Tipress
Marco Chiesa eletto al Consiglio degli Stati
+ 3
CANTONE
17.11.19 - 17:100

«Nessuna guerra con la Carobbio, troveremo accordi»

Un esponente dell’UDC e una del PS andranno d’accordo insieme al Consiglio degli Stati? Marco Chiesa: «Certamente sull’aumento dei premi casse malati troveremo soluzioni convergenti»

LUGANO - È un Marco Chiesa soddisfatto, che non perde però il suo controllo, il politico che ci risponde al telefono per commentare la sua brillante elezione al Consiglio degli Stati. 

Marco Chiesa qual è il suo stato d’animo?
«Direi che è andata benino».

Non faccia il modesto. È andata benone.
«È stata una valanga che ha travolto anche me. Dietro un voto ci sono tante cose, e c’è anche il rispetto delle persone che hanno riposto fiducia in me in qualità di rappresentante del Canton Ticino. Questi sono segnali che lasciano qualcosa nel cuore».

Dica la verità un po’ se lo aspettava visto l’ottimo risultato del primo turno
«Il primo turno aveva dato un risultato che sinceramente non mi attendevo, ovvero il secondo più votato. Tutti pensavano che ci sarebbero stati pochi voti di scarto ma oggi la vera novità - che ha sorpreso anche il sottoscritto - è vedere una differenza di voto così marcata. E questo dimostra che molti ticinesi vogliono che determinate posizioni vengano rappresentate anche alla Camera dei Cantoni». 

Ora avrà quale collega al Consiglio degli Stati Marina Carobbio. Udc e Ps si sono quasi sempre scontrati. Come pensa di andare d’accordo con Marina Carobbio?
«C’è un aspetto che mi sta a cuore, ed è il continuo aumento dei premi delle casse malati. Sono sicuro che con lei riuscirò a trovare delle soluzioni convergenti. È chiaro che per quanto riguarda temi come le relazioni con l’Unione Europea, la tassa sul Co2 ho posizioni diverse non solo con Marina Carobbio, ma anche con gli altri candidati, per cui mi sarei trovato su barricate opposte anche con Lombardi e Merlini». 

In campagna elettorale lei è stato descritto come uno che non porta a Berna i problemi del Ticino, ma solo gli interessi di Blocher. È così?
«La risposta migliore a questa accusa l’ha data oggi l’elettorato ticinese. Blocher è sempre stato uno che ha avuto a cuore la libertà e l’indipendenza della Svizzera quindi sotto questo punto di vista come cittadino svizzero ne sono riconoscente». 

Prima i nostri. No agli accordi bilaterali. Sono tutti temi che piacciono molto ai ticinesi. Le grandi decisioni politiche però si prendono a Berna. Lei è consapevole che a Berna questi sono temi poco sentiti? Come pensa di portare questo fardello?
«Ne sono consapevole. Ritengo che il vero problema del nostro paese sia la libera circolazione. Lo è stato per il livello di immigrazione che ha raggiunto e lo è sul mercato del lavoro in Ticino. A maggio avremo una grande votazione come la disdetta della libera circolazione delle persone. Il fatto di poter portare alla Camera dei Cantoni la voce critica del canton Ticino è per tutti noi un grande vantaggio».

Qual è il primo problema che intende affrontare?
«Oltre alla battaglia contro l’aumento dei premi delle casse malati, è fondamentale che la Svizzera non firmi l’accordo quadro con l’Unione Europea».

E ora da domani come cambierà la sua vita?
«Ho sempre ritenuto che un politico dovesse rimanere di nicchia, quindi domani mattina sarò nella casa anziani che dirigo da 15 anni. Insomma andrò a lavorare».

keystone-sda.ch/ (Alessandro Crinari)
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
Apollo e la bilancia 2 sett fa su tio
Osservando l' assegnazione dei seggi al Consiglio degli Stati, la maggioranza appartiene ancora ai partici di centro, fortunatamente.... Questo sarà positivo anche per il Ticino, nonostante qui vi sia stata una polarizzazione dei voti. Un grazie a chi ha lavorato bene sino a oggi, applicando un politica responsabile e rispettosa anche delle minoranze.
Evry 2 sett fa su tio
GRANDE Marco, successo meritato, COMPLIMENTI E AUGURI. L'era ventennale che ha bruciato una generazione è finalmente finita e dopo 171 anni una scossa determinante.
Tony15 2 sett fa su tio
Questa è troppo arrogante e piena di se..X sperare che venga a compromessi con Chiesa
Ferruccio Agustoni 2 sett fa su fb
Scperem 👍
Nicole Pagliarini 2 sett fa su fb
Bravo Marco!!!!!!
Alan Nessi 2 sett fa su fb
Con una che festeggia sulle note di Bella Ciao c’è poco da trovare accordi. Se la guerra non la fa lui di sicuro la fa lei
Luca Riboni 2 sett fa su fb
fra parentesi una canzone assolutamente estranea alla storia svizzera e ticinese..
Alice Gatti 2 sett fa su fb
Marco Chiesa pensa ai premi di cassa malati. I PS cantano "Bella ciao". Occorre aggiungere altro?
Giovanna Poretti 2 sett fa su fb
Alice Gatti fanno proprio ridere! Si sentono partigiani?!? Tra l’altro era il canto delle mondine e le parole erano un pochettino diverse!
Papy Krishnasamy 2 sett fa su fb
non verrà una guerra. solo vincere usata questa parole e poi non e mica decidere lei cambiare tutto. problema di cassa malati rimane sempre uguale. solo paveri non fa fatica pagare. politici sempre sopra al cielo. Marina diventara piu ricca come Bertoli e suo socialismo 🤣🤣
volabas 2 sett fa su tio
Auguri, grande e meritato risultato, la gente ha votato chi piu' meritava di esserlo.
Tony15 2 sett fa su tio
Auguroni te li meriti.
navy 2 sett fa su tio
Auguroni di tutto cuore!!!!
Miris Gregori 2 sett fa su fb
E basta frontalieri!! Prima i nostri
Val Caste 2 sett fa su fb
La svendita nuovo album ☔️rotti gli ombrelli ☂️
Marisa Filipponi 2 sett fa su fb
Ci mancherebbe...siam gente civile e il rispetto NON deve mai mancare✌👍🏼✊🏼🥰
Swiss Motorsport Transportation Federation 2 sett fa su fb
No a nuove Tasse e Balzelli sui Carburanti e Combustibili, ma investire i soldi delle contravvenzioni, le attuali accise, ecc. sui Carburanti e Combustibili Sintetici! In caso di nuove Tasse, ecc. sarà Referendum, Petizioni e non escludiamo Manifestazioni!
Massimiliano Verdaglia 2 sett fa su fb
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
1 ora
La galleria Lione-Torino sarà progettata a Lugano
Il Gruppo Pini si è aggiudicato l’appalto per la progettazione e direzione lavori di opere sulla linea ferroviaria per 1,5 miliardi di euro
CASTEL SAN PIETRO / ZURIGO
3 ore
Crollo in borsa per Medacta: «Ha deluso completamente»
Dopo l'avvertimento sulla crescita inferiore del previsto, il titolo sta perdendo circa il 22% del suo valore. Gli analisti deplorano la mancanza di trasparenza
CANTONE
6 ore
Meno drammi nei laghi e fiumi ticinesi
La campagna di prevenzione "Acque sicure" sembra aver dato buoni frutti: i decessi registrati quest'anno sono stati "solo" due
CANTONE
7 ore
L'improbabile corsa del fisco per tappare il buco del petroliere
Le autorità fiscali intimano al nigeriano Kola Aluko il versamento di 1,5 milioni per imposte non versate. Lo scoperto della Città è di 450mila franchi. Ma il 50enne è da tre anni uccel di bosco
FOTO
CANTONE
8 ore
Nel Verbano le isole ora sono... ticinesi
A Brissago è stato ufficialmente siglato il passaggio di proprietà dell'Isola Grande e dell'Isola Piccola al Cantone
CANTONE
9 ore
Medacta lancia un avvertimento: «Crescita 2019 inferiore al previsto»
Negli Stati Uniti e in altri mercati minori la domanda si è sorprendentemente indebolita
VIDEO
BELLINZONA
12 ore
Addio Peter Pan: il responsabile è in lacrime
Il Ticino perde un locale storico. “Serata nostalgia” con ex collaboratori e clienti. Sul palco lo Swiss Elvis. Gianni Morici: «Qui dentro ho messo l’anima. Spiace per le nuove generazioni»
BELLINZONA
23 ore
Il compito sul seno: «Ecco come è andata»
L'insegnante 60enne licenziato a Bellinzona racconta la sua versione dei fatti. E punta il dito contro il Decs
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile