Tipress (archivio)
CANTONE
18.09.19 - 14:280

Terza corsia sull'A2? «Basta con le soluzioni prefabbricate»

I Verdi del Ticino ribadiscono la contrarietà al progetto di potenziamento dell'USTRA e incoraggiano al completamento a sud di Alptransit

BELLINZONA - «Nuovi soldi per favorire traffico e inquinamento non sono più accettabili». A ribadirlo sono i Verdi del Ticino che - dando seguito a una risoluzione approvata nell’assemblea dello scorso giugno - hanno inoltrato oggi una richiesta al direttore del DT Claudio Zali, alla Commissione regionale dei trasporti del Mendrisiotto e Basso Ceresio e ai Municipi per meglio valutare le conseguenze del progetto di potenziamento dell’autostrada A2 tra Lugano e Mendrisio dell’USTRA.

Nel dettaglio, sono tre gli aspetti toccati dalla sezione ticinese del partito. Il primo di questi concerne il coinvolgimento nella Commissione di accompagnamento politico del progetto tutti i Comuni del Mendrisiotto e Basso Ceresio, in quanto le eventuali ripercussioni non sarebbero limitate alle sole realtà comunali toccate dal cantiere. «L’aumento dell’inquinamento, la creazione di un collo di bottiglia tra Mendrisio e Chiasso e l’impatto sul verde rimasto sarebbero sicuramente conseguenze nefaste per la regione già sotto pressione in questi ambiti».

«Se è vero che quando si parla di traffico si parla anche di libertà personali, andando a toccare un tema molto delicato, è fondamentale però che nel 2019, anno delle scelte per il clima, si esca dalle vetuste soluzioni prefabbricate degli anni ’80», scrivono i Verdi incoraggiando al completamento a sud di Alptransit, con un un potenziamento della linea TiLo e dei trasporti pubblici in generale e la concretizzazione su vasta scala di progetti di mobilità aziendale.

Infine, in termini di «scelte di mobilità», il partito chiede agli organi competenti coinvolti di prendere posizione contro il concetto di fluidificazione del traffico autostradale tra Lugano e Mendrisio che prevede l’aumento delle corsie di traffico a sei in tutto. «Con la proposta di aumentare il potenziale autostradale infatti non solo non si rispettano le basi per adempiere all’obiettivo di salvaguardia dell’ambiente, ma si denota un profondo lassismo in questo senso», concludono i Verdi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sedelin 2 anni fa su tio
i verdi hanno ragione da vendere. il mondo si mobilita in massa per chiedere di risolvere celermente il problema delle emissioni (co2 e polveri fini) e l'ustra si fa beffe del problema aumentandone la dimensione. roba da matti!
Meno 2 anni fa su tio
@sedelin Sedelin, tranquilla che le code che si formano giornalmente creano più inquinamento che se ci fosse un flusso continuo, non è penalizzando il traffico motorizzato che riduci l'inquinamento perché: -In pochi sceglieranno i mezzi pubblici come sostituzione della macchina, buona parte di quelli che possono già lo fanno (non si può chiedere una persona di impiegare 2-3 ore in viaggio al giorno quando invece con la macchina ne impiegherebbe 40-60 minuti per fare un esempio) -Chi si muove lo fa perché deve (raggiungere il posto di lavoro, fare acquisti, ecc) non certo perché l'autostrada è più larga.
GI 2 anni fa su tio
Purtroppo si insiste con voler creare nuove strade....anziché intraprendere misure (come fanno da tempo altrove) al fine di ridurre il numero dei veicoli che ogni giorno scorrazzano sulle nostre strade ....
Meno 2 anni fa su tio
@GI Con i mezzi pubblici si fa, peccato che il Ticino è messo male, per molti (che non vivono in città e non lavorano in città, quindi spesso e volentieri non hanno tratte ben servite) i tempi si allungano troppo per essere un'alternativa
matteo2006 2 anni fa su tio
Fino a che il trasporto pubblico non sarà più attrattivo non ci saranno molte soluzioni attuabili le persone continueranno ad usare la macchina per necessità e anche per comodità.
Tato50 2 anni fa su tio
Completare Alptransit, sempre che venga fatto, vuol dire aspettare alcuni decenni. Molti dei verdi che fanno questa richiesta, se gli va bene, saranno nonni gli altri "cenere" -;((
ugobos 2 anni fa su tio
I verdi?? peccato che di verde non hanno niente
Meno 2 anni fa su tio
Non si parla solo di libertà personali, ma diritto di lavorare in Ticino senza perdere ore sui mezzi pubblici! Inoltre i verdi dimenticano sempre che le persone non usano le autostrade perché sono più larghe, ma perché hanno la necessità di raggiungere un posto (spesso per lavoro) quindi ci saranno aumenti di traffico se aumentano i posti di lavoro o c'è qualcosa che attira turisti/clienti, mica certo per l'autostrada! del tipo: "oggi non so cosa fare... dai che vado in autostrada perché la hanno aggiunto una corsia!" No Comment...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
18 min
«Ci chiamano doule, accompagniamo alla vita, ma anche alla morte»
Assistono al parto, ma sono presenti anche al termine di una vita. Una di loro racconta cosa vuol dire essere doula.
CAPOLAGO
9 ore
Una sella di capriolo "no vax"
I ristoratori si ingegnano per accogliere i clienti non vaccinati. Anche in camper, se serve.
LUGANO
12 ore
Per Film Festival Diritti Umani Lugano il ritorno in sala è stato davvero dolce
Si conclude oggi un'edizione 2021 che non si è fermata davanti al Covid e ha puntato anche sullo streaming
CANTONE
14 ore
«I pazienti chiedono la terza dose»
Medici di base sollecitati «con insistenza». Secondo Christian Garzoni è il momento di introdurla
FOTO
ARBEDO-CASTIONE
16 ore
Parco giochi nel mirino di un automobilista
Nella notte una vettura ha divelto una rete metallica e demolito una panchina ad Arbedo. È caccia all'auto
LUGANO
19 ore
In Ticino è tempo di olive
Il prossimo 30 ottobre a Gandria si terrà l'ormai tradizionale raccolta
CANTONE
20 ore
«Mafia gay», la Procura indaga per discriminazione
Pink Cross ha presentato una denuncia contro il direttore di una rivista residente a Lugano
LUGANO
1 gior
Chi ordinò la demolizione? L’inchiesta davanti al muro dei malintesi
Si allontana il reato di "abuso di autorità", mentre per ora rimane l’accusa ai Molinari di "violazione di domicilio"
BELLINZONA
1 gior
«Il sindaco è fan del PSE? Cosa intende fare per favorirlo?»
Scatta l'interpellanza. Mario Branda nel mirino dell'MPS per il suo sostegno al progetto del Polo Sportivo di Lugano
BREGAGLIA (GR)
1 gior
Scontro frontale a Castasegna: un ferito
L'incidente si è verificato sabato mattina nelle vicinanze del valico doganale
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile