tipress (archivio)
CANTONE
29.08.19 - 07:520

L’MPS lancia una nuova iniziativa contro il dumping

Riprenderà in gran parte le proposte contenute nell'iniziativa (bocciata) del 2016, integrandole con nuove proposte, in particolare quelle relative al controllo delle discriminazioni di genere

BELLINZONA - Contro il dumping salariale e a favore di un maggior controllo del mercato del lavoro. E su questi presupposti che l'MPS ha deciso di lanciare a breve una nuova iniziativa popolare cantonale,

«Negli ultimi mesi, con sempre maggiore frequenza, appaiono denunce pubbliche di situazioni di mancato rispetto delle più elementari leggi e regolamentazioni relative alle condizioni di lavoro (salari, orari, trasferte, etc.)», sottolinea l'MPS in una nota odierna. «Si sono pure intensificati - prosegue - i casi (supportati pure da pubbliche denunce) di dumping salariale, di sostituzione di personale ben remunerato con personale meno pagato e meno qualificato, di diffusione del lavoro gratuito (stage non pagati), di lavoro precario e di sottooccupazione».

Per il Movimento per il Socialismo, insomma, il mercato del lavoro «affonda sempre più in una sorta di barbarie dove vige solo la legge del più forte e dove quelle già di per sé minime regolamentazioni vengono sempre più ignorate».

Già nel 2016 era stata messa in votazione l’iniziativa “Basta con il dumping salariale in Ticino”. Essa chiedeva una serie di misure per un maggiore controllo del mercato del lavoro (un ispettore ogni 5'000 occupati, la notifica sistematica di tutti i contratti individuali di lavoro – sia al momento della costituzione che dello scioglimento, la realizzazione di una statistica salariale cantonale sulla base di queste notifiche).

Come si ricorderà quell’iniziativa venne sconfitta di poco (45% di sì contro il 52% di no), a vantaggio del controprogetto. «Confermando i nostri peggiori sospetti - sottolinea l'MPS -, il controprogetto si è rivelato per quello che era: una truffa. Invece dei 18 ispettori promessi ne sono stati assunti solo 5, e nemmeno tutti attivi nel controllo dei salari e delle condizioni di lavoro».

L’MPS, a questo punto, pensa che questa battaglia vada rilanciata anche sul piano legislativo. Per questa ragione la sua recente assemblea cantonale ha deciso di lanciare, nelle prossime settimane, una nuova iniziativa popolare contro il dumping salariale e sociale che riprenderà in gran parte le proposte contenute nella precedente iniziativa, integrandole con nuove proposte, in particolare quelle relative al controllo delle discriminazioni di genere (in particolare della parità salariale).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
5 ore
Il salario minimo è legge
Sarà compreso tra i 19.75 e i 20.25 franchi l'ora. Il Gran Consiglio ha approvato così la norma che concretizza "Salviamo il lavoro in Ticino"
LUGANO
5 ore
Dopo la segnalazione arrivano i «massi contro i gradassi»
In via Ligaino sono comparse delle grosse pietre che impediscono i parcheggi selvaggi
VACALLO / NEGGIO
6 ore
Materiale di voto spedito in ritardo: «Il Cantone faccia coraggiosamente ammenda»
Neggio e Vacallo reagiscono alle accuse di essere responsabili dei problemi legati al voto degli svizzeri all'estero
LUGANO
7 ore
«Sommersi di telefonate, i dipendenti sono spaventati»
Licenziamenti alla EFG. Nella banca c'è un clima «di paura» per un possibile smantellamento. L'allarme dell'ASIB
CANTONE
9 ore
La difesa: «Ha reagito per rabbia e frustrazione»
Il legale del ventiquattrenne a processo per il delitto di Caslano si è battuto per una pena non superiore agli undici anni
CANTONE
10 ore
Uccise la nonna «per vendetta»
L’accusa ha chiesto una condanna di sedici anni, sospesa a favore di un trattamento stazionario, nei confronti dell'autore del delitto di Caslano
CANTONE
11 ore
Pronzini sbotta contro Gobbi: «Non si permetta di paragonarmi alla Stasi»
«Ribadisco a tutti di rimanere nei limiti del rispetto delle persone», ha detto Claudio Franscella rivolgendosi a entrambi e all'aula
FOTO E VIDEO
LUGANO
12 ore
I bambini davanti a un quadro di Van Gogh. Le loro reazioni
Stupore e incredulità dei più piccoli di fronte alla mostra virtuale che ha già registrato 10.000 visitatori. Le risposte più divertenti dei bimbi
FOTO E VIDEO
BELLINZONA/ANCONA
13 ore
Scontro burocratico al porto: resta a terra con la merce per i terremotati
Il viaggio umanitario di Besnik H., classe 1976, partito dal Ticino subisce una brusca frenata nelle Marche. Ecco il video che mostra ciò che è successo
CANTONE / BERNA
14 ore
Il Governo ticinese si congratula con Cassis
«L’auspicio è che la sua presenza continui ad aiutare a comprendere meglio le sfide alle quali è confrontato il Ticino e porti un contributo alla coesione nazionale»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile