Ti Press
CANTONE
18.07.19 - 08:500
Aggiornamento : 09:15

«A quando un monitoraggio annuale della popolazione?»

Matteo Pronzini chiede di sviluppare uno strumento operativo interno all'Amministrazione cantonale che permetta di monitorare la situazione economica e sociale della popolazione

BELLINZONA - Nelle Linee direttive 2016-2019 era previsto di «sviluppare uno strumento operativo interno all'Amministrazione cantonale che permetta di monitorare la situazione economica e sociale della popolazione a livello cantonale, regionale e comunale, e di seguirne l'evoluzione negli anni, con la pubblicazione di un rapporto annuale» (scheda 46). La legislatura è conclusa e dello strumento di monitoraggio - al momento - non si sa nulla.

Questo «ritardo che appare inspiegabile, tanto più che vi sono altri cantoni che l’hanno già introdotto da molti anni a cui ispirarsi», è oggetto di un'interrogazione e di una mozione formate da Matteo Pronzini che sottopone al Governo diverse domande:

  • A che punto è l’attuazione dello strumento di monitoraggio sociodemografico ed economico della Popolazione?
  • Come mai questo ritardo?
  • Quanti altri cantoni hanno già introdotto questo strumento e da quanti anni?
  • Nei cantoni in cui è stato introdotto è stato poi possibile monitorare l’impatto delle politiche sociali?
  • Nei cantoni in cui è stato introdotto il rapporto è interno o pubblico? Come mai in Ticino si è previsto un monitoraggio a uso interno?
  • Quali difficoltà particolari ha riscontrato il Ticino rispetto agli altri cantoni che hanno già introdotto questo strumento?
  • A quali cantoni pensa di “ispirarsi” i Ticino per elaborare lo strumento di monitoraggio? E per quali ragioni?
  • Il Rapporto sociale previsto “ad uso interno” sarà elaborato tra vari Uffici del cantone? Come sono stati ripartiti pesi e ruoli tra la direzione del DFE e quella del DSS? È stata prevista una “governance” di progetto? Ad esempio in caso di diverbio, è già stato deciso quale dei due dipartimenti avrà più peso?

Pronzini approfitta dell'interrogazione anche per chiedere chiarimenti in merito ad alcune affermazioni circolate sui media

  • Rappresentanti delle associazioni economiche e di alcuni partiti hanno affermato che “solo un migliaio di beneficiari dell’assistenza sono ricollocabili”. A noi risulta che nel 2017 c’erano 1'862 occupati in assistenza e 3'831 disoccupati stando alle cifre dell’UST, 1'001 occupati e 2'551 disoccupati stando all’USSI (sistemi di calcolo diversi). Comunque entrambe le statistiche valutano il loro numero ben oltre la soglia del “solo un migliaio”. Come mai nessun ufficio dell’amministrazione cantonale non è intervenuto per rettificare? O almeno per spiegare chi sono i beneficiari dell’assistenza e come lo Stato cerca di aiutarli?
  • Si è pure letto che “l’assistenza aumenta a causa degli uomini divorziati e dei divorzi”. A noi risulta che in realtà il numero di donne divorziate è nettamente superiore a quello degli uomini e in generale il numero di divorziati è aumentato maggiormente dal 2011, data dell’introduzione della revisione delle Legge sull’assicurazione contro la disoccupazione. L’andamento dei beneficiari divorziati segue quello generale del numero dei beneficiari che aumenta pure dopo il 2011. Le nostre affermazioni sono esatte? Se sì, perché l’amministrazione cantonale non è intervenuta per rettificare?
  • Quanti sono i giovani disoccupati fra i 18 e i 25 anni senza formazione professionale sul totale dei disoccupati in assistenza in base alle cifre fornite dall’Ust?
  • Di quanto sono aumentati i beneficiari dell’assistenza fra i 46 e 55 anni e fra i 56 e i 64 anni rispetto all’aumento delle popolazione nelle stesse fasce di età?
  • Il tasso di persone in assistenza in Ticino risulta basso poiché esistono aiuti che evitano il passaggio in assistenza. A noi risulta però che il tasso è aumentato di 0,8 punti percentuali dal 2005 a 2017 passando d 1,9 a 2,7%, mentre in Svizzera è rimasto stabile. È esatto? A cosa attribuisce questo aumento il Consiglio di Stato?
  • Il tasso di persone in assistenza in Ticino è più basso rispetto alla media svizzera, ma a noi risulta che per le classi di età 46-55 anni e 56-64 anni il tasso sia ormai uguale a quello svizzero? È esatto? A cosa attribuisce questo sviluppo il Consiglio di Stato?

 

Allegati
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
VIDEO
BELLINZONA
44 min
Scherzi pazzi alla gente per strada: è già clima Rabadan
Il video per le vie della capitale. L’antipasto in vista della 157esima edizione del carnevale più seguito nel Ticino
LUGANO
1 ora
Auto in avaria, code sull'A2
Disagi in direzione nord. Chiusa la corsia di sinistra
COMANO
4 ore
Saltano 12 posti di lavoro alla RSI
Prepensionamenti e non sostituzioni dei partenti, ma non si escludono licenziamenti e diminuzioni del tempo di lavoro
LOCARNO
5 ore
Non rispetta la precedenza, centrato da un'auto della Comunale
L'incidente è avvenuto ieri sera a Locarno, davanti alla centrale di polizia
CONFINE
8 ore
«Li perdono, ma intanto li ho denunciati»
Ladri in azione nella villa di monsignor Grampa. L'ex vescovo di Lugano: «Bottino magro, solo oggetti devozionali»
CANTONE / MILANO
9 ore
«Altro che volante, a me tutto il cruscotto»
Ennesima vittima della banda milanese che, in questo caso, ha colpito la sera di S. Valentino. Il danno? Circa 17mila franchi
LUGANO
11 ore
Tensioni in casa Swica: quella donna può permettersi di tutto
Il recente articolo di Tio/ 20 Minuti ha sollevato un polverone. Diverse le nuove testimonianze. Tutte contro la responsabile vendita
FOTO
TESSERETE
11 ore
Trovo l'acqua in Amazzonia, e loro mi regalano sorrisi
Saverio Mondini ha dedicato quasi metà della sua vita in Brasile, seguendo in prima persona gli aiuti umanitari della sua associazione
CANTONE
19 ore
Legionellosi, una doccia pubblica chiude i rubinetti
Da un recente controllo trovate strutture non conformi. In una di queste la contaminazione era massiccia
BALERNA
20 ore
Il tentato scippo sventato con una caramella
La polizia, intanto, ha già fermato il malvivente
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile