tipress
CANTONE
07.06.19 - 13:040

Dimissioni di Martignoni, anche l'MpS sottolinea lo scarso uso dei giudici supplenti

Al Governo, tramite un'interrogazione, vengono chiesti lumi sulla partecipazione dei giudici, sui criteri di scelta e sui numerosi casi in giacenza

BELLINZONA - La notizia delle dimissioni di Brenno Martignoni non ha tardato a suscitare reazioni. Le motivazioni addotte dal giudice supplente, come riportato da Ticinonline / 20Minuti, sono stanzialmente da ricondurre ad «un impiego, su chiamata, assai limitato…», come riferito dallo stesso avvocato.

Come fa però notare l'MpS in un'interrogazione, «un giudice supplente può, di fatto, svolgere tutte le attività attribuite al magistrato ordinario». «Di conseguenza - proseguono Matteo Pronzini, Simona Arigoni e Angelica Lepori - gli 8 giudici supplenti possono svolgere dei processi penali sia in qualità di giudice unico, presidente della corte o giudice a latere».

L'MpS fa pure notare come tuttavia il Governo, lo scorso maggio, abbia segnalato in modo inequivocabile che la situazione degli incarti in giacenza è estremamente preoccupante. E non manca quindi di interrogarsi sul perché di queste lungaggini.

Alla luce di queste considerazioni l'MpS pone al Consiglio di Stato i seguenti interrogativi:

1. Nel 2017 a quanti processi hanno partecipato i singoli giudici supplenti (suddivisi tra giudice unico, presidente, giudice a latere)?
2. Nel 2018 a quanti processi hanno partecipato i singoli giudici supplenti (suddivisi tra giudice unico, presidente, giudice a latere)?
3. Nel 2019 (gennaio-maggio) a quanti processi hanno partecipato i singoli giudici supplenti (suddivisi tra giudice unico, presidente, giudice a latere)?
4. A chi spetta la scelta di “convocare” i giudici supplenti?
5. Sulla base di quali criteri vengono convocati?
6. Ha discusso delle dimissioni dell’avvocato Martignoni Polti? Se si a quali conclusioni è giunto? Se no per quali ragioni non ha ritenuto necessario discuterne?
7. Lo scorso 3 agosto 2018 il Consiglio di Stato ha “nominato” la giudice supplente Manuela Frequin Taminelli quale “giudice straordinario”. Sulla base di quali criteri la giudice supplente Manuela Frequin Taminelli è stata preferita agli altri 7 suoi colleghi giudici supplenti?
8. Per i casi in giacenza, nel 2018, quale è stato il tempo medio, minimo e massimo d’evasione (dalla entrata dal caso alla chiusura)?
9. Per quale ragione non si è provveduto ad evadere il “preoccupante numero di casi in giacenza” -che a fine 2018 risulta essere ancora superiore ai 200 casi- tramite un utilizzo maggiore dei giudici supplenti?

3 mesi fa Martignoni si dimette da giudice. Critico sul non uso dei supplenti
TOP NEWS Ticino
LUGANO / MILANO
10 ore

19enne anarchico di Lugano si consegna alla Polizia

Il giovane farebbe parte del gruppo che lo scorso 9 febbraio a Torino, durante un corteo, mise a ferro e fuoco la città

CANTONE
11 ore

Si cerca Danial Tekinov

Classe 2005, il ragazzo è scomparso durante il tragitto casa/scuola

LUGANO
12 ore

La vie en rose di Plein a Milano con citazione finale in Pretura a Lugano

La Barzanò & Zanardo, società leader nella tutela dei marchi, reclama dallo stilista oltre 400mila franchi per fatture non saldate. Si presenterà? «Il personaggio è imprevedibile» dicono

CANTONE
13 ore

Tutto il Ticino sotto l'occhio vigile dei radar

Nessun distretto sarà escluso dei controlli della velocità mobili e semi-stazionari della prossima settimana

FOTO E VIDEO
CANTONE
14 ore

Evacuata l'Ikea di Grancia

Sul posto 4 veicoli del Pompieri. L'allarme è rientrato dopo una manciata di minuti

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile