Cancelleria dello Stato
MENDRISIO
17.05.19 - 11:510

Norman Gobbi incontra i funzionari dirigenti del DI

Il Consigliere di Stato ha passato in rassegna i macro obiettivi della legislatura. Nel pomeriggio, come da tradizione, i collaboratori hanno partecipato al Tiro federale in campagna

MENDRISIO - Il primo incontro della nuova legislatura tra il Consigliere di Stato Norman Gobbi e i suoi funzionari dirigenti ha avuto luogo lunedì 13 maggio 2019 a Mendrisio. Come da tradizione, durante la prima parte del pomeriggio le collaboratrici e i collaboratori del Dipartimento delle istituzioni si sono cimentati nel tradizionale Tiro federale in campagna. Durante la seconda parte dell’evento, invece, il Direttore del DI ha indicato gli obiettivi strategici che intende raggiungere nel quadriennio appena iniziato.

Il Consigliere di Stato Norman Gobbi ha passato in rassegna i macro obiettivi politici della legislatura 2019-2022: la difesa dei valori e della cultura locali, lo sviluppo di una visione dello Stato più moderna e in sintonia con il cittadino, la garanzia di un’adeguata protezione di persone e beni sul territorio cantonale, la riduzione degli oneri burocratici, il rafforzamento delle relazioni con i Comuni, la Confederazione e l’Italia nonché una maggior libertà economica per aziende e persone.

«Per farlo, ha affermato il Consigliere di Stato Norman Gobbi, sarà fondamentale che tutti i settori del Dipartimento garantiscano il massimo impegno. In gioco ci sono la fiducia che i cittadini ticinesi nutrono nei confronti delle Autorità cantonali e la soddisfazione delle loro aspettative attraverso l’offerta di un servizio pubblico altamente qualitativo e al passo con i tempi». Una particolare attenzione sarà quindi dedicata al progetto di servizio all’utenza che mira a porre al centro dell’azione dei servizi del Dipartimento proprio la soddisfazione del cittadino.
Nella cornice momò del poligono di tiro di Mendrisio, i quasi cinquanta dirigenti presenti hanno avuto la possibilità di cimentarsi nella tradizionale competizione del Tiro federale in campagna, una gara con pistola e fucile d’ordinanza. Athos Solcà, ufficiale della Polizia cantonale, si è aggiudicato il primo posto nella classifica individuale con il fucile, mentre Antonio Ciocco, pure lui ufficiale della Polizia cantonale, è risultato il vincitore della gara in combinata e di quella individuale con la pistola. Tra le donne, la miglior tiratrice in tutte le discipline è stata Silvia Marconcini, responsabile dell’Ufficio dell’incasso e delle pene alternative.

Cancelleria dello Stato
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MORBIO INFERIORE
2 ore
Alle Medie di Morbio Inferiore altri 25 casi di coronavirus
Undici sono verosimilmente riconducibili alla variante inglese del virus. Sono state testate 460 persone
CANTONE
2 ore
«Abbiamo 18 detenute alla Farera. Bisogna trovare una soluzione»
La Commissione di sorveglianza sulle condizioni di detenzione ha chiesto un incontro al Dipartimento delle istituzioni.
CADENAZZO
6 ore
Un'intossicazione alimentare dietro ai malori alla Posta
Venerdì scorso tre collaboratori del Centro logistico erano stati trasportati in ambulanza all'ospedale.
CANTONE
7 ore
Torna a nevicare in pianura
Meteo Svizzera lancia l'allerta. Pericolo "marcato" da questa sera fino a mezzogiorno di domani
CANTONE
8 ore
In Ticino altri 114 contagi e 4 decessi
Calano i ricoveri in ospedale, ma non i pazienti in terapia intensiva. Il bollettino del medico cantonale
CANTONE
8 ore
Mercato dell'auto in crisi: «Vediamo quanti sopravviveranno»
Nel 2020 le vendite sono crollate del 24%. E gli aiuti sono stati pochi.
LUGANO 
12 ore
Più che Lombardi «luganese»
Da qualche giorno Filippo Lombardi è a tutti gli effetti domiciliato nella città dove intende correre per il Municipio
CANTONE
12 ore
I tamponi a scuola sono un lusso
Mentre il Decs è alle prese con la variante inglese, gli istituti privati fanno da sé. Il caso "esclusivo" della Tasis.
CANTONE
1 gior
Luci rosse spente: «Le nostre ragazze ora lavorano a Berna»
Lo sconcerto del gerente dell'Oceano: «La coerenza? Quali distanze sociali si possono garantire in un bordello?»
ITALIA / CANTONE
1 gior
«Stressate» dalla scuola: 13enni fiorentine scappano in Ticino
Sono state localizzate grazie ai telefoni cellulari e individuate su un treno diretto a Lugano
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile