Ti Press (archivio)
BIASCA
15.05.19 - 09:540

Zone 30 per la qualità di vita del borgo

A chiederle è un'interpellanza firmata da tutti i gruppi presenti in consiglio comunale

BIASCA - Negli ultimi anni, in Svizzera, il numero delle strade in cui la velocità consentita è stata ridotta a 30 chilometri orari è esploso. La questione della velocità del traffico nel centro di Biasca era già stata affrontata a suo tempo, ma le varie proposte erano state posticipate o rinviate. La Commissione ambiente ed energia aveva ad esempio indicato nel suo rapporto consegnato al Municipio il 9 dicembre 2014 la pedonalizzazione parziale della piazza centrale (zona d’incontro) come priorità per il 2015 e l’introduzione di zone 30/20 come priorità per la legislatura 2016-20. 

Ora un'interpellanza interpartitica chiede di passare dalle parole ai fatti, introducendo queste zone «che portano a evidenti benefici a livello di sicurezza e di inquinamento fonico e in
definitiva di qualità di vita» anche a Biasca. In particolare nelle seguenti zone:

Zone sensibili prioritarie come piazza centrale; zone adiacenti le scuole; spazio antistante la Stazione FFS (dove potrebbe essere introdotte anche delle zone di incontro)

Zone residenziali intensive su strade secondarie comunali come ad esempio:

  • “Borgo vecchio” (comparto tra via Cimitero, via ai Grotti e via Parallela);
  • comparto a sud della ferrovia fino via Iragna (via Zurigo, Basilea, Berna, Losanna e vie Castelnuovo, Fontana, Vela e Longhena), Stradone Vecchio Nord compreso;
  • comparto tra via Iragna e via Quinta (compresa);
  • zona “Bosciorina” (tra via Gottardo e via al Maglio),
  • zona Vallone (via Greina, Adula e Simano). 

Ecco, nel dettaglio, le domande contenute nell'interrogazione:

  1. Quali passi verso zone 30 o zone d’incontro sono già pianificati e previsti nell’ambito del Piano di mobilità scolastica?
  2. Il Municipio ha affrontato di nuovo la riflessione sulle moderazioni del traffico (oltre che per quanto riguarda il PMS?)? Se sì, con quali considerazioni e decisioni?
  3. Quali considerazioni e conclusioni sul tema sono state fatte nell’ambito della revisione di piano regolatore in corso?
  4. Negli ultimi 10 anni sono state svolti dei monitoraggi e delle analisi della percorrenza di strade comunali? Se sì, con quali risultati e conclusioni?
  5. Quali zone tra quelle indicate sono ritenute prioritarie per il Municipio? Vi sono altre zone considerate oppure altre misure?
  6. Con quali tempistiche si immagina di poter introdurre delle limitazioni? 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
LIVE
Verso la nuova normalità: il Cantone fa il punto della situazione
A Bellinzona è in corso la conferenza stampa del Consiglio di Stato e dello Stato maggiore cantonale di condotta
CANTONE
25 min
Coronavirus: due nuovi contagi
Il numero dei morti resta immutato. Aumenta, invece, quello dei dimessi
CANTONE
1 ora
Condanna per la titolare dello studio "Lex e Iustizia"
Per il giudice la donna ha millantato competenze non in suo possesso traendo in inganno i suoi clienti
CANTONE
3 ore
Pigioni ai tempi del Covid: «Il silenzio del Governo è scandaloso»
Il presidente dell'Asi sulle piccole e medie imprese: «Si rischia un bagno di sangue»
CANTONE
3 ore
I ristoranti superano l'esame Covid e brindano all'allentamento
Il settore supera la serie di controlli della polizia e si prepara a meno restrizioni
CANTONE
14 ore
«Basta polemiche, mio figlio ha già superato il test della vita»
Covid-19: parla la mamma di un liceale che avrebbe dovuto sostenere gli esami di maturità. Poi annullati.
LAVERTEZZO
16 ore
Assembramenti sul Ponte dei Salti: «I furbetti ci sono sempre»
Il sindaco di Lavertezzo sulla gestione di turisti e avventori: «Gli svizzero tedeschi sono un po' meno accorti»
CANTONE
17 ore
A scuola ma solo per (almeno) un incontro
Gli istituti del grado postobbligatorio riapriranno l'8 e chiuderanno il 19 giugno. Servirà per un "bilancio"
LUGANO
21 ore
«Gandria rischia di affondare»
Attività in difficoltà a causa del virus ma anche della mancanza di parcheggi e collegamenti
CANTONE
22 ore
Ticino gran beneficiario di crediti Covid-19
Il nostro è il Cantone con la più alta percentuale di crediti concessi.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile