Tipress
CANTONE
03.05.19 - 11:290

Verdi: «Accelerare il processo di trasferimento del trasporto merci da strada su rotaia»

Il gruppo parlamentare ha inoltrato una mozione, al fine di rispondere ai bisogni di sicurezza e di diminuzione delle emissioni dovute al traffico pesante

BELLINZONA - Con questa prima mozione inoltrata ufficialmente ieri, il gruppo parlamentare dei Verdi del Ticino chiede che il governo ticinese aumenti in maniera sostanziale la pressione sul governo federale per lo spostamento del traffico merci su rotaia rispettando i termini di legge, «al fine di rispondere ai bisogni di sicurezza e di diminuzione delle emissioni dovute al traffico pesante».

Sicurezza - Secondo una recente statistica pubblicata dall’USTRA, un terzo dei veicoli pesanti controllati a partire dal 2015 non rispettava le norme legali per quanto riguarda lo stato del veicolo o del conducente, mentre più di un camion su dieci è stato fermato in quanto giudicato inadatto al proseguimento del viaggio, ricordano i Verdi. «Il governo ticinese non può aspettare il completamento del secondo tubo per rispondere all’esigenza di mantenere sicura la galleria del San Gottardo, ma deve aumentare il suo impegno concreto per far applicare e rispettare l’iniziativa delle Alpi votata dal popolo svizzero nel 1994 ed aumentare i controlli dei mezzi pesanti sulle nostre strade».

Emissioni - Per i Verdi il periodo storico in cui ci troviamo chiede da parte della politica uno sforzo maggiore per controllare le emissioni di CO2. «Inaccettabile dunque che il governo ticinese aspetti ancora che siano gli altri ad agire e non si adoperi in maniera forte e decisa per diminuire il numero di veicoli pesanti che transitano attraverso il nostro cantone per raggiungere il nord delle Alpi». La salute pubblica e del nostro pianeta «merita più attenzione ed impegno da parte dei nostri rappresentanti in consiglio di Stato».

Firmatari: Cristina Gardenghi, Samantha Bourgoin, Claudia Crivelli Barella, Marco Noi, Nicola Schoenenberger e Andrea Stephani

Commenti
 
beta 1 mese fa su tio
I camion , sicura entrata per le casse, lasciano almeno un Franco di tassa sul traffico pesante, sia carichi o vuoti . Credete che la confederella rinunci a queste sicure entrate ?
gabola 1 mese fa su tio
Considerate che OGNI camion che transita dal gottardo per ogni passaggio lascia 18 fr al governo,(camion 40 ton e solo x il gottardo,senza pensare al resto che paga ogni km percorso su territorio CH)credete che a berna interessa spostarli su ferrovia?
gabola 1 mese fa su tio
Ma lasciare il Gottardo galleria per transito professionale e i viaggiatori turisti in primis treni navetta o i sa rangia? Dopo tutto quando ci sono km di code camion non ce ne sono...
GI 1 mese fa su tio
magari tutta gente che ordina "dalla rete"....e poi si lamentano se ci sono autocarri per strada (che portano i loro pacchetti....)
gabola 1 mese fa su tio
@GI Sicuro,o che va a bere il caffe col suv
seo56 1 mese fa su tio
Accelerare il secondo tunnel!!
marcopolo13 1 mese fa su tio
E accelerare il secondo tunnel...
jena 1 mese fa su tio
complimenti per la scelta della foto... unico camion che non verrà caricato su treno...
Nmemo 1 mese fa su tio
Troppo poco Verdi! Si chiedano misure radicali: il fermo del veicolo (motrice), al confine e la sostituzione prima di proseguire. Le norme federali si applicano alla lettera.
GI 1 mese fa su tio
possiamo accelerare come vogliamo ma, e non è una novità, la via ferrata ha i suoi limiti di capacità.......e poi, semmai, chi vorrebbe una maggiore circolazione (leggasi durante le ore notturne) ??
Mattiatr 1 mese fa su tio
@GI Diciamo che è già piena, nella galleria di base del S.Gottardo passano treni ogni 7 minuti (non sono pochi). Servirebbe fare altre due gallerie ad Airolo e raddoppiare la tratta Nord Sud. Oltre a fare un'altra piazza di carico. Però non è compito né cantonale né comunale. Per quanto mi riguarda potrebbero fare una linea ferroviaria per ogni valle, solo che costerebbe un bel po'.
centauro 1 mese fa su tio
@Mattiatr Usare il vecchio tunnel ferroviario del Gottardo solo per i tir? potrebbe essere una ipotesi ma costerebbe più energia per tirare i treni......
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora

Ben 350mila franchi per la TI 7851. Ma è un errore

La Sezione della Circolazione si è mostrata comprensiva con l'offerente. E la targa ritornerà all'asta

CANTONE / FRANCIA
4 ore

Ticinesi bloccati in Corsica: «Nella notte se le sono date di santa ragione»

Incubo finito dopo 24 ore bloccati sul traghetto. «Questa mattina siamo ripartiti. Ma che esperienza...»

CANTONE
5 ore

Un esercito di ticinesi indebitati

I numeri di Caritas Ticino: in quattro anni le richieste d'aiuto sono decuplicate. «E non riguardano solo giovani o disoccupati»

CANTONE
7 ore

Dal licenziamento a 50 anni alla rinascita. Passando per una tragedia

La storia di Giovanni Ardemagni che dalla sua esperienza ha tratto il romanzo “Un momento fa, forse”: «Un racconto a tinte giallo noir che pesca dalla realtà, ma in grado di far riflettere»

CANTONE
8 ore

Allievi difficili e vacanze estive: «In Ticino non è prevista la scuola speciale»

A differenza di Zurigo, la presa a carico avviene tramite il Sostegno pedagogico. E non si interrompe con le ferie, spiega la responsabile

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report