Tipress
LUGANO
02.05.19 - 13:380

Lugano dice Sì alla riforma fiscale

La riforma dell'imposizione delle imprese e il rafforzamento finanziario del primo pilastro «sono necessari»

LUGANO - La Città di Lugano sostiene la Legge federale sulla riforma fiscale e il finanziamento dell’AVS in votazione il 19 aprile 2019. La riforma dell’imposizione delle imprese e il rafforzamento finanziario del primo pilastro «sono necessari, da un lato, per adeguarsi al contesto internazionale restando competitivi e, dall’altro, per consolidare l’AVS a fronte del numero crescente di beneficiari di rendite», queste le motivazioni della Città. In particolare, il Municipio accoglie con favore la clausola che istituisce l’obbligo per i Cantoni di compensare parte delle perdite finanziarie dei Comuni.

«Il disegno di legge relativo alla riforma fiscale e al finanziamento dell’AVS prevede, in sintesi, di abolire i privilegi fiscali per le aziende attive prevalentemente all’estero; tassare tutte le aziende in base alle stesse regole; incentivare fiscalmente gli investimenti nella ricerca e nello sviluppo e, non da ultimo, dare ai Cantoni più mezzi per attuare in autonomia queste misure, tenendo conto delle specificità e delle esigenze dei Comuni. Sul breve termine è prevista una riduzione del gettito fiscale per gli enti pubblici di circa 2 miliardi di franchi all’anno, per il medio-lungo periodo si calcolano invece entrate maggiori rispetto allo stato attuale. I Cantoni, da parte loro, sono tenuti a indennizzare in modo adeguato i Comuni per le ripercussioni finanziarie delle riduzioni fiscali a livello cantonale (clausola per i Comuni)» ricorda la Città.

Introdotti anche i Comuni - La nuova riforma è stata promossa anche dall’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS) che - all’indomani della bocciatura della legge sulla Riforma III dell’imposizione delle imprese - si era attivata con Berna per avviare al più presto l’elaborazione di un nuovo pacchetto che potesse trovare il consenso. In particolare, l’ACS si è preoccupata di ottenere un’adeguata compensazione dei Comuni, assente nel disegno di legge respinto il 12 febbraio 2017 «che aveva pensato solo ai Cantoni». La clausola per i Comuni prevista nel nuovo progetti risponde alle aspettative dell’Associazione e della Città di Lugano, che già si era espressa a favore di una compensazione per i Comuni nel 2017.

«Dal 2020 nelle casse dell’AVS entreranno dunque 2 miliardi di franchi supplementari all’anno. Le imprese e gli assicurati contribuiranno nella misura di 1.2 miliardi annui: i contributi AVS aumenteranno dello 0.3%, per datori di lavoro e salariati ciò significa un aumento delle quote pari allo 0.15% ciascuno (1.50 franchi su 1000 franchi di salario)».

Lugano accoglie con soddisfazione la misura relativa alla promozione dell’innovazione che, attraverso un trattamento fiscale favorevole, «permetterà di sostenere le imprese innovative». L’imponibilità degli utili da brevetti sarà infatti ridotta e potranno essere accordate deduzioni supplementari per la ricerca e lo sviluppo, «con ricadute positive sulla competitività del polo elvetico dell’innovazione e sull’occupazione. Un ulteriore passo verso il consolidamento dell’economia svizzera. In generale, si ridurrà l’imposizione alle PMI, le piccole medie imprese, essenziali per il tessuto economico locale e regionale, e aumenteranno le imposte per le multinazionali».

Per queste ragioni e in considerazione del fatto che senza l’entrata in vigore della nuova legge non vi saranno compensazioni per le perdite fiscali (salvo decisioni autonome dei singoli Cantoni), in accordo con l’ACS la Città invita a votare Sì il prossimo 19 maggio alla Legge federale sulla riforma fiscale e il finanziamento dell’AVS.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
COMANO
3 ore
Saltano 12 posti di lavoro alla RSI
Prepensionamenti e non sostituzioni dei partenti, ma non si escludono licenziamenti e diminuzioni del tempo di lavoro
LOCARNO
3 ore
Non rispetta la precedenza, centrato da un'auto della Comunale
L'incidente è avvenuto ieri sera a Locarno, davanti alla centrale di polizia
CONFINE
7 ore
«Li perdono, ma intanto li ho denunciati»
Ladri in azione nella villa di monsignor Grampa. L'ex vescovo di Lugano: «Bottino magro, solo oggetti devozionali»
CANTONE / MILANO
8 ore
«Altro che volante, a me tutto il cruscotto»
Ennesima vittima della banda milanese che, in questo caso, ha colpito la sera di S. Valentino. Il danno? Circa 17mila franchi
LUGANO
10 ore
Tensioni in casa Swica: quella donna può permettersi di tutto
Il recente articolo di Tio/ 20 Minuti ha sollevato un polverone. Diverse le nuove testimonianze. Tutte contro la responsabile vendita
FOTO
TESSERETE
10 ore
Trovo l'acqua in Amazzonia, e loro mi regalano sorrisi
Saverio Mondini ha dedicato quasi metà della sua vita in Brasile, seguendo in prima persona gli aiuti umanitari della sua associazione
CANTONE
18 ore
Legionellosi, una doccia pubblica chiude i rubinetti
Da un recente controllo trovate strutture non conformi. In una di queste la contaminazione era massiccia
BALERNA
19 ore
Il tentato scippo sventato con una caramella
La polizia, intanto, ha già fermato il malvivente
FOTO E VIDEO
GORDOLA
23 ore
Auto contro un muro, due persone al Pronto soccorso
L'incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio in via Valle Verzasca
LOSONE
23 ore
Reporter maltese uccisa: materiale scottante in Ticino?
Il cronista Orlando Guidetti sta trattando il tema con un importante giornalista italiano. Avrebbe documenti esclusivi sulla morte di Daphne Galizia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile