TiPress - foto d'archivio
CANTONE
06.03.19 - 17:140

Semafori sul Piano di Magadino: «E pedoni e ciclisti?»

Cleto Ferrari ha presentato un’interpellanza al Consiglio di Stato denunciando una mancanza di coerenza nell’ambito dei progetti legati alla mobilità

CADENAZZO - La strada cantonale tra Cadenazzo e Quartino è al centro del dibattito politico. Anche in considerazione della votazione a cui saranno chiamati i ticinesi il prossimo 19 maggio concernente lo stanziamento di un credito di 3’300’000 franchi per la realizzazione dei semafori, anziché le attuali rotonde.

Cleto Ferrari, però, solleva con un’interpellanza inoltrata al Consiglio di Stato un altro problema: non sono stati dimenticati pedoni e ciclisti?

Il deputato ricorda gli interventi del Dipartimento del territorio nel 2016, quando è stata creata una fascia centrale multifunzionale, che però toglie spazio a pedoni e ciclisti: «Non hanno più uno spazio su quella strada che corre all’interno dell’abitato, con ristoranti, bar, negozi fermate del bus, case». Spazio che «è scomparso inghiottito da una striscia rosa multifunzionale poco usata».

Al Consiglio di Stato viene chiesto come intenda migliorare la sicurezza di pedoni e ciclisti, quale ruolo si vuole assicurare alla mobilità lenta nel contesto di mobilità generale e se con il progetto di semaforizzazione il Dipartimento sopprimerebbe più di due km di percorso ciclabile in zona abitata.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
casi89 1 anno fa su tio
avete mai visto un politico governativo andare in bici o a piedi?no,allora non ci vuole niente dei due!!! svegliatevi politici il popolo attende.
Um999 1 anno fa su tio
Qui in Ticino di infrastrutture sensate nel campo della mobilità automobilistica, ciclistica e pedonale non c’è niente. Non mi dite che fare delle strisce per terra in una corsia stradale vecchia di 60 anni si possono considerare infrastrutture????
lilla71 1 anno fa su tio
Si all’asfalto fonoassorbente e ai frontalieri su bus e treno. Zona 30 km/ h da Quartino a Dirinella!
lilla71 1 anno fa su tio
No ai semafori! Si alla pista ciclabile in tutto il Gambarogno !
Equalizer 1 anno fa su tio
Soluzione semplice: i ciclisti li mandiamo a piedi, i pedoni li mettiamo nell'auto, finito il problema. Ghè pü nesün che romp i ball!
miba 1 anno fa su tio
Non vi è dubbio che nel nostro cantone in questo tema abbiamo personaggi azzeccagarbugli nelle sfere alte... Mi piacerebbe sapere chi è il guru responsabile dell'entrata nell'autostrada al Monte Ceneri, alias situazione che mette in pericolo sia i ciclisti che i motociclisti ed anche gli automobilisti... In nessuna parte del mondo dove ho viaggiato ho mai visto una pista ciclabile che taglia una corsia d'entrata in un'autostrada!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile