CANTONE
25.02.19 - 17:360

Rinvio del dibattito sulle borse di studio: «Scelta vergognosa e codarda»

La Gioventù Comunista e il Sisa deplorano la decisione presa dalla Commissione scolastica del Gran Consiglio che di fatto bloccherà la discussione in Parlamento per un ulteriore anno

BELLINZONA - «Oltre al danno, la beffa». «Vergogna». «Scelta codarda». La Gioventù Comunista (GC) e il SISA non nascondo la loro rabbia sulla decisione presa oggi dalla Commissione scolastica del Gran Consiglio che di fatto rinvia nuovamente il dibattito sul rafforzamento degli aiuti allo studio. «I partiti borghesi impediranno al Parlamento di discutere in tempo utile la proposta di aumentare le borse di studio» e questo nonostante il rapporto fosse di fatto pronto. È una vergogna», sbottano i militanti della Gioventù Comunista.

Sulla medesima linea d'onda troviamo anche i rappresentanti del Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti. Che non smorzano i toni. E anzi gettano benzina sul fuoco della polemica. «Con questa decisione, il Gran Consiglio non potrà pronunciarsi in tempo utile per permettere agli studenti ticinesi e alle loro famiglie di beneficiare di un maggior sostegno a partire dal prossimo anno scolastico: si tratta di una scelta vergognosa e che non esitiamo a definire anche codarda».

Una decisione che si scontra contro la petizione firmata da oltre 2'200 studenti coordinati dal Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti a cui i militanti della Gioventù Comunista avevano dato una mano. «Oltre al danno la beffa - tuona il SISA. «Dopo aver tagliato ovunque possibile negli aiuti sociali e nel servizio pubblico ora i deputati di PLR, PPD e Lega non hanno nemmeno il coraggio di dire pubblicamente di essere contrari ad un rafforzamento delle borse di studio, rinviando il dibattito ad un meno burrascoso periodo post-elettorale».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CADENAZZO
6 ore
Senzatetto al freddo: «Cercheremo di aiutarlo»
A notare la situazione di grande disagio una passante. La foto finisce sui social e i City Angels intervengono.
LUGANO
11 ore
I mercatini, in barba al Covid
A Lugano si faranno comunque. Anche se in modo diverso dal solito. Lo ha annunciato oggi il Muncipio
FOTO E VIDEO
GAMBAROGNO
13 ore
Con l'auto elettrica contro un muro, donna ferita a Magadino
L'incidente è avvenuto questa mattina in via Orgnana. La strada è rimasta chiusa per circa un'ora.
FOTO
CANTONE
17 ore
Ajla va come un treno
L'atleta ticinese scelta come testimonial della Ferrovia Centovallina.
CANTONE
17 ore
Altri 214 contagi e cinque morti in Ticino
L'andamento della pandemia nel nostro cantone rimane «seria», ma abbastanza stabile.
FOTO
CANTONE
20 ore
«Quella volta che incontrai Diego a Buenos Aires»
Nel cuore di Maradona c’è sempre stato uno spazio di riguardo per il nostro paese, dove ha soggiornato con le sue figlie.
CANTONE
21 ore
«Solo il 5.7% dei soccorritori ha contratto la malattia»
Il direttore sanitario della Croce Verde luganese ci ha indicato i protocolli per garantire la sicurezza degli operatori
CANTONE / SVIZZERA
1 gior
I coltelli finiranno sotto chiave?
L'attacco di ieri a Lugano è avvenuto con un coltello preso direttamente dagli scaffali della Manor
CANTONE
1 gior
Aggressione alla Manor, l'accusa è di tentato omicidio e lesioni gravi
L'Imam Jelassi: «Condanniamo con forza ogni forma di violenza gratuita a prescindere da chi la commetta»
LUGANO
1 gior
La famiglia rompe il silenzio: «Chiediamo rispetto»
Fotografi e giornalisti davanti all’abitazione dei genitori della 28enne che ha accoltellato una donna ieri alla Manor.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile