Ti Press
CANTONE
04.02.19 - 08:570

Raccolta elettronica delle firme: «Una rivoluzione per la democrazia»

Giorgio Ghiringhelli ha consegnato una petizione al Governo per chiedere l'introduzione di un'innovazione «che porterebbe numerosi vantaggi»

BELLINZONA - Nei giorni scorsi Giorgio Ghiringhelli ha consegnato una petizione per chiedere al Consiglio di Stato di introdurre nel nostro Cantone (limitatamente alle iniziative ed ai referendum lanciati a livello cantonale) un sistema di raccolta elettronica delle firme centralizzato a livello cantonale, mantenendo naturalmente parallelamente il sistema di raccolta tradizionale per quei cittadini che non disponessero di un collegamento a internet.

Per il promotore, si tratterebbe di «un intelligente e moderna soluzione» per lo sviluppo della nostra democrazia: «Così come è stato introdotto il voto per corrispondenza e come si vorrebbe introdurre il voto elettronico allo scopo di favorire la partecipazione dei cittadini al voto, perché non andare incontro anche alle esigenze dei promotori di iniziative e referendum modernizzando la tecnica di raccolta delle firme?»

Una simile innovazione, conclude Ghiringhelli, giustificherebbe il mantenimento dell’attuale numero di firme (senza allungare i tempi di raccolta delle stesse), renderebbe più accessibile ai comuni cittadini l’esercizio dei loro diritti popolari, diminuendo i costi e semplificando le operazioni di convalida delle firme.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
il saggiatore 2 anni fa su tio
Sono d'accordo sul principio: è coerente con la possibilità - ormai quasi certa - in futuro di votare in modo elettronico; se si può votare in modo elettronico, perché non si dovrebbe anche poter "provocare" una votazione in modo elettronico? Sono però un po' scettico sulla realizzazione pratica del sistema, il quale, oltreché costoso, sarebbe - come giustamente già ricordato - anche alquanto insicuro.
Mattiatr 2 anni fa su tio
Voto elettronico significa voto via internet. Non penso che il cantone investirebbe per fare una rete privata e sicura. Voto via internet significa poter esser hackerati e quindi poter truccare le votazioni in modo facile. A sto punto meglio la carta.
marcopolo13 2 anni fa su tio
Albert Einstein è sempre avanti a tutti!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
TERRE DI PEDEMONTE
7 ore
Cede la staccionata, un 73enne cade da un ponte
L'infortunio si è verificato oggi a Verscio. La vita dell'uomo è in pericolo
CANTONE
8 ore
«Test gratuiti fino al 31 ottobre»
Il parere del Governo ticinese in merito alla proposta posta in consultazione dal Consiglio federale
CANTONE
11 ore
«Ci hanno dato un contentino»
L'esperto di sanità Bruno Cereghetti non è contento dello "sconto" delle assicurazioni malattia. L'analisi e le critiche
CANTONE
13 ore
Pochi centesimi in meno al mese: «Un timido passo, ma nella giusta direzione»
Il DSS ha commentato il leggerissimo calo dei premi di cassa malati per il 2022.
CANTONE
13 ore
Multe illegali per 28'800 franchi, ma niente rimborsi
«Sono stati sottratti illegalmente 28'800 franchi a 288 cittadini», così il copresidente del PS Fabrizio Sirica.
LAMONE
17 ore
Investito da un'auto: il ciclista 81enne non ce l'ha fatta
L'anziano era stato vittima di un incidente il 14 settembre in via Cantonale a Lamone.
CANTONE
18 ore
Covid in Ticino, 26 casi e ricoverati stabili
Non ci sono nuovi decessi né nuove quarantene di classe. Fermi a quota 18 gli ospedalizzati.
FOTO
BELLINZONA
20 ore
È stata un'estate complicata per gli animali selvatici
Tra aprile e fine agosto la Spab ha dovuto soccorrere un «numero impressionante» di bestiole in difficoltà.
BELLINZONA
22 ore
Forse c'è la svolta per i due "mostri"
Palazzine lasciate a metà in Viale Olgiati: tutto fermo da inizio 2019. Proprietaria vicina alla cessione del progetto.
CANTONE
22 ore
Aghi, inchiostro e quel vuoto (formativo) da colmare
Per diventare tatuatore a oggi non esiste alcuna formazione regolamentata e ufficialmente riconosciuta.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile