Ti Press
CANTONE
16.01.19 - 20:370

«Via i semafori inutili dal Piano di Magadino»

L'Associazione un Piano di Magadino a misura d'uomo sostiene il referendum contro la posa dei semafori

MAGADINO - L'associazione un Piano di Magadino a misura d’uomo (APM) è contraria alla decisione di spendere 3,3 milioni di franchi per le previste opere di semaforizzazione sul Piano di Magadino e invita a sostenere il referendum contro i semafori sul Piano di Magadino (PdM): «Questa non indifferente somma dovrebbe essere investita per contenere il traffico privato a favore di un trasporto pubblico più efficace invece che per opere stradali inutili dal punto di vista della fluidità del traffico».

Un esempio, per l'APM, potrebbe essere quello di concedere ai giovani agli studi o in formazione l’uso gratuito, totale o parziale, dei mezzi pubblici, «una proposta già più volte discussa anche in Gran Consiglio, ma sempre rifiutata per motivi finanziari». Secondo il comitato dell’associazione un simile intervento non si giustifica in un periodo in cui è prevista l'apertura della galleria di base del Monte Ceneri.

L’APM è convinta che siano necessarie misure «veramente efficaci» per contenere il continuo aumento del traffico motorizzato individuale «che condiziona in maniera sempre più gravoso» il collegamento tra il Bellinzonese e il Locarnese. «L’introduzione dei semafori non è la soluzione al problema odierno e porterà, da una parte, a un ulteriore aumento della lunghezza delle automobili in colonna sulla cantonale tra Cadenazzo e Magadino e dall’altra a uno spostamento ancora più marcato del traffico verso la sponda destra del piano dove la strada cantonale attraversa numerosi nuclei abitati, già ora estremamente gravato dal traffico parassitario e all'interno delle strade agricole del Piano», conclude l'associazione.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
aula 1 anno fa su tio
I semafori creerebbero code di automobilisti che per nessuna ragione al mondo spegnerebbero il motore (tranne per le auto di nuova generazione che si spengono da se). Inquinamento e traffico invariato. Ci vogliono vere soluzioni e quella dei semafori non lo è per nulla e 3 milioni sono 3 milioni, investibili in qualcosa di più concreto. Quella tratta è davvero difficile. Una reale soluzione è davvero potenziare i mezzi. Portare il Tilo a una specie di metropolitana a cielo aperto. Treni frequenti e piccole stazioni. Naturalmente a prezzi veramente accessibili.
Piccolo 1 anno fa su tio
affossiamo le idee farlocche da dilettanti allo sbaraglio
albertolupo 1 anno fa su tio
@Piccolo D'accordo: basta persone incompetenti che raccolgono firme per ogni pet.
gilles 1 anno fa su tio
Perché non la finiscono di buttare via i soldi dei cittadini con idee ridicole? Perché non usano i loro soldi privati per mettere in pratica certe vaccate?
casi89 1 anno fa su tio
perche per prova non si posano dei semafori intelligenti come nei cantieri stradali per 3-4 mesi.forse doppo quel periodo i nostri intelligentoni delle orsoline vedranno la scemenza che propongono.
albertolupo 1 anno fa su tio
@casi89 Questa potrebbe essere una proposta. Il pragmatismo non è troppo di casa qui da noi...
Meck1970 1 anno fa su tio
Quei milioni li investano nel migliorare i mezzi pubblici nel Locarnese, compreso il prezzo del biglietto. Specialmente nel Gambarogno.
sedelin 1 anno fa su tio
bene, ottimo! troppi oppositori ai semafori per dare luce verde...ai semafori: ewwiwa!
comp61 1 anno fa su tio
ahahahah i cugini di campagna siamo. In effetti siamo i sudisti……
87 1 anno fa su tio
Fino a qualche anno fa entravi nelle strade agricole a Sant'Antonino e uscivi a Quartino; poi hanno messo i divieti di transito su alcune tratte e da lì non si passa più se non fai servizio a domicilio. Boicottare il Locarnese fintanto che non c'è un collegamento serio A2-A13. Ci guadagnano tutti in salute: i residenti, senza inquinamento; gli altri automobilisti, meno traffico; tu, senza stress.
tip75 1 anno fa su tio
e’ tutto ridicolo...fate la superstrada che sta ne cassetto da 30 anni!!! quanto si mezzi pubblici sono insufficienti, da noi non funzionano e non è solo una questione di prezzo. togliere qualche rotonda sarebbe utile ma chiaramente poco incisivo
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
«Senza misure niente deroga»
L’OCST controllerà l’applicazione rigorosa delle norme a protezione della salute dei lavoratori
CANTONE
1 ora
Disinfettanti prodotti “in casa” e gratis
Paolo Rezzonico utilizza il suo birrificio per produrre etanolo a partire da tre semplici ingredienti
CANTONE
3 ore
Le reclute di Losone «pronte per un'eventuale chiamata»
I neoformati del corso di sanitari d'unità «potranno entrare in servizio se necessario» a partire dal prossimo 3 aprile
CANTONE
4 ore
Tutto chiuso fino al 5 aprile
Il presidente del Consiglio di Stato chiarisce l'ok arrivato da Berna allo stop delle attività commerciali e produttive.
BERNA
7 ore
Limitazioni o cessazione delle attività, arriva l'ok da Berna
L'autorizzazione può essere prorogata fino al 5 aprile
CANTONE
9 ore
Pronzini: «Aziende che lavorano... grazie agli amici?»
Il deputato Mps solleva ulteriori interrogativi sui trasporti di ghiaia in Val Bavona
CANTONE
9 ore
I contagi aumentano ancora, ma un po' meno: altri 39 casi
Nelle ultime ventiquattro ore i malati sono arrivati a quota 1'727. E i morti complessivi legati al Covid-19 sono 87
CANTONE
11 ore
Colpo di coda dell'inverno
Sono stati giorni con temperature che normalmente si registrano a fine gennaio.
GRIGIONI
19 ore
Cantieri ancora aperti nel Moesano: «Ora basta, governo grigionese!»
Per Nicoletta Noi-Togni, è il «paradosso di essere praticamente ticinesi»: «Dovremo interrogarci e fare una scelta».
SONDAGGIO
CANTONE
21 ore
Quarantena: arriva il consultorio per la coppia ticinese che scoppia
Risponderà da Locarno e Mendrisio e promette un aiuto per affrontare la convivenza forzata.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile