tipress
+ 3
CANTONE
11.01.19 - 12:510
Aggiornamento : 16:42

Ecco la giovane rosa dei comunisti candidati al Consiglio di Stato

Presentato anche il Piano "Tabù" che si basa su punti quali rinnovamento economico, sociale, ambientale, democratico e culturale

BELLINZONA - È una rosa molto giovane quella presentata oggi dal Partito Comunista (PC) e Indipendenti e candidata a sedere al Consiglio di Stato.

Oltre al Segretario cantonale del PC, Massimiliano Ay (già deputato in Gran Consiglio), corrono per il Governo Edoardo Cappelletti (giurista e consigliere comunale di Lugano), Zeno Casella (consigliere comunale di Capriasca), Lea Ferrari (agronoma e Municipale di Serravalle) ed Alessandro Lucchini (economista e Consigliere comunale di Bellinzona).

Nel corso della conferenza stampa è stato presentato anche il Piano "Tabù" del partito, così soprannominato perché sarebbe «quello che nessuno osa proporre». Cinque i punti sui quali si basa: rinnovamento economico, sociale, ambientale, democratico e culturale.

«Il potere d’acquisto così come le condizioni di lavoro continuano a peggiorare, gli accordi bilaterali con l’Unione Europea hanno liberalizzato il mercato, favorendo il precariato e il dumping salariale - recita il comunicato inviato dal PC -. L’economia nelle mani di un padronato privo di qualsiasi sensibilità sociale e interessato unicamente ai propri profitti sul corto periodo, arranca invischiata in clientelismi vergognosi. C’è bisogno di un rinnovamento che preveda più Stato e meno mercato, che garantisca diritti ai lavoratori impoveriti, ma che dia fiato anche agli artigiani, ai commercianti e piccoli imprenditori che non reggono la concorrenza sleale del grande capitale transnazionale».

tipress
Guarda tutte le 6 immagini
TOP NEWS Ticino
LUGANO
41 min

Due svolte a sinistra per salvare Corso Elvezia

Partirà il prossimo 29 settembre la fase sperimentale di tre mesi per le modifiche viarie in Piazza Castello. Non mancano i timori per il trasporto pubblico. Il sindaco: «Oggi è un inferno»

BELLINZONA
1 ora

Radar a Camorino: «Un'auto su tre andava troppo forte. 160 multe in un'ora»

Il Comandante Ivano Beltraminelli sulla polemica: «Quel radar rilevava la velocità a ben 60 metri dal cartello. Abbiamo agito nella legalità»

CANTONE
1 ora

L'estate si congeda tra nuvole e qualche goccia di pioggia

Cieli coperti e qualche possibile parentesi di maltempo nelle previsioni per il fine settimana. Temperature sotto i 20 gradi domenica e lunedì

CANTONE
2 ore

Dopo i funghi tocca alle castagne. E sarà un'ottima annata

Grazie alla stagione meteorologicamente favorevole, l'obiettivo dell'Associazione Castanicoltori è chiaro: «Almeno 40 tonnellate nei centri di raccolta»

BELLINZONA
3 ore

«La Polcom è di nuovo sulla bocca di tutti e non è una novità»

Il consigliere comunale Manuel Donati ha inoltrato un'interpellanza al Municipio sul discusso controllo radar di Camorino: «Quali sono i criteri di prevenzione?»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile