Ti Press
CANTONE
30.12.18 - 19:040

Semafori sul Piano di Magadino: «Astuzia nel depistare i cittadini»

Il correlatore del credito in Gran Consiglio Fabio Badasci smentisce alcune argomentazioni del comitato referendista

BELLINZONA - Nei giorni scorsi è partita la raccolta firme per il referendum contro il credito di 3.3 milioni di franchi «per velocizzare il tratto di strada che da Quartino porta all’entrata dell’autostrada a Camorino». Il correlatore del credito in Gran Consiglio Fabio Badasci ha voluto rispondere ai promotori - a cui riconosce «l’astuzia nel depistare il cittadino» - in quanto questi parlano solo di semafori, «ma gli interventi alle carreggiate sono molto più incisivi». Ha inoltre voluto smentire alcuni punti presenti nel loro argomentario

Innanzitutto, come primo motivo per far firmare il referendum, il comitato cita l’errore dell’aumento del traffico calcolato per la proiezione futura che non si tratterebbe del 2.8% ma sarebbe stabile: «Troppo facile prendere un dato generale per smentire una proiezione che stima la diminuzione del tempo di percorrenza su questo tratto dal 30 al 50%. Chi conosce e percorre la strada sa benissimo che sul tratto incriminato il traffico è aumentato e molto più del 2,8%, in quanto le costruzioni nuove sia abitative che artigianali, industriali e commerciali sono cresciute come funghi negli ultimi anni e queste attività sono grossi generatori di traffico anche solo interno», rileva il granconsigliere della Lega dei Ticinesi.

Non solo semafori - Il progetto prevede inoltre di togliere le rotonde e inserire delle ampie preselezioni a 3 corsie per direzione nei punti più critici e più urbanizzati dando precedenza al traffico di transito. «I semafori - continua Badasci - sono solo una minima parte del progetto ma questo i referendisti non lo dicono perché sanno che nella mente del cittadino il semaforo diventa rosso e il rosso oltre a non essere più di moda ogni tanto ti blocca».

Un altro punto sollevato dai referendisti è che i Comuni tra Gudo e Gordola saranno penalizzati perché l’automobilista sceglierà la strada che transita di lì e non quella con i semafori, «ma se i tempi di percorrenza, con i semafori, si dimezzeranno si tratta di un’affermazione che da solo dello stupido all’automobilista ma non ha nessun fondamento logico», risponde Badasci. Un discorso simile va fatto anche per i Comuni del Gambarogno.

«Non si può avere il soldino e il panino» - Infine Badasci rileva come i cittadini di questi Comuni «sono gli ultimi che si devono lamentare in quanto, quando si è trattato di vendere i terreni edificabili a prezzi dal 300 al 700 volte più cari del franco al m2 agricoli ereditati dai genitori, non si sono preoccupati che le attività avrebbero portato traffico».

«Il territorio - conclude - si è sviluppato. Ora bisogna adattare le vie di comunicazione al livello di urbanizzazione con un credito contenuto che non sarà comunque uno sperpero di denaro come affermano i referendisti».

Commenti
 
vulpus 10 mesi fa su tio
Ciao Tato, io penso che alla fine rimarranno le rotonde. È quella della Pergola di Quartino che con poche migliaia di segnaletica andrebbe modificata, così da creare una rotonda gigante, sperimentata durante i lavori FFS, e che ha funzionato in maniera egregia, così da permettere l'inserimento dei veicoli a cerniera, senza creare l'arresto delle 2 colonne. Struttura esistente per cui velocemente applicabile, ma probabilmente per i geni del traffico ticinese, non costa abbastanza.
moma 10 mesi fa su tio
Dietro l'angolo c'è anche il pacchetto commesse per i lavori, dove c'entra il facciamo girare l'economia, come diceva a suo tempo la Marina.
nordico 10 mesi fa su tio
Come più sotto ha detto "roki" al posto delle rotonde andrebbero costruiti dei cavalcavia nella direzione principale, dopo tutto per il colegamento autostradale ci vorranno una ventina d'anni.
bananasplit 10 mesi fa su tio
da bambino ... il caro Badasci era abbagliato dalle luci del semaforo e Gesùbambino glielo portava tutti i Natale ; -) ... Dico io piuttusto ... !? come ha fatto a passare in Parlamento il messaggio di 3 mio 1/2 ?! Referendisti per fortuna che ci siete ; - ) Basta sprechi in quella tratta !
Nmemo 10 mesi fa su tio
Certo il DT, che regge la pianificazione cantonale, in 50 anni ha conciato il Ticino così come ce lo ritroviamo. Gli ultimi 30 anni è stato diretto da un leghista (eufemismo). I danni, per certi versi sono irreversibili.
vulpus 10 mesi fa su tio
Peccato, pensavo che Badasci avesse un altro metro di giudizio che non essere il reggicoda di Zali e funzionari esperti acculati.La balla più grande che si può cercare di sdoganare è il dimezzamento dei tempi di percorrenza: caro Badasci se percorri questa strada a mezzanotte i tempi già sono dimezzati. Sulla questione dei terreni è il dipartimento del territorio che va bacchettato: la pianificazione della zona industriale tra Contone e Quartino è passata sotto le sgrinfie del DT: allora bisognava impedire che aziende e grandi magazzini fossero costruiti a sinistra e a destra della strada. St.Antonino è un bell'esempio di quello che si poteva fare. Il dubbio forte che viene è che purtroppo il collegamento A2/A13 non arriverà ( mai) tanto presto .Il costo fuori di cranio per questa opera, seppure una ottima soluzione, c'è da dubitare che Berna scucia i soldoni : i semafori sono un palliativo per addormentare i cittadini? La raccolta delle firme avanza a tutto spiano: qualcosa dovrebbe pur significare!
Tato50 10 mesi fa su tio
@vulpus Ciao "vulpus" ; 10 milioni per costruire le "rotonde" e ora 3,3 per vedere l'effetto che fa . Quindi dovranno eliminarle tutte perché non sarebbe logica la posa dei semafori. E pensare che tra nemmeno un anno da Locarno a Lugano, grazie al nuovo tunnel, ti sposterai in 20 minuti prendendo il treno e, con molta probabilità, molti l'auto la lasceranno in garage. Non sarebbe il caso di aspettare l'entrata in funzione del nuovo trasporto ferroviario prima di magari buttare altri soldi al vento visto che da diversi anni questa situazione è stata sopportata ? A meno che ci aumentano ancora le stime delle case e riducono ancora i centesimi per chilometro nella tassazione visto che per qualcuno il prezzo del carburante scende ? ;-(((
Nmemo 10 mesi fa su tio
Qui uno, che sembra non ancora essersi reso conto che i 3,3 milioni di fr. da spendere, tanto per cominciare sono del contribuente ticinese, con una disinvoltura che lascia perplessi sulle funzioni primarie di un parlamentare (tra queste, oggettività e parsimonia), dimostra che in quel consesso stanno anche burattini e burattinai. Il relatore del messaggio, è venuto meno alle fondamentali verifiche che era tenuto a fare, e ora è rimasto senza argomenti sostenibili.
F/A-18 10 mesi fa su tio
@Nmemo Ricordo i 200 milioni che ogni anno vengono spesi per riasfaltare le nostre strade ai tempi venivano spesi con disinvoltura, i lavori venivano assegnati a tavolino alle 17 ditte presenti sul territorio, i prezzi venivano gonfiati fino al 30%, ce n'era per tutti, la politica era complice ma l'allora procuratore Noseda risolse tutto con un non luogo a procedere. Erano i tempi di asfaltopoli, uno dei tanti scandali cantonalticinesi che ogni tanto è bene ricordare, sopratutto alla vigilia delle elezioni.
Nmemo 10 mesi fa su tio
@F/A-18 Ti ringrazio per l'informazione. Da progettista e direttore dei lavori le "7 sorelle" le ho conosciute 50 anni fa.
F/A-18 10 mesi fa su tio
@Nmemo Caspita, parli con cognizione visto l'esperienza che ti ritrovi, ancora più peso ha il tuo scritto sul quale una riflessione su tutte mi lascia perplesso, quando dici che burattini e burattinai siedono allo stesso tavolo delle decisioni......! La cosa è inquietante e preoccupante, proprio per questo però si capiscono certe decisioni. Rimango perplesso.
F/A-18 10 mesi fa su tio
Opere inutili buone solo a creare lavoro per i soliti noti, poi una cosa, ai tempi delle rotonde queste erano la migliore soluzione per fluidificare il traffico, ora tutto il contrario? Ma come ragiona questa gente? C'è da pensare veramente che ci prendono per i fondelli, una cosa è certa, alle prossime votazioni gente così e dello stesso partito sono solo una presa in giro per i ticinesi, usiamo meglio questi soldi!
curziocurzio 10 mesi fa su tio
Basta vedere Lugano, per capire come i semafori fluidificano il traffico, come mai quello di Vezia é stato spento dopo pochi mesi, ci si è accorti della cavolata? Poi solo 3,3 milioni semafori più terze corsie, sono arrivati i Saldi, Badasci il Gesù già passato #NoaiSemafori
Piccolo 10 mesi fa su tio
Badasci sveglia. Per risolvere il problema basta far rispettare le regole della circolazione in ambito rotonde. Nella Svizzera tedesca questi problemi non esistono perché le regole vengono rispettate. Badasci investi questi soldi in qualche cosa di più intelligente!!! Non aver paura il popolo ticinese non si lascerà ingannare da queste idee da “dilettanti allo sbaraglio “.
Ben8 10 mesi fa su tio
L’unica e vera soluzione! il resto sono solo paliativi inutili
Numeri primi 10 mesi fa su tio
Dalla risposta del Signor Badasci si evince che per l’ennesima volta si vuol far passare per incompetenti i cittadini! Leggendo i commenti l’impressione è che la gente finalmente comincia a non più reagire con la “pancia” ma con la testa e questo può essere l’inizio della caduta di un certo modo di far politica! Di certo quella presentata e malauguratamente votata dal Gran Consiglio non è la soluzione al problema del traffico su quel tratto di strada. Le soluzioni sono ben altre! Qualche cosa è già in corso d’opera la galleria ferroviaria del Ceneri. Si può ipotizzare il potenziamento di alcune rotonde e infine sarebbe auspicabile che si dia inizio al più presto al collegamento A2-A13.
saetta 10 mesi fa su tio
3,3 migliori di franchi bastano per semafori e ampliamento carreggiata? A me la cosa puzza parecchio :-( Votiamo in massa NO ai semafori !!
beta 10 mesi fa su tio
Quando i soldi non sono sudati e non escono dalle proprie tasche tutte le cagate immaginabili per sperperare sono possibili ! Questa dei semafori ne é un ulteriore sporco esempio .
lo spiaggiato 10 mesi fa su tio
Beh se , come dice il Badasci, bisogna adattare le vie di comunicazione al livello di urbanizzazione allora che aspettano a costruire una strada a 4 corsie?...
seo56 10 mesi fa su tio
Caro Badasci in quanto ad astuzia non sei secondo a nessuno... sta tranquillo i cittadini non si faranno manipolare e in massa voteranno #noaisemafori!!!
sedelin 10 mesi fa su tio
finalmente tutti d'accordo (qui sotto): i semafori no! :-) buon anno a tutti!
Lokal1 10 mesi fa su tio
Consideriamo per assurdo che i semafori fossero una buona soluzione! Assolutamente non mi distoglierebbe dal firmare il referendum. Nemmeno più 1 Franco andrebbe speso su quella strada! Che si completi quel maledetto collegamento semiautostradale
Roki 10 mesi fa su tio
Parla di modelli, di proiezioni e di stime…tutte molto tangibili e dimostrabili? Se ci sono gli spazi per le preselezioni perché non li usano per migliorare le rotonde? I modelli hanno già tenuto conto dei prossimi divieti di attraversare il paese di Quartino? Della chiusura di via Pedemonte (quella che passa sotto la discarica di inerti) che ultimamente sta generando nuove colonne? Un po' il mondo l'ho girato, non tutto, ma quanto basta per avere visto che nelle grosse vie di collegamento sia rotonde che semafori ad un certo punto arrivano alla saturazione e bloccano la scorrevolezza. Dei cavalcavia sarebbe la soluzione ideale, ma non ci sono gli spazi ed i soldi. Allora aspettiamo che aprono la galleria ferroviaria del Ceneri, miglioriamo le rotonde che bene o male funzionano e aspettiamo con calma in nuovo collegamento A2-A13.
miba 10 mesi fa su tio
Concordo e mi associo a chi mi ha preceduto. Forse che il buon Badasci parte dal presupposto che tutta la popolazione ticinese è credulona e boccalona? Alcuni hanno per contro già fatto qualche passettino in più e la gente comincia a chiedersi, considerata la totale inutilità dei semafori e considerati i precedenti, dietro le quinte non ci sia magari anche qualche "giochetto" del tipo tu fai un favore a me ed io attribuisco il lavoro a te..........
flowerking 10 mesi fa su tio
Eliminare le seguenti rotonde e si migliora lo scorrimento del traffico senza alcun semaforo: rotonda a Cadenazzo zona FFS le due rotonde di Contone la rotonda a Quartino zona Aldi
87 10 mesi fa su tio
Secondo me Badasci ha le mani in pasta con i semaforisti. Ipotizzando che possa aver ragione, in ogni caso prima di spendere e spandere i denari pubblici sarebbe opportuno un periodo di prova con sistemi provvisori. Non è che a causa dei terreni venduti a prezzi gonfiati, adesso gli automobilisti in transito debbano pagare le scelte sconsiderate della politica. Già la tratta tra Cadenazzo e Quartino è poco confortevole con tutti quei saltini.
marco17 10 mesi fa su tio
Ciò che afferma è talmente falso che nemmeno il contrario sarebbe totalmente vero. Che pena!
sedelin 10 mesi fa su tio
si sa, da sempre e vista la lunga esperienza, che fra rotonda e semaforo, questo rallenta il traffico al contrario della rotonda che favorisce lo scorrimento, a parità di mole veicolare. badasci può raccontare tutto ciò che vuole, la pratica smentisce le sue teorie.
VISIO 10 mesi fa su tio
In tutta l?Europa è provato che le rotonde snelliscono il traffico e diminuiscono inutili ingorghi mentre ai semafori si creano inutili colonne ferme !
sedelin 10 mesi fa su tio
@VISIO in tutto il mondo.
TOP NEWS Ticino
CANTONE
34 min
Pestaggio di Gravesano, Losanna annulla la sentenza
Il Tribunale federale ha parzialmente accolto il ricorso presentato da uno dei due aggressori, condannato per tentato omicidio intenzionale
BELLLINZONA
1 ora
«Revocate il premio alla carriera a Haber»
Dopo le frasi sessiste, e le scuse dell'artista, arriva l'interrogazione alla città di Bellinzona, sponsor di Castellinaria: «Sessismo, razzismo e xenofobia devono essere denunciati»
CANTONE
2 ore
L'allerta neve resta, ma arriva la pioggia
Precipitazioni, anche importanti, attesa da stasera fino a domenica
CANTONE
3 ore
Emirati Arabi Uniti: grande interesse da parte degli imprenditori ticinesi
Il mercato è stato analizzato in una serata organizzata dalla Camera di commercio Cantone Ticino
CANTONE / CONFINE
4 ore
Aggredita a Lugano: «Mi ha salvata una mamma»
Paura al parcheggio di Cassarate: «Voleva il cellulare. Poi è scappato»
CANTONE
5 ore
La Federazione cacciatori boicotta la battuta tardo autunnale
Critiche al Dipartimento del territorio che ha «ignorato il loro parere», non dando il giusto peso ai problemi di sicurezza
CANTONE
5 ore
Isolato dal mondo per 18 giorni, Andrea ce l’ha fatta
Il ticinese Andrea Pawlotzki è riuscito nell'impresa di attraversare in solitaria l'Oceano Atlantico : «Non sono mai stato così ricco in tutta la mia vita, perché ero libero»
MASSAGNO
6 ore
«Ma quale polmone verde, si costruirà in modo eccessivo»
Il progetto per coprire la trincea a nord della stazione di Lugano non fa l’unanimità. E violerebbe addirittura la Legge sulla pianificazione del territorio
BELLINZONA
9 ore
Se la plastica serve per incenerire i rifiuti... ma anche no
Per il Municipio di Lugano il composto sintetico contribuisce a far funzionare il termovalorizzatore. Ma dall’impianto spiegano che non è così. La replica della Città che difende le scelte fatte.
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile