Tipress
Foto d'archivio
LUGANO
21.12.18 - 11:560

«Risolvere il problema del traffico regalando buoni parcheggio?»

Un’interrogazione chiede al Municipio di fare chiarezza sulle misure in vigore: «In contraddizione con le linee strategiche della città»

LUGANO - Agevolazioni delle tariffe dei parcheggi nelle due domeniche precedenti le festività natalizie, l’autorizzazione concessa ai commercianti per regalare buoni parcheggio ai clienti da parte del Municipio, che inoltre distribuisce a sua volta biglietti per l’uscita gratuita dai parcheggi comunali (senza limitazioni di tempo) «ai propri fornitori, ospiti e ai membri del Consiglio Comunale durante le sedute parlamentari e commissionali».

Sono questi elementi, uniti all’assenza di misure equivalenti per agevolare invece il trasporto pubblico gratuito «per chi non si reca presso l’amministrazione con l’auto privata», ad aver fatto scattare un’interrogazione (primo firmatario Nicola Schoenenberger), sottoscritta dai gruppi Verdi e PS/PC del Legislativo luganese.

Le misure in questione, che incentivano l’utilizzo della propria auto per recarsi nel centro cittadino, si pongono in particolare in contraddizione con le “Linee di sviluppo 2018-2028”, che la città persegue in ottica di un maggiore sviluppo sostenibile e di una qualità di vita superiore. «Come mai il Municipio non ha deciso, in base alle proprie linee strategiche, di sovvenzionare biglietti per i trasporti pubblici invece di autorizzare i commercianti a regalare buoni parcheggio?», chiedono quindi gli interroganti, invitando inoltre l’Esecutivo a quantificare l’esborso previsto per sovvenzionare i buoni parcheggio distribuiti.

Sottolineando una «limitatezza di vedute» da parte dell’Esecutivo cittadino, la lente degli interroganti si sofferma infine sulle difficoltà dei commerci, chiedendo in particolare quali misure (oltre a quelle in vigore nel periodo pre-festivo) sono previste per i negozi del centro e quali invece per i commerci situati nei quartieri periferici.

Le domande dell'interrogazione

  1. Come mai il Municipio non ha deciso, in base alle proprie linee strategiche, di sovvenzionare biglietti per i trasporti pubblici (ad esempio sul modello di Ticino Ticket offerto dagli albergatori ai propri ospiti) invece di autorizzare i commercianti a regalare buoni parcheggio?
  2. A quanto ammonta la previsione della spesa pubblica per sovvenzionare tali buoni parcheggio?
  3. Quali altre misure si prospettano in favore dei commercianti del centro, oltre alle domeniche con agevolazioni di parcheggio e alla sovvenzione di buoni parcheggio?
  4. Esistono misure in favore dei commerci, anche essi in difficoltà, dei quartieri all’esterno del nucleo cittadino e dei villaggi di Brè, Gandria e della Val Colla? Quali?
  5. Quanti “biglietti rossi” o tessere per l’uscita gratuita dai posteggi comunali distribuisce la Città annualmente?
  6. È quantificabile e a quanto ammonterebbe il minor introito annuo per la Città derivato dall’uso dei “biglietti rossi”?
  7. Il Municipio intende offrire delle alternative al “biglietto rosso”, ad esempio biglietti per i trasporti pubblici, ai propri ospiti che per necessità o scelta non raggiungono l’amministrazione in auto?

Firmatari: Nicola Schoenenberger (I Verdi), Danilo Baratti (I Verdi), Raoul Ghisletta (PS), Nina Pusterla (PS), Carlo Zoppi (PS), Demis Fumasoli (PC), Edoardo Cappelletti (PC), Antonio Bassi (PS)

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
roma 1 anno fa su tio
Lugano è sempre in ritardo su tutto. E' la sua prerogativa.
lollo68 1 anno fa su tio
Perché non proporre un forfait di CHF 5. per i mezzi pubblici durante il fine settimana e gratuito per i minorenni? La nostra famiglia pagherebbe CHF 10. risparmiando ben CHF 16.40!
Lore62 1 anno fa su tio
@lollo68 ...sono anni che lo scrivo che i mezzi pubblici DEVONO essere "gratuiti"nelle città come pure i Park&Rail, come lo sono già alcune in Europa, ma nella RICCA Svizzera "sa po mia fa". Non la capiranno mai...
jumpgum 1 anno fa su tio
Una sola soluzione messo pubblici tutti gratis
Silvestro10000 1 anno fa su tio
Un traffico demenziale per andare e tornare dalla propria casetta 'immersa' nel verde ognuno sul proprio macchinone grande come un carro armato.
TOP NEWS Ticino
CANTONE
43 sec
Tre nuovi contagi, ma nessun decesso
Prosegue il trend positivo per ciò che concerne il numero di vittime da coronavirus
CANTONE
3 ore
Arriva la fattura... «Ma è pagabile entro oggi»
Nuovo problema con Swisscom che ammette: «Un disguido. Ma il termine di pagamento è stato prorogato»
CANTONE
3 ore
Il verde alle luci rosse: «Le ragazze scalpitano, ma...»
Berna consente ai locali erotici di riaprire. Le ragazze premono, ma il settore si interroga se varrà la pena
CANTONE
12 ore
L’appello dei medici: «Usate la mascherina»
Tra i firmatari Franco Denti, Christian Garzoni, Mattia Lepori e il medico cantonale Giorgio Merlani
BELLINZONA
14 ore
62 giorni di battaglia prima del ritorno alla vita
Il consigliere comunale Fabio Briccola è stato uno degli oltre 3'300 ticinesi colpiti dalla malattia.
TENERO
16 ore
Vince 88mila franchi con un gratta e vinci
Ha speso solo otto franchi per un biglietto e si è ritrovata con una vincita che l’ha lasciata senza parole
CONFINE
16 ore
«La Svizzera riapra la frontiera con l'Italia»
È l'appello di esponenti leghisti della vicina penisola: «La chiusura è un ulteriore colpo al nostro turismo»
CANTONE / CONFINE
17 ore
L'attacco a Fontana: «Vuole tradire i frontalieri»
A lasciare sgomenti due parlamentari del PD è la richiesta di una «revisione peggiorativa» degli accordi Italia-Svizzera
CANTONE/SVIZZERA
18 ore
Capolinea Chiasso. Non si va oltre
I treni riprendono a circolare normalmente. Si puo’ andare anche in Germania e Francia.Ma non in Italia
BELLINZONA
19 ore
Mercato del sabato "in maschera"
Gli avventori saranno «caldamente invitati» a indossare le mascherine. I venditori saranno obbligati a farlo.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile