Tipress
Foto d'archivio
LUGANO
21.12.18 - 11:560

«Risolvere il problema del traffico regalando buoni parcheggio?»

Un’interrogazione chiede al Municipio di fare chiarezza sulle misure in vigore: «In contraddizione con le linee strategiche della città»

LUGANO - Agevolazioni delle tariffe dei parcheggi nelle due domeniche precedenti le festività natalizie, l’autorizzazione concessa ai commercianti per regalare buoni parcheggio ai clienti da parte del Municipio, che inoltre distribuisce a sua volta biglietti per l’uscita gratuita dai parcheggi comunali (senza limitazioni di tempo) «ai propri fornitori, ospiti e ai membri del Consiglio Comunale durante le sedute parlamentari e commissionali».

Sono questi elementi, uniti all’assenza di misure equivalenti per agevolare invece il trasporto pubblico gratuito «per chi non si reca presso l’amministrazione con l’auto privata», ad aver fatto scattare un’interrogazione (primo firmatario Nicola Schoenenberger), sottoscritta dai gruppi Verdi e PS/PC del Legislativo luganese.

Le misure in questione, che incentivano l’utilizzo della propria auto per recarsi nel centro cittadino, si pongono in particolare in contraddizione con le “Linee di sviluppo 2018-2028”, che la città persegue in ottica di un maggiore sviluppo sostenibile e di una qualità di vita superiore. «Come mai il Municipio non ha deciso, in base alle proprie linee strategiche, di sovvenzionare biglietti per i trasporti pubblici invece di autorizzare i commercianti a regalare buoni parcheggio?», chiedono quindi gli interroganti, invitando inoltre l’Esecutivo a quantificare l’esborso previsto per sovvenzionare i buoni parcheggio distribuiti.

Sottolineando una «limitatezza di vedute» da parte dell’Esecutivo cittadino, la lente degli interroganti si sofferma infine sulle difficoltà dei commerci, chiedendo in particolare quali misure (oltre a quelle in vigore nel periodo pre-festivo) sono previste per i negozi del centro e quali invece per i commerci situati nei quartieri periferici.

Le domande dell'interrogazione

  1. Come mai il Municipio non ha deciso, in base alle proprie linee strategiche, di sovvenzionare biglietti per i trasporti pubblici (ad esempio sul modello di Ticino Ticket offerto dagli albergatori ai propri ospiti) invece di autorizzare i commercianti a regalare buoni parcheggio?
  2. A quanto ammonta la previsione della spesa pubblica per sovvenzionare tali buoni parcheggio?
  3. Quali altre misure si prospettano in favore dei commercianti del centro, oltre alle domeniche con agevolazioni di parcheggio e alla sovvenzione di buoni parcheggio?
  4. Esistono misure in favore dei commerci, anche essi in difficoltà, dei quartieri all’esterno del nucleo cittadino e dei villaggi di Brè, Gandria e della Val Colla? Quali?
  5. Quanti “biglietti rossi” o tessere per l’uscita gratuita dai posteggi comunali distribuisce la Città annualmente?
  6. È quantificabile e a quanto ammonterebbe il minor introito annuo per la Città derivato dall’uso dei “biglietti rossi”?
  7. Il Municipio intende offrire delle alternative al “biglietto rosso”, ad esempio biglietti per i trasporti pubblici, ai propri ospiti che per necessità o scelta non raggiungono l’amministrazione in auto?

Firmatari: Nicola Schoenenberger (I Verdi), Danilo Baratti (I Verdi), Raoul Ghisletta (PS), Nina Pusterla (PS), Carlo Zoppi (PS), Demis Fumasoli (PC), Edoardo Cappelletti (PC), Antonio Bassi (PS)

Commenti
 
roma 10 mesi fa su tio
Lugano è sempre in ritardo su tutto. E' la sua prerogativa.
lollo68 10 mesi fa su tio
Perché non proporre un forfait di CHF 5. per i mezzi pubblici durante il fine settimana e gratuito per i minorenni? La nostra famiglia pagherebbe CHF 10. risparmiando ben CHF 16.40!
Lore62 10 mesi fa su tio
@lollo68 ...sono anni che lo scrivo che i mezzi pubblici DEVONO essere "gratuiti"nelle città come pure i Park&Rail, come lo sono già alcune in Europa, ma nella RICCA Svizzera "sa po mia fa". Non la capiranno mai...
jumpgum 10 mesi fa su tio
Una sola soluzione messo pubblici tutti gratis
Silvestro10000 10 mesi fa su tio
Un traffico demenziale per andare e tornare dalla propria casetta 'immersa' nel verde ognuno sul proprio macchinone grande come un carro armato.
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO-LUGANO
8 min
Treno stracolmo: donna sviene e i passeggeri la soccorrono
È successo questa mattina su un Tilo tra Mendrisio e Lugano. «Stipati come in un carro bestiame»
FOTO E VIDEO
CAPRIASCA
1 ora
Due auto si scontrano a Treggia
Sul posto sono intervenuti i pompieri di Capriasca, la Croce Verde di Lugano e la polizia
VIDEO
BELLINZONA
2 ore
Video dal villaggio dell'orrore: «Vogliamo giustizia»
Al via il processo alla coppia che per anni avrebbe abusato sessualmente dei figli, filmando le scene. Ecco come la gente del posto vive una vigilia da brividi
LUGANO
14 ore
La pista galleggiante rischia di "spiaggiarsi" sulla sicurezza
Sul tavolo del Cantone il progetto finanziato da privati per un impianto sul lago dove pattinare a Natale. Decisiva sarà la perizia del geologo sulla tenuta dei fondali a riva
LUGANO
17 ore
Genitore minacciato (con la pistola) dalla baby gang
Cinque giovani, di cui tre minorenni, sono stati arrestati negli scorsi giorni. Sono accusati di minaccia e coazione, ma anche di spaccio di stupefacenti e infrazione alla Legge sulle armi
BELLINZONA
19 ore
Il terremoto dalla Francia è arrivato fino in Ticino
Il sismografo del liceo di Bellinzona ha registrato un'oscillazione anomala, stamani. All'origine, un sisma nella regione dell'Alvernia-Rodano-Alpi
CANTONE
21 ore
Questa notte torna la neve in Ticino
Attesi 10-30 centimentri in Valle di Blenio. Allerta più lieve in tutte le valli del Sopraceneri
BISSONE
21 ore
Campanile decapitato, tutta colpa di una cinghia
Il SISI ha chiarito la dinamica dell'incidente avvenuto lo scorso 12 marzo, puntando il dito su «un'organizzazione inappropriata del lavoro»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile