Tipress
BELLINZONA
16.12.18 - 10:330
Aggiornamento : 14:00

La Lega attacca: «A Castellopoli intervenga la magistratura»

Il movimento lancia nuove accuse gestionali, chiede la rimozione dell’intero CdA dell’Organizzazione turistica regionale Bellinzonese e Alto Ticino e il rinvio del messaggio sui castelli

BELLINZONA - «Castellopoli sprofonda nei sospetti». A sostenerlo, in un comunicato stampa, è la Lega dei ticinesi di Bellinzona che annuncia la richiesta di rinvio del messaggio municipale sui castelli che sarà discusso nel Consiglio comunale in programma ad inizio settimana. Nessun via libera, in pratica, al credito per la copertura del disavanzo 2010-17 fintanto che non sarà fatta, dicono, «chiarezza».

E la chiarezza riguarderebbe la gestione dell’Organizzazione turistica regionale Bellinzonese e Alto Ticino, che Lega definisce «imbarazzante». «Oltre alla perdita gestionale di 600mila franchi» il movimento contesta alla presidente dell’Otr Flavia Marone e all’ex direttore Gianluca Cantarelli altri pecche: «Sembra - scrivono - si siano pure dimenticati di richiedere e incassare parte delle tasse delle residenze secondarie negli ultimi dieci anni. Si parla di un importo non indifferente». Ma anche altri fantasmi vengono fatti comparire sui manieri e sempre in forma dubitativa. «Pare anche - riferiscono - che il patrimonio della Fondazione dei castelli (300-400mila franchi) sia stato interamente scialacquato: nessuno degli amministratori ritiene però doveroso uscire dal silenzio».

Secondo la Lega «solo una chiamata in causa della magistratura potrà far uscire allo scoperto i responsabili. Fino a quel momento aleggeranno sospetti di ogni tipo. Lo faccia il Municipio prima che lo facciano i cittadini o i consiglieri comunali leghisti».

Nel futuro immediato però i leghisti bellinzonesi suggeriscono allo Esecutivo di «ritirare il messaggio o di aderire alla proposta di rinvio». Quanto al Consiglio di amministrazione dell’Otr la Lega ne chiede l’intera rimozione «per manifesta incapacità».

TOP NEWS Ticino
LOCARNO
5 min
Un’immobiliare contro il venditore ambulante: «Chiamate la polizia»
La Assofide Sa mette in guardia gli inquilini: «Non l'abbiamo mandato noi e neppure il Cantone». Lui si difende: «Diffamazione e violazione della privacy»
TICINO / VENEZUELA
3 ore
Un prete rivoluzionario, da Curio al Venezuela
Don Angelo Treccani fa il missionario in un paese allo sbando: serve più di mille pasti al giorno ai bisognosi, grazie alla generosità ticinese
VIDEO
CANTONE
4 ore
L’amianto che dorme nelle case: «Prima di svegliarlo fate una perizia»
Il materiale è tornato d’attualità, ma i più ignorano le potenziali “bombe” che si trovano nelle abitazioni costruite prima del 1991. L’esperto: «Il Ticino, purtroppo, è fanalino di coda in materia».
FOTO
BELLINZONA
5 ore
Col furgoncino vola nel riale
Sul posto Polizia e Pompieri, oltre alla Scientifica. Non sono note le condizioni del conducente
CANTONE
16 ore
In bici al lavoro: «Un pieno di benzina adesso mi dura 4 mesi»
La proposta di Patrizia, che ha abbandonato l’auto per abbracciare il “bike to work”: «Sarebbe bello promuovere degli incentivi al chilometro». L'esperto: «Non dimentichiamoci della sicurezza»
LUGANO
17 ore
«Le Iene si sono introdotte in quel salone in modo vergognoso»
Un testimone racconta l'episodio verificatosi nella serata di giovedì da parte degli inviati di Italia 1. Tra scorrettezza e violazioni della privacy a gogo 
LUGANO
20 ore
Caos all'inaugurazione del salone: arrivano Le Iene e la polizia
Storie di ex mogli che sostengono di essere state raggirate. La vicenda riguarda un noto parrucchiere. Grande scompiglio creato dagli inviati della trasmissione italiana
COMANO
21 ore
Una miscela di gas esplosivo per forzare il bancomat
Gli autori del tentato furto della scorsa notte sono tuttora in fuga. Le ricerche sono in corso
VIDEO
CANTONE
23 ore
Le forti piogge sono finite, ma la Maggia è ancora carica
Dopo l’allerta piena per i fiumi, ora tocca ai laghi. Aumenta a vista d'occhio, in particolare, il livello del Verbano
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile