Tipress
CANTONE
09.11.18 - 10:450

Verso la nuova LIA: «Evitiamo un'altra magra figura»

Un'interrogazione di Matteo Pronzini chiede di quantificare giornate di lavoro e abusi per quanto concerne le assunzioni ad impiego, i padroncini e i lavoratori distaccati

BELLINZONA - A poco più di due giorni dall’abrogazione della LIA da parte del Gran Consiglio, Matteo Pronzini - in vista della creazione di un albo degli artigiani 2.0 - risolleva il problema di padroncini e assunzioni di impiego, sottolineando l’importanza di «avere informazioni complete su chi assume i notificati e attraverso quali canali», onde evitare un’altra «magra figura».

«Se l‘introduzione della LIA ha provocato un netto calo di padroncini e distaccati e un aumento delle assunzioni di impiego significa che ad assumerli maggioritariamente sono state e sono ancora le imprese, non i privati. Ora si tratta di capire se questa dinamica vale anche per il settore dell’edilizia e dell’artigianato», scrive il deputato MPS in un’interrogazione in cui chiede al Consiglio di Stato di fornire le cifre in merito alle giornate di lavoro svolte in Ticino - rispettivamente su richiesta di aziende e privati - da «assunzioni di impiego», «prestatori di servizi indipendenti» e lavoratori distaccati.

Inoltre, Pronzini chiede pure all’Esecutivo di indicare le percentuali di controllati e il tasso di abusi riscontrato all’interno di ognuna delle stesse tre categorie.

Le domande al Consiglio di Stato

  1. Quante giornate di lavoro svolgono in Ticino le “assunzioni di impiego” su richiesta delle aziende e quante su richiesta di privati?
  2. Quante giornate di lavoro svolgono in Ticino i “prestatori di servizio indipendenti” (padroncini) su richiesta delle aziende e quante su richiesta dei privati?
  3. Quante giornate di lavoro svolgono in Ticino il distaccati su richiesta delle aziende e quanti su richiesta dei privati?
  4. Quale è la percentuale di “assunzioni di impiego” controllate e quale il tasso di abusi riscontrato?
  5. Quale è la percentuale di “prestatori di servizio indipendenti” controllati e quale la percentuale di abusi?
  6. Quale è la percentuale di distaccati controllati e quale la percentuale di abusi?
  7. Sul totale degli abusi riscontrati quanti coinvolgono notificati chiamati da aziende e quanti quelli chiamati da privati?
  8. Quanti notificati vengono assunti tramite le agenzie interinali svizzere e quanti attraverso altri canali? Quali sono questi altri canali?
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
ciapp 1 anno fa su tio
aprile si avvicina !!! basta non votarli più !!!
F/A-18 1 anno fa su tio
Io spero che si trovi la formula per regolamentare il settore con controlli rigidi e potenziati, il tutto per salvaguardare le ditte serie. Vedremo poi se si troverà un'accordo riguardo il nuovo contratto dell'edilizia, sperem in ben.
ugobos 1 anno fa su tio
Se venisse per esempio applicata solo per imprese ticinesi e italiane e non per ditte fuori cantone, questa sarebbe conforme alla legge federale. Se invece fosse diversa si dovrebbe usare molta cautela. quello che vogliono fare per continuare con la lia?? hahaha roba da matti
ugobos 1 anno fa su tio
secondo me fate prima. mandate i ticinesi in assistenza e fate venire i frontalieri a lavorare. vergognatevi politici incapaci
TOP NEWS Ticino
LUGANO
11 ore
«Il trasferimento degli uffici a Cornaredo è una condanna a morte»
Gli esercenti del centro ritornano a discutere sul nuovo quartiere, in tempi di Covid
FOTO
CANTONE
12 ore
"Verso l'ospedale senza fumo", anche a Bellinzona
Nella "Giornata mondiale senza tabacco", l’Ospedale Regionale Bellinzona e Valli offre un contributo concreto
FOTO E SONDAGGIO
LUGANO
14 ore
Biciclette alla conquista delle corsie bus
A Lugano è in corso la posa della nuova segnaletica per le due ruote
FOTO
BELLINZONA
16 ore
Il mercato di Bellinzona ha messo la mascherina
Oggi ne sono state distribuite agli avventori che non ne erano provvisti: si tratta di una misura prevista dalla Città
CONFINE
19 ore
«L'Italia non è un lazzaretto»
Lo dice il ministro degli esteri Di Maio. Dal 3 giugno si potrà entrare nel paese senza quarantena
CANTONE
20 ore
Coronavirus: zero contagi e nessun nuovo decesso in Ticino
I dati sull'evoluzione dell'epidemia si confermano incoraggianti.
CANTONE
22 ore
Apprendistato: qui i posti ci sono
In settimane delicate per chi cerca la propria strada, ci sono due settori che assicurano opportunità «affascinanti».
AGNO
1 gior
«Galleria della circonvallazione: occhio che frana tutto»
Secondo il municipale Giancarlo Seitz il futuro tunnel andrà a toccare un pendio già instabile
MENDRISIO
1 gior
Orario ridotto al pronto soccorso pediatrico? «Frutto di un'inesatta comunicazione interna»
L'EOC ha precisato che la riduzione degli orari di apertura è stata valutata, ma non è mai entrata in vigore.
LUGANO
1 gior
La frontiera del sesso
Elena racconta come si immagina la riapertura dei locali erotici
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile