CANTONE / SVIZZERA
25.09.18 - 09:220

Annunci per soli frontalieri: «Si possono sanzionare queste ditte?»

Un’interrogazione di Marco Chiesa chiede al Consiglio federale di prendere posizione sulla pratica attuata da alcune ditte insediate in Ticino

BERNA - Gli annunci di lavoro discriminatori verso i lavoratori indigeni sono finiti nel mirino del consigliere nazionale Marco Chiesa, firmatario di un’interrogazione che chiede al Consiglio federale di prendere posizione su tale pratica, messa in atto da «ditte, insediate nel nostro Cantone» che «non dimostrano alcuna sensibilità e rispetto».

«Il Consiglio federale può e vuole intervenire per combattere queste discriminazioni?» chiede Chiesa, ricordando inoltre come queste costituiscano «l’esatto contrario rispetto a quanto voluto dal Popolo ticinese» con l’approvazione della modifica costituzionale “Prima i nostri”.

In Ticino, prosegue il consigliere nazionale UDC, «si fa strada la provocazione che sia meglio trasferirsi in Italia per poter migliorare la propria condizione economica e essere facilitati nell’assunzione». Un altro punto sul quale Chiesa chiede al Governo una propria opinione, invitandolo inoltre a chiarire se sia possibile «concepire sanzioni di tipo pecuniario o amministrativo nei confronti delle ditte autrici di queste discriminazioni».

Le domande al Consiglio federale

  1. È a conoscenza il Consiglio federale di questa pratica discriminatoria?
  2. Cosa ne pensa il Consiglio federale di quanto descritto?
  3. Il CF può e vuole intervenire per combattere queste discriminazioni?
  4. È possibile concepire sanzioni di tipo pecuniario o amministrativo nei confronti delle ditte autrici di queste discriminazioni?
  5. In Ticino si fa strada la provocazione che sia meglio trasferirsi in Italia per poter migliorare la propria condizione economica e essere facilitati nell’assunzione, cosa ne pensa il Consiglio federale di queste riflessioni?
TOP NEWS Ticino
BIASCA
31 min
Allarme su Fb: «Rapitori di bimbi in paese». La scuola: «È un fake»
Un post su Facebook mette in ansia i genitori. All’origine ci sarebbe un fatto reale, un automobilista che ha avvicinato una bimba chiedendole il nome e poi è ripartito
CANTONE
2 ore
Solo un distretto risparmiato dai radar
La prossima settimana niente controlli mobili a Blenio. Ben 15 le località controllate nel Luganese
LOCARNO
2 ore
Lettere anonime a Dadò: «È la 150esima. Un'ossessione»
Da anni uno stalker l'avrebbe preso di mira. «Invito questa persona a dedicare il suo tempo ad altro e a sé stesso. Probabilmente ne ha bisogno»
LUGANO
3 ore
Morta dopo la liposuzione, il medico non operava in Ticino
Arriva a distanza di un anno e mezzo la risposta del Consiglio di Stato sul dottor M.C. «Non ha mai ricevuto l'autorizzazione a esercitare»
FOTO E VIDEO
CANTONE / NEPAL
5 ore
Le mani ticinesi nella ricostruzione post terremoto
Oltre 600 case, due scuole e un ambulatorio medico grazie alla generosità. Kam For Sud ha concluso il lavoro di ricostruzione del villaggio di Saipu
LUGANO
7 ore
Chi conosce l’agente di quartiere, si sente più sicuro
Sono stati presentati stamani i risultati del sondaggio sulla sicurezza. I cittadini più soddisfatti della qualità di vita sono quelli di Castagnola, Carona e Cureggia
LUGANO
8 ore
Lago Ceresio, è allerta piena
Il rischio "marcato" è previsto tra le 11 di oggi e le 18 di lunedì. Anche la Tresa, l'emissario del lago di Lugano, si è alzata
LUGANO
9 ore
«Me la sono cavata con una giacca rotta e qualche "pattone" in faccia»
Parla la vittima dell'aggressione al posteggio di Campo Marzio: «Devo ringraziare la mamma che mi ha aiutato e la polizia cantonale che è stata gentilissima»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile