Tipress
LUGANO
25.09.18 - 08:340
Aggiornamento : 09:58

Gestione degli uffici: «Ci sono sprechi?»

Un’interrogazione firmata dal gruppo UDC e da Stefano Gilardi chiede lumi in merito al mobilio utilizzato nelle postazioni di lavoro dell’amministrazione comunale

LUGANO - Prendere in considerazione anche le spese, amministrative e di gestione, più banali in ossequio alla strada del rigore finanziario perseguita dalla città di Lugano. Può essere riassunto con queste parole il concetto alla base dell’interrogazione inoltrata questa mattina all’Esecutivo luganese da Tiziano Galeazzi (capogruppo UDC), Raide Bassi (UDC), Alain Bühler (UDC) e Stefano Gilardi (Lega dei Ticinesi).

Spese che devono essere prese in considerazione «non solo dal Municipio, ma anche dal personale alle dipendenze della città», sottolineano gli interroganti, intenzionati a far chiarezza su possibili «sprechi evitabili» in materia di gestione degli uffici.

«Durante gli ultimi due anni quanti uffici sono stati spostati nell’intera amministrazione comunale?», chiedono in primis i quattro consiglieri comunali, ponendo in particolare la lente sull’utilizzo (e il riutilizzo) del mobilio esistente.

Inoltre, qualora parte dell’arredo degli uffici fosse stato acquistato ex novo, gli interroganti chiedono al Municipio di elencare i relativi costi nonché le aziende fornitrici, e la loro provenienza, e di giustificare la necessità delle spese effettuate.

Le domande rivolte al Municipio

  1. Durante gli ultimi due anni quanti uffici sono stati spostati nell’intera amministrazione comunale?
  2. Quante postazioni di lavoro (personale) sono state spostate? (ultimi due anni, anno per anno)
  3. Il mobilio esistente è stato utilizzato dai subentranti? Se no, che utilizzo ne è stato fatto? ( venduto a terzi o mandato al macero)
  4. E’ stato acquistato mobilio nuovo oppure ex novo per i “nuovi uffici”? A quali costi? (elencare gli ultimi due anni per Dicastero e per la sua totalità come amministrazione comunale)
  5. Aziende fornitrici: quante ticinesi, quante svizzere e quante straniere (elencare in base al punto D nei due anni, quanto è stato speso per aziende ticinesi, svizzere ed eventualmente straniere)
  6. Se confermati gli acquisti, si ritiene fosse strettamente necessario, oppure era possibile trovare soluzioni alternative, alfine del contenimento della spesa pubblica?
  7. Ogni quanti anni viene di regola cambiato il mobilio di base in un qualsiasi ufficio dell’amministrazione?

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
VISIO 1 anno fa su tio
Che nell’amministrazione cantonale e comunale ci sono anche ( troppi) dei fannulloni non è una novità, il male sta nelle decisioni di non decidere per metterli alla porta pur avendo tutte le prove, ma si cercano dei compromessi e barcamena politici sulle spalle dei contribuenti
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
1 ora
Orario ridotto al pronto soccorso pediatrico? «Frutto di un'inesatta comunicazione interna»
L'EOC ha precisato che la riduzione degli orari di apertura è stata valutata, ma non è mai entrata in vigore.
LUGANO
1 ora
La frontiera del sesso
Elena racconta come si immagina la riapertura dei locali erotici
CANTONE
2 ore
«Mergoscia non odia gli svizzero-tedeschi»
La sindaca si difende dagli attacchi seguiti alle multe comminate per posteggi irregolari
LUGANO
2 ore
Bertini non esclude una Lugano marittima "light"
Il problema resta sempre lo stesso: «Temiamo che possa diventare ingestibile il flusso di visitatori»
MENDRISIO
3 ore
Caos sugli orari del pronto soccorso pediatrico
I tre granconsiglieri PPD del Mendrisiotto interpellano il governo sulla paventata diminuzione d'orario all'OBV
BELLINZONA
5 ore
Christian Paglia non si ricandida
Il municipale PLR ha deciso di non ricandidarsi alle elezioni dell’aprile 2021
Berna/LUGANO
7 ore
L'UFAC rimette le ali all'aeroporto Città di Lugano
L'Ufficio federale dell'aviazione civile ha approvato oggi i cambiamenti necessari a far partire la nuova gestione
CONFINE
7 ore
Riapertura della Lombardia: la data chiave potrebbe essere l'8 giugno
La dichiarazione arriva dall'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera
CANTONE
8 ore
Un weekend tra sole e bagnato
Già nel corso della giornata di oggi potrebbero arrivare i primi rovesci
CANTONE
9 ore
Tre nuovi contagi, ma nessun decesso
Prosegue il trend positivo per ciò che concerne il numero di vittime da coronavirus
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile