Ti Press
LOSONE
25.07.18 - 14:590

«Il Municipio dia delle risposte ai cittadini»

Il Partito socialista disapprova il licenziamento delle addette alle pulizie del Municipio di Losone e ribadisce l’opposizione alla privatizzazione di servizi essenziali per gli Enti pubblici

LOSONE - Dopo parte dei losonesi e dopo i sindacati OCST E VPOD, la privatizzazione del servizio di pulizia delle scuole comunali losonesi (con i conseguenti licenziamenti) voluta dal Municipio trova fra i suoi oppositori anche il Partito socialista, che con un comunicato stampa «esprime la sua più viva disapprovazione» a riguardo.  

Confermando di non volere rivedere la sua decisione, che comporta «la perdita di un servizio essenziale dell’Ente pubblico», il Municipio di Losone non ha dato «il benché minimo ascolto né alle addette alle pulizie né alle richieste della Commissione del personale e dei sindacati, trattando con lo stesso disprezzo i 1'300 cittadini che con una petizione si sono espressi contro questa decisione e a cui vanno date risposte e spiegazioni».

Oltre all’importante perdita di salario, le addette - domiciliate a Losone, con famiglie e figli in formazione - lavorano a tempo parziale e hanno il timore che il futuro impiego nella ditta di pulizia che vincerà la gara d’appalto le obbligherà a un tasso di lavoro al 100% con un impiego altrove nel Cantone: una condizione che non potranno sostenere a causa della loro condizione famigliare.

Il Municipio ha inoltre evocato alla Commissione del personale «una presunta e poco chiara» compensazione per le perdite di salario delle addette su un periodo di tempo limitato «che non può essere comparato a un piano sociale poiché non c’è stata nessuna consultazione con le parti interessate e non se ne conoscono i contenuti», rileva il PS.

In conclusione, il partito ritiene che gli Enti pubblici, come il Municipio di Losone, «hanno il dovere dell’esemplarità nei rapporti con i dipendenti e devono garantire il servizio di pulizia dei propri stabili invece di smantellarlo, privatizzarlo e attribuirlo a delle ditte private, con la conseguente perdita del servizio, della sua qualità e il peggioramento delle condizioni del lavoro di pulizia, tanto essenziale quanto già di per sé fragile dal punto di vista salariale». 

1 anno fa Sindacati: «L'atteggiamento del Municipio è vergognoso e antidemocratico»
TOP NEWS Ticino
VIDEO
LOCARNO
3 ore

Rotonda tranquilla... tranne un fermo da action movie

Un ragazzo bloccato al suolo da quattro agenti della sicurezza. Il video del fermo solleva interrogativi sulla proporzionalità dell'intervento

FOTO E VIDEO
LUGANO
5 ore

Grande successo per la nuotata popolare nel lago

I primi a tagliare il traguardo dopo avere attraversato i 2'500 metri che separano Caprino dal Lido sono stati Pierandrea Titta e Maria Fernanda Stornetta

CANTONE
6 ore

Dalla canicola alla neve, quando l’allerta corre sul filo dei social

La bacheca degli Amici di MeteoLocarno è seguita da oltre 17mila persone. La pagina ora cambia nome. Ma cambierà anche il resto? Lo abbiamo chiesto a Nicola Gobbi

FOTO
MINUSIO
7 ore

La barca va giù, sei giorni dopo il recupero

Sono state laboriose le operazioni effettuate dai pompieri di Locarno in collaborazione con un cantiere nautico della zona

GRAVESANO
10 ore

Operazioni fasulle, la prima segnalazione in febbraio

Il medico cantonale aveva scritto alla magistratura di un «possibile pericolo per la salute pubblica». Ma all’Ars Medica la procura aveva assicurato: «Nessun pericolo per i pazienti»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile