Ti Press
CANTONE
05.07.18 - 17:520

Nuove indennità di disoccupazione per i frontalieri? «No grazie»

Un’iniziativa cantonale del gruppo UDC-LaDestra chiede che il Consiglio di Stato si attivi affinché non vengano adottate le nuove regole europee in materia

BELLINZONA - Di recente, i ministri responsabili della sicurezza sociale degli Stati membri dell'Unione Europea hanno deciso di modificare le regole riguardanti il versamento delle indennità disoccupazione dei lavoratori frontalieri.

Se adottate anche nel nostro Paese, le modifiche avrebbero un impatto oneroso anche sul nostro Paese. Attualmente, infatti, i lavoratori residenti dell'UE in possesso di un permesso G per frontalieri ricevono un’indennità da parte dell’assicurazione svizzera contro la disoccupazione solo in caso di disoccupazione parziale mentre se vi è la perdita totale del posto di lavoro, le indennità sono versate dal loro Paese di residenza.

La Confederazione rimborsa in seguito ai Paesi di residenza un importo pari a tre mesi di disoccupazione per i frontalieri che hanno lavorato meno di un anno o a cinque mesi per chi ne ha lavorati di più. A titolo indicativo, nel 2015 sono stati versati ai disoccupati residenti all'estero 193 milioni di franchi, di cui 13,7 milioni in Italia.  

Con 320'000 frontalieri attivi sul suo territorio, la Svizzera è estremamente interessata a questa direttiva. Secondo Cornelia Luethi, vicedirettrice della Segreteria di Stato della migrazione «i costi potrebbero aumentare di centinaia di milioni di franchi» e alcuni commentatori stimano la fattura molto vicina al miliardo di franchi.

In teoria, spiega la Segreteria di Stato dell'Economia, la Svizzera non facendo parte dell'UE non è giuridicamente obbligata ad adottare queste regole, qualora entrassero in vigore. Ed è proprio ciò che chiede con un’iniziativa cantonale il gruppo UDC-LaDestra: «Il Consiglio di Stato si deve attivare presso la Confederazione affinché la stessa non adotti le regole europee riguardanti le indennità di disoccupazione per i lavoratori frontalieri».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
GI 2 anni fa su tio
loro li han pagati e noi i "nostri" li han goduti.....non è poi così corretto....a ragion veduta....
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Votazioni federali, le reazioni ticinesi
Se da "sinistra" c'è delusione per le due bocciature, i partiti di destra si dicono felici del risultato
FOTO
BOSCO GURIN
4 ore
«Ci prepariamo per operare su quattro stagioni»
A Bosco Gurin è partita la stagione “invernale”. Si resta in attesa della neve. Ma proseguono i lavori per la slittovia
MENDRISIO
6 ore
Diversi casi di Covid all’OBV, sospese le visite ai pazienti
I positivi registrati negli ultimi giorni all'Ospedale Regionale di Mendrisio hanno costretto a misure ulteriori.
CANTONE
6 ore
Covid: 210 positivi e 8 decessi
Il totale dei pazienti ricoverati in ospedale è di 347, di cui 43 in cure intense.
CANTONE
7 ore
Infermieri col Covid-19: l'EOC corre ai ripari
Circa 380 dipendenti dell'Ente sono a casa in isolamento o in quarantena. Assunto personale avventizio
CANTONE
8 ore
Il Ticino ha tanta voglia di pioggia
La nostra regione si trova da parecchio tempo sotto l'influsso di un anticiclone.
CANTONE / CONFINE
23 ore
Natale (forse) blindato? Coppie transfrontaliere in protesta
Lanciata una petizione indirizzata direttamente all'ufficio del premier italiano Giuseppe Conte
LOCARNO
1 gior
Visite ai pazienti Covid: ecco cosa cambia
Incontri in camera, di 15 minuti, uno alla volta, ogni due giorni. È vietato portare loro cibo o bevande
CANTONE
1 gior
Altri 246 casi nelle ultime 24 ore
Sette le persone che hanno perso la vita ieri a causa del Covid-19. C'è una nuova classe in quarantena
CANTONE / VATICANO
1 gior
Fondi vaticani, le "carte di Lugano" per chiarire lo scandalo
I documenti potrebbero portare a una svolta nelle indagini sul caso del "palazzo di Londra".
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile