Tipress
CANTONE
03.07.18 - 09:370

Compodino: «Gestione infedele del Governo?»

Una nuova interrogazione di Sara Beretta Piccoli mette in discussione il rispetto dell’obbligo di vigilanza delegato al DT

BELLINZONA - Sara Beretta Piccoli torna alla carica sul caso della Compodino SA. Evidentemente poco soddisfatta delle risposte fornite dal Consiglio di Stato la scorsa settimana - che spiegava tra le altre cose come la sentenza del Tribunale federale non avesse disposto la chiusura dell’impianto - la deputata PPD ha presentato una nuova interrogazione tirando in causa l’obbligo di vigilanza delegato al Dipartimento del territorio (DT).

Il DT «non può “scaricare” le proprie competenze al Comune» che «tollera da anni una situazione manifestamente illegale in barba ai principi dello stato di diritto», scrive Beretta Piccoli, in riferimento alle richieste sullo smaltimento degli scarti vegetali inoltrate al Governo da parte del comune di Monteceneri.

Gestione infedele? - «Il Consiglio di Stato, tramite il Dipartimento del territorio, a conoscenza dell’illegalità di cui si è detto, ha adottato provvedimenti di vigilanza?», chiede quindi la deputata popolare democratica, sottolineando come il «rilascio illecito di una licenza edilizia potrebbe tradursi nel reato di gestione infedele della cosa pubblica».

Le domande dell'interrogazione

  • Il CdS, tramite il Dipartimento del Territorio, a conoscenza dell’illegalità di cui si è detto, ha adottato provvedimenti di vigilanza?
  • Se sì, quali provvedimenti sono stati presi?
  • Se no, perché?
  • Il Consiglio di Stato è consapevole che il rilascio illecito di una licenza edilizia (o la tolleranza di una situazione illecita) potrebbe tradursi nel reato di gestione infedele della cosa pubblica? (Cfr. art. 314 CP e DTF 111 IV 83)?
  • Se sì, cosa intende fare per ristabilire la legalità in questo ambito?
1 anno fa Il PPD interroga il Governo sulla Compodino SA
1 anno fa Compodino, irregolare ma ancora operativa: «Il Cantone se n'è lavato le mani»
Commenti
 
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
Posto qua il commento: il funzionario che è stato prosciolto dalle accuse dei permessi facili dalla Corte d'appello e di revisione penale è quel funzionario che il ParaNorman accusava di essere un corrotto in quanto di origine italiana?...
volabas 1 anno fa su tio
a qualcuno faceva comodo cosi, altrimenti non è concepibile una situazione cosi infausta per anni. E' un altro caso ARGO1, anche se in modalita' differente
Equalizer 1 anno fa su tio
Bisogna passare ai fatti, basta parole, qualsiasi altra persona nella stessa situazione sarebbe già stato bastonato mille volte. Quali segreti conosce il Gnehm? Avrà tritato qualcuno per conto di terzi :)
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora

Corteo dei Molinari, il Governo «condanna i toni e le ingiurie»

Il direttore del DI ha risposto all’interpellenza, pur non fornendo cifre precise sul costo dell’intervento della polizia

CANTONE
2 ore

Quella povertà che nessuno vede

Negli ultimi cinque anni sono raddoppiate le richieste a Soccorso d’inverno da parte dei domiciliati in difficoltà economica: «Tante volte le persone non osano chiedere aiuto pur faticando»

CANTONE
3 ore

Ex docente di Montagnola condannato: «Minore messo in pericolo»

Il pretore ha deciso per lui 60 aliquote da 190 franchi sospese per 2 anni e a una multa di 2000 franchi

BELLINZONA
5 ore

Amianto: le FFS si difendono

I vertici dell'ex regia federale sui decessi dei collaboratori in pensione: «Casi noti, monitoriamo la situazione»

FOTO E VIDEO
LUGANO
5 ore

Il robot Sophia che parla agli umani

È sbarcato a Lugano. Può rispondere alle tue domande. Si è presentata durante la seconda edizione del Forum innovazione Svizzera italiana, da oggi al LAC

FOTO
BELLINZONA
7 ore

Ecco il nuovo volto della Posta di Giubiasco

La rinnovata filiale di via Bellinzona 6 è stata inaugurata questa mattina: «Questa sede è apprezzatissima dalla clientela. Siamo orgogliosi di averla rimessa a nuovo»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile