Ti Press
LUGANO
19.06.18 - 10:580

Lugano Airport, i passeggeri “ringraziano” il Gran Consiglio

L’ASPASI si rallegra della decisione del parlamento cantonale di sostenere economicamente il rilancio dello scalo luganese

LUGANO - ASPASI – l’Associazione passeggeri aerei della Svizzera italiana – si rallegra della decisione del Gran Consiglio ticinese che ieri si è pronunciato a favore del sostegno economico alla Città di Lugano da parte del Cantone per il rilancio dello scalo di Agno. Questa decisione, presa a netta maggioranza, costituisce «un segnale positivo per il futuro dell’aeroporto di Lugano-Agno e dei suoi passeggeri».

Si parla in particolare di circa un milione di franchi per la ricapitalizzazione della Lugano Airport SA e del sostegno ad altri opportuni investimenti, specialmente quelli legati alla sicurezza negli atterraggi. Un ulteriore segnale da parte del Cantone è giunto anche dal Direttore del Dipartimento del Territorio, Claudio Zali, che ha dichiarato che sono al vaglio le trattative per il ripristino della tratta Lugano-Ginevra, spese che sono al vaglio uno studio per una “chiave di riparto” che non corrisponderà alla suddivisione attuale del capitale azionario della Lugano Airport SA, di cui attualmente la Città è azionista di maggioranza.

La decisione del Gran Consiglio, sebbene per ora si limiti ad un sostegno formale, «è un forte segnale di una volontà politica di giocare un ruolo a fianco della Città di Lugano per mantenere in vita lo scalo di Agno. Questo segnale è determinante in una fase di incertezze come quella attuale», si legge nel comunicato dell’ASPASI.

Negli ultimi mesi ASPASI ha denunciato più volte la situazione di stallo che si è venuta a creare, in particolare per quanto riguarda il collegamento con la Ginevra ma anche in relazione all’affidabilità del collegamento verso Zurigo. Sotto questo aspetto le decisioni politiche del Consiglio comunale di Lugano – che poco più di un mese fa ha stanziato un credito per la ristrutturazione degli hangar – e quella di ieri del Gran Consiglio «chiamano ora alla responsabilità tutti gli attori coinvolti – azionisti, compagne aeree, LASA e mondo economico - alfine di trovare a brevissimo termine soluzione per un ripristino di collegamenti affidabili verso Zurigo e Ginevra».

Commenti
 
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
La difesa: «Ha reagito per rabbia e frustrazione»
Il legale del ventiquattrenne a processo per il delitto di Caslano si è battuto per una pena non superiore agli undici anni
CANTONE
3 ore
Uccise la nonna «per vendetta»
L’accusa ha chiesto una condanna di sedici anni, sospesa a favore di un trattamento stazionario, nei confronti dell'autore del delitto di Caslano
CANTONE
3 ore
Pronzini sbotta contro Gobbi: «Non si permetta di paragonarmi alla Stasi»
«Ribadisco a tutti di rimanere nei limiti del rispetto delle persone», ha detto Claudio Franscella rivolgendosi a entrambi e all'aula
FOTO E VIDEO
LUGANO
4 ore
I bambini davanti a un quadro di Van Gogh. Le loro reazioni
Stupore e incredulità dei più piccoli di fronte alla mostra virtuale che ha già registrato 10.000 visitatori. Le risposte più divertenti dei bimbi
FOTO E VIDEO
BELLINZONA/ANCONA
5 ore
Scontro burocratico al porto: resta a terra con la merce per i terremotati
Il viaggio umanitario di Besnik H., classe 1976, partito dal Ticino subisce una brusca frenata nelle Marche. Ecco il video che mostra ciò che è successo
CANTONE / BERNA
6 ore
Il Governo ticinese si congratula con Cassis
«L’auspicio è che la sua presenza continui ad aiutare a comprendere meglio le sfide alle quali è confrontato il Ticino e porti un contributo alla coesione nazionale»
CANTONE
7 ore
«L'avanzata dei Verdi non stravolge la formula magica»
IL PLRT applaude la conferma di Cassis e critica Verdi e socialisti per aver «voltato le spalle all’unico rappresentante della Svizzera che parla e pensa in italiano»
CANTONE
7 ore
Il nipote che uccise la nonna: «Volevo solo minacciarla, ma poi l’ho colpita»
Si è aperto il processo per il delitto di Caslano del luglio 2018. Fu un gesto premeditato?
CANTONE
10 ore
Ogni giorno da Novazzano a Milano «pur di lavorare»
Architetti in fuga dal Ticino. La storia di Chiara Bernasconi, 33enne di Novazzano, è il simbolo di un settore in affanno
CANTONE
11 ore
Uccise la nonna e poi le diede fuoco
Il 6 luglio 2018 un delitto scosse la comunità di Caslano. Il nipote a processo per assassinio
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile