CANTONE
16.05.18 - 10:440
Aggiornamento : 11:04

Verdi contrari al compostaggio nel Piano di Magadino

Al Gran Consiglio viene chiesto di bocciare la variante del piano d’utilizzazione cantonale e il ripristino agricolo dei terreni occupati dalla Compodino SA

BELLINZONA - I Verdi del Ticino e la sezione del Locarnese sono contrari alla modifica del piano d’utilizzazione cantonale del Piano di Magadino, il quale prevede di destinare una zona agricola ad uso industriale (lavorazione ramaglie per produrre composto).

Il Consiglio di Stato ha infatti adottato lo scorso aprile le varianti del Piano di utilizzazione cantonale del Parco del Piano di Magadino (PUC-PPdM) destinate ad un impianto di compostaggio in località Pizzante, proponendo al Gran Consiglio di stanziare un credito di un milione di franchi per la realizzazione della pianificazione.

Per i Verdi l’attività agricola «va tutelata ad ogni costo» e chiedono al Gran Consiglio di bocciare la variante del piano d’utilizzazione cantonale. Secondo i Verdi vi sono almeno 8 motivi per opporsi alla modifica del piano d’utilizzazione cantonale del Piano di Magadino:

1) Si tratta di un’attività industriale e come tale va posta in zona industriale.
2) Si contravviene a quanto richiesto da disposizioni superiori (ma anche dal buon senso) che i migliori terreni agricoli siano preservati per l’approvvigionamento alimentare (sicurezza locale e nazionale) attuale e per le generazioni future.
3) La modifica è in palese contrasto con le attività del Parco del Piano di Magadino votato dallo stesso Gran Consiglio, e del quale, fra gli obiettivi, vi è appunto la preservazione del territorio agricolo.
4) È insensato triturare a Riazzino ramaglie proveniente fino dalla Valle Maggia.
5) Si crea un enorme afflusso di traffico su stradine agricole, invadendo pure il percorso ciclabile.
6) Si legalizza un abuso che dura da più di 20 anni.
7) Vi sono metodi per la gestione degli scarti verdi che permettono un migliore uso di questa materia prima rinnovabile, senza sprecare terreno agricolo e a costi minori; ad esempio la triturazione direttamente a bordo campo sui vari terreni agricoli, per poi lasciare usare in loco da parte dei contadini il composto quale concime. Oppure la produzione di energia tramite piccoli impianti a biomassa, che non necessitano nemmeno di materiale essiccato.
8) Se venisse approvata tale modifica, sarebbe una strada spianata alla possibile costruzione di un impianto industriale di biogas. A tale proposito, nel 2009 il messaggio municipale presentato dalla Città di Locarno con una variante del Piano Regolatore (PR) non raccolse la maggioranza qualificata. Il PR poi votato due anni fa non prevede tale possibilità; inoltre, sempre a Locarno, il Consiglio Comunale nel 2014 ha approvato una mozione ecologista che prevede la tutela di tutte le zone agricole (SAC) migliori come appunto previsto da disposizioni superiori cantonali che federali.

Dal Dipartimento del territorio e dal Municipio di Locarno i Verdi «esigono» inoltre lo sgombero e il ripristino agricolo dei terreni «attualmente occupati illegalmente dalla Compodino SA in località Carcale».

Commenti
 
TI.CH 1 anno fa su tio
CI RISIAMO!! Ai verdi non va mai bene un ..... dicono no a oltranza a tutto. Cari verdi sarebbe meglio che teniate la lingua dietro ai denti siete solo capaci di dire NO e di criticare. MA CHI CRITICA NORMALMENTE PORTA DELLE ALTERNATIVE NON COME VOI CHE DITE SOLO NO MA NON SIETE CAPACI DI PROPOREE DELLE ALTERNATIVE, BASTA SFOLGLIARE GLI ARCHIVI DELLA TELEVISIONE E TROVERETE UN MICCHIO DI SITUAZIONO DOVE VOI DITE NO MA NO AVETE SOLUZIONI DA OROPORRE. Il colore del vostro partito è il verde, cioè partito acerbo.
GI 1 anno fa su tio
certo che se il compostaggio non lo si fa in campagna.....vedo male farlo in Piazza Grande a Locarno....in Riva al lago ad Ascona....al Parco Ciani di Lugano.....
lilo86 1 anno fa su tio
Poooooooo
TOP NEWS Ticino
LUGANO
41 min
«I nostri figli in quei momenti erano oggetti al servizio della coppia»
Si apre il processo nei confronti dei due genitori del Bellinzonese che per anni avrebbero abusato sessualmente dei loro ragazzi. Filmando spesso le folli gesta. Ammissioni choc da parte della mamma
POSCHIAVO (GR)
1 ora
In Italia è polemica sulla pasta poschiavina
Coldiretti, l'associazione italiana degli agricoltori, si è imbestialita dopo un servizio televisivo su un pastificio grigionese
CANTONE
3 ore
Torna la neve: allerta di livello 4 nel Sopraceneri
Forti nevicate in arrivo tra domani e venerdì. Limite in calo fino a 200 metri nei distretti più a nord
LUGANO
5 ore
Come è facile ordinare sushi "di contrabbando" dall'Italia
Boom di ticinesi nei ristoranti oltre confine. E alcuni non disdegnano le consegne di pasti a domicilio: in barba alle regole doganali. Abbiamo fatto un test
CANTONE
12 ore
Una petizione per salvare i bus per Malpensa
È stata lanciata un paio di giorni fa in vista dell'interruzione dei collegamenti su gomma prevista per la fine di quest'anno
ORSELINA
15 ore
«Con l'omeopatia seguiamo il malato di cancro»
Serata speciale domani 13 novembre alla Clinica Santa Croce. Il direttore Dario Spinedi: «Dopo 23 anni, vi raccontiamo cosa abbiamo fatto»
LUGANO
16 ore
Su terra ferma, ma si pattinerà su ghiaccio a Natale in Città
L’idea della pista sul lago è stata rinviata al 2020 per allestire la perizia idro-geologica. «Da un pool di sponsor 300mila franchi per un evento di qualità e sociale» rivela Stefano Artioli
MENDRISIO/LUGANO
18 ore
Malore sul treno: «Nessuno ha chiamato i soccorsi»
Le FFS fanno chiarezza sull'episodio di questa mattina. E assicurano: l'affollamento del TiLo era «una situazione del tutto eccezionale»
BRISSAGO
18 ore
Richiedente l'asilo ucciso da un agente, c'è il decreto d'abbandono
Il poliziotto colpì il 38enne ai fianchi con due colpi. Il cittadino srilankese però non si fermò, costringendolo a sparare un terzo colpo, questa volta diretto al torace
LUGANO
18 ore
Angelo Jelmini lascia: «Non mi ricandido»
Il municipale luganese ha dato oggi l'annuncio con un tweet
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile