TiPress
CANTONE
15.05.18 - 17:390
Aggiornamento 18:05

Ristorni dei frontalieri: la Commissione approva il rapporto di Dadò

Il parere favorevole del deputato PPD considera «giustificata» la richiesta al Consiglio di Stato di dare il la alle trattative con l’Italia per il finanziamento della mobilità transfrontaliera

BELLINZONA - La Commissione della gestione e delle finanze ha sottoscritto questa mattina il rapporto di maggioranza allestito da Fiorenzo Dadò  favorevole alla mozione dei deputati Maurizio Agustoni e Giorgio Fonio denominata “Ristorni dei frontalieri: quando ci attiveremo per un uso conforme all’accordo?”.

Lo comunica Matteo Quadranti, a cui apparteneva il rapporto contrario alla mozione inoltrata nel 2015 dai deputati PPD Maurizio Agustoni e Giorgio Fonio che chiedeva al Consiglio di Stato di dare il la alle trattative con le autorità italiane per destinare le imposte alla fonte dei frontalieri al finanziamento di servizi e infrastrutture per la mobilità transfrontaliera.

Quadranti - che seguirà l’odg del Gran Consiglio - si rivolge ora al Consiglio di Stato - per tramite della Commissione della gestione e delle finanze - chiedendo se abbiano avuto luogo gli incontri annuali previsti dall’art. 4 cpv. 2 dell’Accordo tra Svizzera e Italia e se le Autorità italiane abbiano giustificato l’impiego dei ristorni così come previsto dall’Accordo. Il deputato PLR intende inoltre sapere se il Governo si è ritenuto soddisfatto oppure no di queste informazioni e, nel caso di un mancato rispetto, se il Governo abbia preso misure nei confronti della Confederazione affinché richiamasse l’Italia al rispetto dell’Accordo.

5 mesi fa Ristorni dei frontalieri: in campo anche il Parlamento
Commenti
 
siska 5 mesi fa su tio
...e soprattutto quelli più presi per il c......siamo noi cittadini/e. Si fa sempre finta di nulla perché "intanto" le cose le metteranno in ordine sempre gli altri. Questo é l'identikit dello svizzero medio che ad occhi chiusi, si butta letteralmente tra le braccia del politici e della politica. Non parliamo poi del cantone ticino...l'dentikit del classico ticinese? Un esempio classico: la politica, il nonno, il padre, lo zio e lo zio dello zio, l'amico o l'amico dell'amico che ti aiuta ad avere agevolazioni e non tutti lo sanno come funziona ma é così! Poi non parliamo del ticinese classico quando ti tende in nome della lealtà e dell'amicizia, tutta apparenza anche perché nella vita io ho imparato molte volte a dare ed accettare l'amicizia poi....tutto ad un tratto te li vedi, ti voltano le spalle senza un perché senza che tu li abbia mai offesi. Perché? Perché seguono l'onda e seguono sempre gli amici più confortevoli.
WGWG 5 mesi fa su tio
Siamo governati da un branco di ingenui presi in giro oramai da anni. Andiamo avanti di questo passo e faranno sicuramente gli interessi dei residenti di questo Cantone.
tip75 5 mesi fa su tio
invertebrati, non versateli che si muoveranno veloci
Bandito976 5 mesi fa su tio
Non deve piú esistere lo statuto di frontaliere e relativo permesso G, punto. Lavoratori UE permesso B e C e residenza obbligatoria in Svizzera.
Danny50 5 mesi fa su tio
Mammole, continuate a farvi prendere per i fondelli.. lo meritate davvero.
ilsapp 5 mesi fa su tio
Richiamare l' l'Italia al rispetto dell'accordo? Vai avanti tu che a me vien da ridere. Togliere il pigiama per favore.
Tags
ristorni
accordo
consiglio
rapporto
frontalieri
commissione
italia
stato
dadò
consiglio stato
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report