Tipress
BELLINZONA
08.02.18 - 09:260
Aggiornamento 11:42

«Città militarizzata» e assenza di concorsi, scatta l’interpellanza sul Rabadan

I consiglieri comunali David, Lucchini e Boscolo chiedono al Municipio di fare luce sulla sicurezza e gli aspetti finanziari del carnevale

BELLINZONA - Una trasformazione da «patrimonio storico» a «macchina da soldi» per la «società che lo gestisce, con la complicità del Municipio», che sta generando negli ultimi anni insoddisfazione tra i bellinzonesi verso il carnevale Rabadan.

A puntare il dito su questi «rapporti pericolosi» sono Ronnie David (Verdi), Alessandro Lucchini (PC) e Lisa Boscolo (GISO), che in un’interpellanza presentata al Municipio della capitale espongono le proprie preoccupazioni in merito alla “selezione all’ingresso” operata dai prezzi d’entrata alla manifestazione, alla «militarizzazione» della città e alla mancanza di un pubblico concorso per l’attribuzione del carnevale.

«Città militarizzata» - La questione sicurezza in particolare solleva parecchi quesiti nei tre consiglieri comunali, non solamente in merito alle effettive modalità di bonifica messe in atto prima della manifestazione ma soprattutto per la comparsa delle barriere tra le strade cittadine, con tre settimane di anticipo rispetto all’inizio del Rabadan. Una situazione che provoca disagi, tanto agli esercizi commerciali quanto ai residenti del centro storico, e sulla quale gli interpellanti chiedono all’Esecutivo di prendere posizione.

Accesso senza pass - Anche la possibilità di accedere - su segnalazione - senza pagare il pass per raggiungere qualcuno all’interno del perimetro finisce nel mirino dell’atto, in quanto costituisce la dimostrazione «dell’assenza di basi legali per per poter chiudere la città del carnevale», obbligando al pagamento per l’entrata.

Suolo pubblico e finanze - Infine, non viene dimenticata la questione finanziaria. Come ricordano gli interpellanti, l’occupazione del suolo pubblico in alcune zone della città si protrae fino ad un mese e mezzo. E proprio alla luce di questo David e colleghi chiedono al Municipio di quantificare i pagamenti della società Rabadan alla città di Bellinzona, nonché di prendere posizione sullo «snaturamento» commerciale della manifestazione, la concessione dell’intero perimetro all’attuale società organizzatrice e sull’eventualità che un’altra società privata decida di farsi avanti per organizzare il carnevale.

6 mesi fa I commercianti di Piazza Indipendenza contro il Rabadan
6 mesi fa Al Rabadan, ma non per il Carnevale: è polemica
Commenti
 
Jole Moser 6 mesi fa su fb
Con la nuova bellinzona e'giusto avere chiarimenti !!
Shamano GP 6 mesi fa su fb
Tra non molto ci sarâ qualchuno che reclama perchè si fa carnevale adesso e non in maggio o giugno. Che bel mondo
Mauro Mantovani 6 mesi fa su fb
Questi qui vedono militari ovunque
Isa Dondon 6 mesi fa su fb
Ancora pochi giorni poi finisce per fortuna 😁😁
Sabrina Lurati 6 mesi fa su fb
Ma certa gente invece di buttare nel bidone del verde l’erba che taglia, se la fuma? Ma smaltire la fumata prima di dire certe cavolate.
Athos Dettamanti 6 mesi fa su fb
Che sempre qualcuno che rompe i coglioni qualsiasi cosa si organizza. Basta state veramente rompendo in modo poco costruttivo; andate a vivere sui monti lontano dalla gente che vuol vivere
Manuela Rada 6 mesi fa su fb
No per favore....sui monti anche no... Sai che palle trovarsi un corteo di protesta, mentre passeggi in tranquillità. Mandiamoli in Siberia....che è meglio...
Luigi Lorenzi 6 mesi fa su fb
Non va mai bene un cazzo a Belli... speriamo davvero muoia del tutto così questi lamentoni si assumeranno la loro responsabilità
Wlady Minotti 6 mesi fa su fb
La solita sinistra .... !!!!!
Johnny Barudoni 6 mesi fa su fb
Mamma mia che spacca marroni
matteo2006 6 mesi fa su tio
Güglielmo rilassati ti farebbe bene una sigaretta di canapa light non è detta che poi la pensi come i verdi ma almeno ci puoi esporre la tua opinione senza insultare tutti. :-)
matteo2006 6 mesi fa su tio
Entrata libera, si certo, ora con i controlli vedi cosa succede dentro pensate se fosse libero... il carnevale non è più da anni quello che la gente pensa, ma da almeno 25 anni, è stato un crescendo unico, è solo commerciale nulla da nascondere la città di bellinzona guadagna dei bei soldi con il carnevale, le casse del comune e dei commercianti ne risentirebbero e non poco. Dare in appalto ad una società nuova? ridicolo il solo pensarci è giusto che rimanga gestita da una società creata ad hoc di Bellinzona. Ultimamente se ne escono con di quelle sparate certi municipali, gli avrà dato alla testa la fusione.
ofiuco 6 mesi fa su tio
Quando sara' pronto il semisvincolo si potra' togliere il carnevale dal centro. Semisvincolo chiuso per una settimana significa meno inquinamento e in centro non ci sono disturbi.
lilo86 6 mesi fa su tio
@ofiuco Stiamo parlando di carnevale! Non di semisvincoli
Nmemo 6 mesi fa su tio
Il carnevale, scusate la società che lo gestisce, è un importante veicolo politico ed elettorale. Per tradizione, secolare, la politica si nutre del carnevale, rispettivamente la politica lo nutre. Le domande poste sono legittime e consentiranno di capire l’importanza, per i notabili, della più importante settimana dell’anno della Città. In pratica quello che tutti già sanno. Provate a immaginare un Re Rabadan senza "pedigree".
87 6 mesi fa su tio
Effettivamente passando dalla stazione di Bellinzona e percorrendo il Viale Stazione, i cancelli sparsi ovunque, le protezioni a insegne, totem e monumenti privati, mi danno da pensare al degrado raggiunto dal carnevale e dalla sua utenza. Si è perso il rispetto per le altrui proprietà. I cancelli danno idea di essere all'entrata di un campo di sterminio. Potrà sembrare un dispositivo di sicurezza, ma mi sembra che sia andato a esagerare. Stanno finendo i tempi delle entrate a sbafo, controllano e fanno pagare anche l'entrata alle mosche. []P.S. Ricordatevi di sbarrare il pericoloso percorso vicino alla ferrovia che esce nei pressi del paracarro automatico.
Manu Rey 6 mesi fa su fb
Bisogna sempre cercare di rompere le palle... lamentarsi e basta, ma cedere e godersi una delle poche tradizioni ticinesi rimaste no? Nessuno dice che sia facile e che i tempi non son cambiati, ma ci si adatta o si prendono provvedimenti personali...
lilo86 6 mesi fa su tio
Allora qui veramente ora tocchiamo il fondo... quanta ignoranza! Il rabadan è una società autonoma e non ha nulla a che vedere con il municipio punto uno, la società rabadan prende in affitto il centro di Bellinzona e per tanto deve tutelarsi in tutte le maniere! Il caso Tamagni fa di testimonianza che il troppo nella sicurezza non è mai abbastanza! Per garantire soccorsi , sicurezza , trasporti , supporti , permessi , affitti, coreografie la società rabadan è affrontata a dei costi elevati! È inutile continuare a pretendere ed ogni volta lamentarsi ! La gente non ragiona più ! Ai soliti partiti rompi scatole perché in fine sono sempre i soliti Verdi e Socialisti gli auguro che non succeda nulla ai loro figli o parenti durante la manifestazione! Perché in caso contrario poi sono i primi a dire che la sicurezza che la serietà di organizzare soccorsi andrebbe rinforzata ed aumentata... per quanto riguarda il costo eccessivo e la selezione degli individui per me è meglio! Meno bambiniminchia in giro a ubriacarsi e fare stupidate!
dilandog 6 mesi fa su tio
@lilo86 Come al solito questi pseudo-politici devono farsi pubblicità per aver un po di voce in capitolo, aizzando contestazioni inutili. Il Carnevale di Bellinzona è una tradizione ed in quanto tale dev'essere tutelata, l'organizzazione ha bisogno di tempo per poter attuare tutte le misure necessarie per il sano svolgimento di una manifestazione così grande ed importante non solo per il comune di Bellinzona ma per tutto il Ticino. Prezzi alti, ben vengano, come dice lilo86 "Meno bambiniminchia in giro a ubriacarsi e fare stupidate!" In 155 edizioni solo in questi ultimi 4 o 5 anni si fanno polemiche... pensate a divertirvi, almeno per qualche giorno all'anno, poi potete continuare a fracassare le scatole con le vostre #pseudopolemichepubblicitàgratuite. Tutti a Rabadan..... Si cominciaaaaa
ofiuco 6 mesi fa su tio
@lilo86 Bravo! Hai perfettamente ragione. Bisogna sempre cercare qualche spunto x farsi notare.
albertolupo 6 mesi fa su tio
@lilo86 In effetti chiedono quanto paga la società autonoma Rabadan per avere in esclusiva l'uso del suolo pubblico cittadino. Mi sembra una domanda legittima e piacerebbe anche a me saperlo. Mi scoccerebbe un po' venire a sapere che il tutto viene via per una "cioca da lacc".
aquila bianca 6 mesi fa su tio
@lilo86 Concordo su tutto quanto hai esposto, bravo... !! Inoltre, non é un segreto di Stato quanto versa la Società Rabadan al Comune. Basta informarsi nelle giuste sedi e dare un taglio con queste menate che devono per forza rompere i maroni ogni anno con le stesse tematiche, per apparire e per mettere in cattiva luce una delle poche manifestazioni che fanno rivivere una Bellinzona MORTA. Anche la Bachica, per causa dei soliti frustrati, ce l'hanno soffiata sotto il naso i luganesi.... ;-(( Cos'altro resta a Bellinzona.... ?? Il mercato del sabato.... ?? I commercianti che si lamentano, in quanti sono, 6...7...?? Visto la moria quotidiana di negozi.... ;-(( La gente si lamenta che abbiamo una Capitale dove dopo le 10 di sera, si può tranquillamente girare nudi, tanto non ti vede nessuno... ;-xD Questi rompiscatole, invece di insorgere sui costi, vadano a divertirsi...... se sanno ancora come si fa.... Buona giornata lilo ;-)))
stones 6 mesi fa su tio
@dilandog concordo in pieno...poi bè...basta guardare da chi arriva la polemica e si capisce già tutto ;-)
Giorgio Ambrosone 6 mesi fa su fb
Finalmente qualcosa di nuovo per dare adito ai lamentoni virtuali, alé... Fuoco alle polveri
Tags
città
carnevale
rabadan
società
municipio
città militarizzata
assenza
interpellanza
david
manifestazione
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report