keystone
LUGANO
08.01.18 - 19:290

«Il canone sia pagato con le imposte»

L'Associazione Ticino & Lavoro si schiera contro No Billag e propone una soluzione

LUGANO - L’Associazione Ticino&Lavoro si schiera in favore del No a No Billag. In una nota, firmata dal presidente Giovanni Albertini, l’associazione ribadisce la propria volontà di difendere «a spada tratta i posti di lavoro in Ticino e puntiamo, con la nostra associazione, a ricollocare personale disoccupato».

Secondo l'associazione inoltre, la «soluzione migliore per il mantenimento e la salvaguardia del Canone radiotelevisivo» sarebbe nel «pagamento dello stesso tramite le imposte, a seconda del reddito».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 2 anni fa su tio
Oh mama; ho trovato nella corrispondenza una lettera con scritto Billag e da pagare 451,10 . C'è scritto anche AVVISO osservare le informazioni sul retro. Leggo : A partire da gennaio 2019 sarà la ditta SERAFE a incassare. Il Consiglio Federale ha deciso di introdurre il nuovo sistema del canone (Fr 365 a decorrere dal 1° gennaio 2019). Adesso mi sento meglio se penso che il Consiglio Federale, dopo l'introduzione dell'IVA aveva preannunciato che non si sarebbe più pagata l'Imposta federale. Forse mi hanno dimenticato o non sono il solo, visto che la pago ancora ?????????
Tato50 2 anni fa su tio
Già la votazione di pagare il premio della CM in base al reddito è stata respinta e qualcuno crede che questa volta ci sia solidarietà verso i meno abbienti ? Visto come è andata la prima volta ho seri dubbi considerato che il ceto medio, in via di estinzione, che paga e non riceve nulla non vuole certo sobbarcarsi anche il divertimento altrui.
carlo56 2 anni fa su tio
Mah...l’idea non è male ma mi pare non risolva i problemi di fondo da cui è partita l’iniziativa. Resterebbe a carico di tutti, compresi coloro che la tv non la guardano, e creerebbe un aumento di imposte perché è ovvio che quei soldi lo stato non se li inventa. Secondo me la SSR avrebbe dovuto fare dei passi indietro anziché arroccarsi e interagire con arroganza. Quanto al ticino...pagare quel che si paga per due canali di cui il secondo di quasi solo calcio, e che potrebbe essere uno unico svizzero trasmesso in quattro lingue (anche i romanci avrebbero dei diritti...!), e tre reti radio quando una sarebbe più che sufficiente non mi sembra sia usare bene i soldi. Oltre tutto poi la pubblicità la inseriscono comunque (togliendola a tv-radio private che del canone ricevono solo le briciole). Per discuterne si dovrebbe ripartire da capo ma temo sia tardi.
Thor61 2 anni fa su tio
@carlo56 Stranamente un concetto così semplice, eppure in molti fanno finta di non vederlo/capirlo, peggio sarebbe se fatto coscientemente. Ottima esposizione dei fatti ,o))) Saluti
shooter01 2 anni fa su tio
si certo, così devo pagare ancora di più per fare propaganda al peggiore partito che esiste. Meno faziosità, meno propaganda, più professionalità, allora si discute
87 2 anni fa su tio
Proposta sensata! Oltre al risparmio di mantenere le società di riscossione, si riduce il consumo di carta, costi di spedizione e quantaltro per inviare il doppio delle buste alle economie domestiche per riscuotere due imposte (federali e canone). 365 su stipendio di 50'000 fr annui (~4'000 al mese) = 0.73%;; 365 su stipendio di 100'000 fr annui (~8'000 al mese = 0.37% Va da sè che per chi più guadagna, doppio reddito in famiglia o altro, nonostante la situazione agiata, l'onere sociale di plurilinguismo eccetera, grava molto meno rispetto all'operaio comune. A differenza che l'operaio arriva a casa, stanco morto, doccia, cena e a letto pronto per il giorno dopo. Dove lo trova il tempo per la tv!? [!!!]Mia proposta: riscuotere tramite IVA in modo che chi più spende in CH più finanzia la coesione nazionale (ecc.).[/!!!] Anche i turisti possono così finanziare le bellezze elvetiche (non sia mai che non si possa vedere Heidi in tv, anche se si tratta di un anime giapponese su romanzo svizzero).
Bernabeu 2 anni fa su tio
In Spagna è già così: anni fa sono stati aboliti sia il canone che la pubblicità e la TV viene finanziata dallo Stato nonchè vendendo servizi e documentari all'estero. Riforma introdotta dal governo Zapatero. Di per se è una soluzione più sociale di quella nostra dove poveri e ricchi pagano lo stesso importo.
TOP NEWS Ticino
PARADISO
2 ore
Cade di testa da tre metri
Infortunio questa mattina in un cantiere in via Bosia a Paradiso. Soccorso un operaio di 45 anni
CANTONE
2 ore
In Ticino ci sono 4 nuovi positivi
Nonostante vi siano oltre 450 persone in quarantena, non vi sono sensibili variazioni nella curva dei contagi
MORCOTE-BRUSINO
2 ore
Cena al grotto, poi il tuffo dalla barca: deceduto
È stato trovato morto il 65enne scomparso ieri sera nel Ceresio. La polizia ha trovato il corpo a Brusino Arsizio
LUGANO
4 ore
Il vento ha fatto... qualche danno
Un albero caduto in centro a Lugano, ore di lavoro per i pompieri
FOTO
MORCOTE
4 ore
Scomparso nel lago mentre faceva il bagno
Ricerche in corso a Morcote. Un uomo è sparito nelle acque del Ceresio ieri sera
CANTONE
6 ore
«Prima diagnosticavamo solo i casi gravi, ora tutti»
Covid-19: numeri di nuovo in crescita. Ma pochi ospedalizzati. Perché? Il medico Christian Garzoni fa "chiarezza".
CANTONE
6 ore
Tutti in acqua in barba al Covid
Segnalazioni da Lugano, Bellinzona e Verzasca. I responsabili assicurano: «Nessun caso problematico. Monitoriamo sempre»
FOTO
CENTOVALLI
18 ore
Intragna, si scontra in curva con un camion
L'incidente è avvenuto attorno alle 18 di questo pomeriggio. Sul posto soccorsi e polizia
FOTO / VIDEO
MORBIO INFERIORE
18 ore
Il ramo si spezza e cade sulla strada
È accaduto questo pomeriggio in zona Balbio, a Morbio Inferiore
CANTONE
21 ore
Collettivo R-esistiamo: nei centri per migranti condizioni da «lager»
Il gruppo fa riferimento anche al caso di un ragazzo che si è gettato dal centro della Croce Rossa a Paradiso
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile