Tipress
BELLINZONA
18.10.17 - 09:490

Rifiuti vegetali e puzza: «Chi controlla l’idoneità dei funzionari?»

Scatta l’interrogazione a seguito della sentenza del Tribunale federale che ha annullato l’appalto alla Compodino. Inseriti nella lista cantonale impianti non a norma: «Perché nessuno si è accorto?»

BELLINZONA - Per decenni la gestione e lo smaltimento degli scarti vegetali in Ticino «non hanno funzionato a norma di legge». A sottolinearlo sono i deputati Sara Beretta Piccoli, Michela Delcò Petralli e Germano Mattei, che in un’interrogazione - scattata dopo la decisione del Tribunale federale di annullare l’appalto alla Compodino - chiedono al Consiglio di Stato di fare chiarezza in merito ai controlli di idoneità sui funzionari che hanno allestito la lista cantonale degli impianti di compostaggio per lo smaltimento “del verde”.

Parte di questi - secondo alcuni oltre la metà - non sarebbero infatti a norma, motivo che ha spinto i tre firmatari a chiedere al Governo di fare i nomi dei funzionari responsabili, rei di non essersi resi conto di avere inserito nella lista degli impianti di compostaggio non a norma di legge.

«Com’è possibile che la lista del 2011 - e tutt’oggi in vigore - menzioni impianti fuori norma, seppur come soluzione transitoria?», chiedono i tre deputati, invitando il Consiglio di Stato a chiarire inoltre «la falsità» delle risposte scaturite dall’interrogazione “Veleni sul territorio?” del 2014.

Le domande rivolte al Consiglio di Stato

  • Com’è possibile che la lista degli impianti di compostaggio del 2011 - e tutt’oggi in vigore - menzioni impianti fuori norma, seppur come soluzione transitoria?
  • Quali sono i funzionari responsabili preposti all’allestimento della lista?
  • Come è possibile che questi funzionari non si siano accorti di avere inserito nella lista degli impianti di compostaggio non a norma di legge?
  • A parte Locarno - che si ritrova a pagare spese giudiziarie e legali - ci sono altri comuni indotti in errore dalla lista cantonale, che hanno appaltato lo smaltimento di degli scarti vegetali a ditte che lavorano senza adempiere ai requisiti di legge?
  • Come conta di rimediare il Lodevole Consiglio di Stato alla scabrosa situazione che si è venuta a creare?
  • Cosa direbbero i Tribunali della pratica tollerata dall’autorità cantonale per il compostaggio a fondo campo?
  • Il Cantone si avvale dei servizi di compostatori? Se si, rispettano le norme vigenti?
  • Dopo l’interrogazione N. 76.15 in merito alle plastiche sui campi sono stati presi delle misure per migliorare la situazione?
  • Secondo le direttive federali la pratica del fondo campo deve essere un’attività accessoria a quella agricola. Questa direttiva è rispettata? Le ditte che praticano il fondo campo sono riconosciute quali aziende agricole ai sensi dell’art. 6 dell’ordinanza sulla terminologia agricola del 7 dicembre 1998 (OTerm)?
  • Come giustifica il Governo l’inattendibilità o meglio, le falsità delle risposte scaturite dall’interrogazione del 27 giugno 2014?
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
navy 2 anni fa su tio
In Ticino, nonostante le derive "filosofiche all'italiana" degli ultimi anni ed i relativi lamenti logorroici, non si è controllato in tanti di quei ambiti che è più facile trovare difetti che pregi. Un cantone alla deriva che puzza sempre più............
Gus 2 anni fa su tio
Più che al Consiglio di Stato , le domande andrebbero dirette al Dipartimento del Territorio e a chi lo dirige
pillola rossa 2 anni fa su tio
'Rogna, cimurro e petardi bagnati'... grande stima!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
Salta la quarantena, denunciato
Rientrato da un paese a rischio, non ha rispettato l'autoisolamento. Rischia fino a 5'000 franchi di multa
CANTONE
3 ore
Per gli anziani il 2020 è un film horror
Isolamento da Covid. Soprattutto chi si trova in una casa di riposo continua a pagare un prezzo altissimo.  
FOTO
LUGANO
3 ore
Incidente a Viganello
Le immagini giunte in redazione mostrano un uomo a terra, nei pressi del passaggio pedonale
CANTONE / SVIZZERA
5 ore
Immagini violente, propaganda, Isis e pedopornografia
C'è la richiesta di pena per i due presunti islamisti a processo: tre anni e sei mesi per uno, 34 mesi per l'altro
CANTONE / SVIZZERA
6 ore
Contratti di tirocinio: «La situazione sta migliorando»
Lo afferma la Segreteria di Stato per la formazione secondo cui ne sono finora stati stipulati il 90% di quelli del 2019
BELLINZONA
8 ore
Casa anziani di Sementina: «L'UDC fa sciacallaggio a scopo elettorale»
Il PPD risponde alle accuse rivolte dai democentristi a Soldini, Morisoli e ai dipendenti della struttura.
CANTONE
10 ore
Brutti ma buoni contro lo spreco alimentare
«I due terzi dei consumatori sono disposti ad acquistare una quantità maggiore di questi prodotti»
CANTONE
11 ore
Cinque nuovi casi di Covid-19 in Ticino
Il totale d'infezioni da inizio pandemia ha raggiunto quota 3'458. Il numero di decessi resta fermo a 350.
BELLINZONA
13 ore
Perchè il mercato di Bellinzona ha successo?
Carlo Banfi, responsabile del mercato, ci svela i segreti della popolarità dell’appuntamento all'ombra dei castelli
LUGANO
15 ore
Yoga nudi per accettare i propri difetti
Dawio Bordoli, 56 anni, fa il "ricercatore spirituale". Una figura su cui molti sono scettici. Ecco i suoi segreti.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile