Tipress
CANTONE
18.09.17 - 12:590

«Fiorenzo Dadò esca quando si discute di Argo 1»

Il deputato Matteo Pronzini attacca frontalmente il presidente del Ppd sulla nuova svolta del caso Argo 1

7 mesi fa «Mi ha offerto due cene, ma non lo conosco»

BELLINZONA - «Le affermazioni fatte dal membro della commissione della gestione e già capo gruppo Ppd Fiorenzo Dadò in merito alla mazzetta di 150 euro ricevuta dalla Argo 1 offendono l’intelligenza della popolazione del Canton Ticino», non usa mezzi termini il granconsigliere Mps Matteo Pronzini in una lettera al presidente del Gran Consiglio e alla presidente della Commissione della gestione.

Il deputato si riferisce alle due cene che il titolare di Argo 1 offrì a Dadò e alla sua compagna, responsabile del servizio richiedenti l’asilo, in un albergo di Bormio, che aveva anche prenotato per loro. Il presidente del Ppd si è giustificato (vedi correlato) dicendo di averci visto un semplice «gesto di cortesia da parte di un suo collaboratore professionale». Inoltre, ha spiegato Dadò, «la mia compagna non è comunque una funzionaria dirigente e non ha alcun potere decisionale».

«Troppo facile affermare che si è un libero cittadino, quando ogni settimana si siede nella commissione che da mesi si occupa, goffamente, dello scandalo Argo 1», continua Pronzini. «Siamo di fronte a un doppio conflitto d’interessi, per questa ragione chiedo all’Ufficio presidenziale e alla Commissione della gestione di invitare Fiorenzo Dadò ad astenersi dal presenziare alle riunioni della gestione quando si discuterà di Argo 1 e non visionare i relativi verbali e la documentazione», conclude il Pronzini. Il quale, da noi contattato, aggiunge: «Capisco che Dadò da galantuomo difenda la sua compagna, ma sarebbe il caso di decidere se deve difendere lei o il Ticino».

7 mesi fa Argo 1, nuovi dettagli sui rapporti stretti dal titolare
1 anno fa Commissione di vigilanza: Dadò si tira indietro
Commenti
 
Stephan Kesslinger 7 mesi fa su fb
Fa bene!
GIGETTO 7 mesi fa su tio
VERGOGNA DADÒ E IL PPD!!!! DIMISSIONI SUBITO!!!!
Meridiana 7 mesi fa su tio
A parte che di BUSTARELLE sottoforma di diverse specie mne girano tante e per tutti, questo e chiaro! Comunque atti simili non possono essere accettate da gente VOTATA da POPOLO ! Ma mi sembra che il nostro GOVERNO si limita a collocare certi funzionari in altre sezioni o in altri dipartimenti, probabilmete anche con l'aumento di classe e conseguentemente di salalrio ! DOVE RIMANE LA CREDIBILITÀ !!!! Se sul Blick leggiamo "die Tessiner-Maffia" ebbene.... Auguri per una più credibile AMMINISTRAZIONE .
Telma 7 mesi fa su tio
Dadò non deve dimissionare perchè ha accettato due cene. Deve dimissionare perchè è uno sciocco. Nella funzione che ricopre e nella funzione che ricopre la sua compagna ....... certe cose semplicemente non le può fare. Non regge il confronto che alcuni fanno con banche, fiduciarie e chi più ne ha più ne metta. qui si tratta di un uome politico e di una funzionaria del cantone che certe cose non se le possono semplicemente permettere. Ribadisco: non devono dimissionare perchè hanno accettato due cene. devono dimissionare perchè sono sciocchi.
falcodellarupe 7 mesi fa su tio
si inizia sempre con un invito a cena.....poi se son rose, fioriranno.
gmogi 7 mesi fa su tio
Oppure come le regole che ci sono in banca. Tassative! Ben chiare, ma..... Si fanno prestare la villa o la macchina per il viaggio di nozze, regalini a destra e sinistra tanto sono tutti occupati a fare riunioni.
Nicklugano 7 mesi fa su tio
Che buffonata, ma ci si rende conto che stiamo parlando di una cena da 150. ? Quanti di noi, pure in posizioni dirigenziali, hanno gradito un invito a cena oppure un aperitivo offerto, senza per questo essere stati corrotti ? Pronzini ed i suoi soci non sanno proprio più a quale santo votarsi per danneggiare chiunque non sia socialcredente... Povero Pronzini, nessuno ti invita a cena ?
curziocurzio 7 mesi fa su tio
@Nicklugano Così fan tutti non è una scusa, le regole devono essere rispettate, e chi si fa prendere con le mani nel sacco paghi dazio
miba 7 mesi fa su tio
@Nicklugano Hai ragione, si tratta proprio di una gran buffonata (ed ho scritto sotto la mia opinione) e da come la penso Dadò non ci ha neppure pensato e per questo il pifferaio di Hamelin di turno suona il piffero a squarciagola e tutti dietro. Suvvia, ragionate un momento con le vostre teste e non con quella del pifferaio di Hamelin di turno (che spesso parla senza accertarsi minimamente che il cervello sia collegato....)
SosPettOso 7 mesi fa su tio
@Nicklugano La cena da 15o.-€ è venuta alla luce... parlandone è saltato fuori anche il buon prezzo e poi cosa dobbiamo ancora aspettarci? Pronzini ha perfettamente ragione a dire che Dadò in commissione non puo' essere imparziale e dunque è bene che questi lavori li lasci a chi non ha famigliari o morose con le mani in pasta.
Nicklugano 7 mesi fa su tio
@curziocurzio Perciò abbasso tutti coloro che hanno accettato un'invito professionale ? Ma in che mondo vivi, caro amico ? Vogliamo vedere quanti clienti hanno invitato fornitori e/o impiegati di banca o fiduciaria a pranzo... tutti fucilati in piazza ? Ma per piacere...
Verbania 7 mesi fa su tio
@Nicklugano No, fucilato solo tu, che a quanto pare hai i servizietti e i favori nel DNA. Invito professionale tra una funzionaria e un privato ? Stai scherzando, vero?
Nicklugano 7 mesi fa su tio
@Verbania Non hai per nulla risposto, hai solo interpretato a tuo piacimento.
Gus 7 mesi fa su tio
Pronzini ha ragione. Dadò si dimetta
miba 7 mesi fa su tio
Io non so quanti pensano con la propria testa oppure seguono il pifferaio di Hamelin (in questo caso Matteo Pronzini. Qui per 2 cene si vuol mettere qualcuno alla gogna (figuriamoci poi se Dadò è corruttibile con 2 cene....). Manco fosse tangentopoli ma ormai nel nostro cantone c'è l'arte di far diventare ogni piccola cosa un affare di stato (evitando così perennemente di affrontare i veri e più seri problemi...)
Foxdilollo78 7 mesi fa su tio
@miba Vedi?? Come dicevo nel mio post, un politico non può e non deve accettare un servizio, gentilezza o regalo, che sia di un franco o centomila. Può sempre suscitare sconforto per chi vede, sente o legge...
Sarà 7 mesi fa su tio
@miba Se fare chiarezza su un mandato diretto da 3,5 milioni ad una ditta senza verificarne la "serietà" è cosa da poco... Forse è davvero l'inizio dell'apertura delle porte a tangentopoli (Sempre che siano ancora chiuse). Da una persona intelligente come Dadò mi sarei aspettato un comportamento più conforme al ruolo e maggiore attenzione.
pulp 7 mesi fa su tio
@miba Io la vedo come te..... soprattutto perchè NON é stato ne Dadò ne la sua compagna a dare questo mandato. Il dito lo si dovrebbe puntare esclusivamente su quei funzionari che hanno firmato il contratto e sul capo del dipartimento che ha avallato. Detto questo, non mi stupisco più di nulla.... tanto meno da personaggi come Pronzini che sono sempre pronti a trovare il diavolo in ogni dove, salvo guardare in casa propria..... Pronzini ci spiega come sono andate le pastette degli impiegati di UNIA che facevano la cresta sulle prestazioni?
albertolupo 7 mesi fa su tio
@pulp Riflessione interessante. Magari a qualcuno fa comodo che i riflettori vengano puntati da un'altra parte...
navy 7 mesi fa su tio
Pronzini non lo inviterei mai a cena in quanto ha una voce stridula ed è un pesantone! Detto ciò, per quanto è della "vicenda Valtellinese Dadò", ha ragione al 110%!!! Oltre ramina, si chiama MAFIA. Da noi non si chiama ma.....resta uno schifo. Senza tante discussioni e giri di parole.
mats13 7 mesi fa su tio
@navy "Oltre ramina, si chiama MAFIA. Da noi non si chiama ma" da noi si chiama PPD....
Bär 7 mesi fa su tio
@mats13 da noi si chiama uregiatteria al quadrato....
Foxdilollo78 7 mesi fa su tio
Di solito quando si è nella cerchia di una Persona politicamente esposta, si dovrebbe fare attenzione ad accettare "gentilezze", "regali", "cortesie", specialmente quando chi li fa è "economicamente legato" alla PPE o al suo entourage perché potrebbe destare alcuni dubbi di corruzione... Dadò a mio avviso avrebbe dovuto rifiutare la gentilezza fatta alla sua compagna o restituire i soldi delle cene. Come politico dovrebbe saperlo.
geiger 7 mesi fa su tio
Caro Dadò....tanto tuonò che piovve.... gente che spara subito a zero contro tutto e tutti per fare propaganda politica, dovrebbe NON avere scheletri negli armadi...
fakocer 7 mesi fa su tio
@geiger Ciao geiger, (sono il fakyro, bannato sai da chi) scheletri o no negli armadi che naturalmente sta bene non averli, se mi capitasse di beneficiare di due cene da anonimo benefattore, per quanto mi riconosco alquanto alquanto strampalato sicuramente bizzarro e moderatamente anarchico rifiuterei rigorosamente il gesto. Questione di stile Lungi dal voler iimpartire a Dadò lezioni in materia, non ho titolo, ritengo che nella sua posizione nel citato ambito e particolarmente nella sua retorica difensiva è caduto rompendosi molte ossa. Molte ossa.
geiger 7 mesi fa su tio
@fakocer uella fakyro... bannato anche tu?... vergognosa la nuova dittatura vero? concordo con il tuo post!!! ps abbiamo un bel gruppo x una cena prossimamente se vuoi aggregarti...
curziocurzio 7 mesi fa su tio
Scusate ma Dado afferma "pensavo che era una cortesia fatta alla mia compagna" ma i dipendenti statali non possono da contratto accettare regali favori di qualsiasi genere in ambito professionale? O sbaglio
Sarà 7 mesi fa su tio
@curziocurzio Non sbagli!
fakocer 7 mesi fa su tio
@curziocurzio Esatto. Sulla Regione di oggi appare in fotocopia la regolamentazione.
MIM 7 mesi fa su tio
Concordo con Pronzini; ma anche lui e gli altri sindacalisti in GC dovrebbero abbandonare l'aula quando si discute di salari minimi o di contratti collettivi. Se la coerenza non è un'opinione. La mia è una provocazione, ma se guardiamo le discussioni nei minimi dettagli, a discutere resterebbero davvero in poco. Cosa significa? Che la politica oggi è fatta per gli interessi e non per il popolo.
Sarà 7 mesi fa su tio
@MIM I salari minimi ed i contratti di lavoro toccano gli interessi sia dei sindacati che del padronato.
Sarà 7 mesi fa su tio
@MIM Se si adottasse una regola che esclude dalle discussioni chi ha degli interessi, al CF non esisterebbero più le lobbie.
albertolupo 7 mesi fa su tio
@MIM Chi difende i contratti collettivi e i salari minimi, in linea di principio difende gli interessi di molti, non solo i propri. Altrimenti ogni volta che uno difende una propria idea ha un conflitto d'interessi...
MIM 7 mesi fa su tio
@Sarà Ti sbagli, non ci sarebbero più persone, non lobbies; quelle si infiltrano dappertutto.
MIM 7 mesi fa su tio
@Sarà Certo, ma stiamo parlando di lui, e non fa certo parte del padronato. Ripeto: se andiamo a fare le pulci a tutti, per gli interessi, resterebbero ben pochi granconsiglieri. Non sto difendendo Dadò, non sono pipidino, ma l'ipocrisia non la digerisco a prescindere.
Sarà 7 mesi fa su tio
@MIM Sono d'accordo con te sulle lobbies, ma nel caso specifico Dadò difende un interesse prettamente personale. Probablmente non si applica alle commissioni del GC ma per correttezza Dadò avrebbe dovuto uscire. Art. 68 del codice civile Nelle risoluzioni sociali concernenti un interesse privato od una controversia giuridica fra la società da una parte ed un socio, il suo coniuge od un suo parente in linea retta dall’altra parte, il socio è escluso per legge dal diritto di voto.
bledsoe 7 mesi fa su tio
@MIM È ovvio che si difendano degli interessi in politica: è fatta per questo! Bisogna vedere semmai gli interessi di chi. Lobby, sindacati, gruppi d'interessi: alla fine sono sempre la stessa cosa e sono giustificati perché rappresentano più persone che giustamente cercano di lavorare per la propria parte.
MIM 7 mesi fa su tio
@Sarà Dadò è sposato o è socio di Argo? Mai sentita sta cosa. Io dico che è stato molto ingenuo, se non stupido. Ma rifiuto di credere che si sia venduto per 150 euro. Semmai punterei l'obiettivo sulla ragazza o signora di cui chissà perché non si fa il nome.
Sarà 7 mesi fa su tio
@MIM Appunto, punteresti l'obbiettivo sulla ragazza, che è la sua compagna. Quindi la richiesta di Pronzini regge.
MIM 7 mesi fa su tio
@Sarà E' la sua ragazza? Non so se sia vero, se lo fosse, Pronzini dovrebbe ancora di più prendersela con la ragazza, non credi? Non è lei che lavorava per il Cantone che rilasciava i permessi? Secondo me si sta perdendo di vista il problema vero.
Sarà 7 mesi fa su tio
@MIM L'articolo la cita come "sua compagna", quindi se ha a che fare in qualsiasi modo con la questione Dadò deve farsi da parte. E' questo che Pronzini chiede.
MIM 7 mesi fa su tio
@Sarà Se si discuterà del caso in GC, sono convinto che Dadò si farà da parte, anche se non lo richiedesse Pronzini. Semmai lui la smetta di inneggiare a chi presto verrà processata penalmente (Bosia Mirra), perché altrimenti davvero la sua incoerenza rasenta l'assurdo.
Sarà 7 mesi fa su tio
Di norma quando si è coinvolti direttamente nel tema in discussione si lascia la sala. Bravo Pronzini.
Gus 7 mesi fa su tio
@Sarà Anche ingegneri, architetti, impresari costruttori, ecc. dovrebbero abbandonare la sala molte volte ma non lo fanno. Detto ciò Dadò deve comunque seguire la richiesta di Pronzini
Sarà 7 mesi fa su tio
@Gus Giusto. Qui non si tratta di un interesse di categoria, di regione o altro, ma di un coinvolgimento prettamente personale con una parte in causa.
KilBill65 7 mesi fa su tio
Questi politici che fanno quello che vogliono!!....Poveri noi,povero Ticino....
HCLS78 7 mesi fa su tio
io non approvo la politica di sparare a zero su tutto e tutti, pero' faccio un po' fatica a credere alla versione del Sig. Dado': a me non è mai successo di andare a cena e scoprire poi che il conto lo aveva pagato una persona che nemmeno conosco.... ...e d'altra parte io non mi sono mai sognato di pagare 2 cene a un perfetto sconosciuto. Mi sembra poco credibile questa versione... poi dubito comunque che una persona si faccia corrompere con una cena da 150 euro... Vabbeh, chi ci capisce qualcosa in questa storia è bravo...
crapadagat 7 mesi fa su tio
Mazzetta da 150 euro? Le quote sindacali allora come vogliamo chiamarle? Pizzo?
Figenfeld 7 mesi fa su tio
Ha perfettamente ragione il Sig. Pronzini, perché Il Sig. Dadò è il primo ché si diverte a sparare contro gli altri, pur non giustificato, quotidianamente contro la Lega! Un pò di umiltà è meno arroganza Sig. Dadò!
fakocer 7 mesi fa su tio
@Figenfeld Concordo. Parole semplici ma esplicite.
pillola rossa 7 mesi fa su tio
Si cominci con il licenziamento della signora e di chi ha firmato 'senza sapere' quel che firmava... Amen.
albertolupo 7 mesi fa su tio
Bravo Matteo. Meriti un invito a cena!
leopoldo 7 mesi fa su tio
sei grande sig.pronzini vogliamo la verita e se c'è stato errore é giusto che si paghi.
leopoldo 7 mesi fa su tio
sei grande vogliamo la verita e in caso anche giustizia
Potrebbe interessarti anche
Tags
dadò
argo
commissione
pronzini
gestione
fiorenzo dadò
presidente
ppd
commissione gestione
compagna
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report