LOCARNO
10.07.17 - 16:400

Anche il PS al fianco dei dipendenti licenziati della NLM

LOCARNO - Domani – martedì 11 luglio alle ore 14:30 con partenza dalla Stazione di Bellinzona – il Partito Socialista parteciperà al corteo di solidarietà con consegna della petizione “Salviamo l’occupazione e il Servizio pubblico sul Lago Maggiore”, promossa dalle lavoratrici e dai lavoratori licenziati della Navigazione Lago Maggiore (NLM) e che ha raccolto più di 10'000 firme in poco più di due settimane.

«Da quando, lo scorso 25 giugno, i dipendenti licenziati della NLM bacino svizzero hanno deciso d’incrociare le braccia per rivendicare i propri diritti e difendere la loro dignità, il PS ha manifestato solidarietà e appoggio nei loro confronti», scrivono i socialisti in una nota odierna. «La vertenza in atto, la difesa di posti di lavoro di qualità interamente occupati da personale che risiede in Ticino con la propria famiglia, la salvaguardia di condizioni contrattuali (CCL) e salariali dignitose richiedono che la politica faccia la sua parte», prosegue il PS.

I socialisti non esitano a sottolineare la disapprovazione per il mancato «immediato sostegno ai dipendenti della NLM colpiti da licenziamento collettivo», da parte degli altri partiti. «Non hanno pronunciato una sola parola al loro riguardo lo scorso 1. Luglio, in occasione della manifestazione di solidarietà organizzata a Locarno».

Sul timore delle lavoratrici e dei lavoratori di essere costretti a una perdita sui salari del 20% il PS aggiunge: «una riduzione degli stipendi del genere non permette di vivere dignitosamente nel nostro Cantone».

Il PS si augura perciò che gli esponenti di tutte le forze politiche cantonali, in particolare di Governo, «oltre ad avere alimentato una sterile polemica alla fine della scorsa settimana, aderiscano alla manifestazione di domani. Ne va della salvaguardia del lavoro, delle condizioni contrattuali e salariali che permettono di lavorare e vivere dignitosamente in Ticino».

TOP NEWS Ticino
VIDEO
AGNO
1 ora
«Ragazzi che cercano problemi», aggredito il rapper Daytona KK
Dalla vita reale a Instagram, passando dalla zona del Luna Park. Da una parte spavalderia, dall'altra derisione.
CANTONE
4 ore
«Paghiamo le riaperture. I casi? Cresceranno ancora»
Le previsioni del direttore dell’Epatocentro Ticino, Andreas Cerny: «Troppo preso per parlare di ondata "benigna"»
BELLINZONA
5 ore
Girava con l'erba, bloccato dagli agenti
La polizia ferma un uomo in Viale Stazione. Interrogatorio davanti a decine di presenti.
BISSONE
10 ore
Operaio ferito questa mattina a Bissone
Sarebbe stato schiacciato dal materiale usato per i lavori.
CANTONE
11 ore
Contagi sotto la decina nel weekend
Colpisce il numero delle ospedalizzazioni: il 50% di coloro che sono stati trovati positivi
LOCARNO
13 ore
Stalkerizzata dalla ditta di incasso
Vicenda surreale per una giovane, dopo un acquisto online. Regolarmente pagato. I retroscena.
CANTONE
15 ore
Giovani in ansia durante il Covid
Pro Juventute ha potenziato il suo 147 con la chat: «Siamo stati contattati da ragazzi sofferenti per i lutti da Covid»
PURA
21 ore
«Il mio viaggio di 23mila km, senza prendere un aereo»
Una giovane donna ticinese ha scelto di percorrerli da sola per mettersi in gioco e superare i suoi limiti
CANTONE
23 ore
Rientro a scuola: ecco i tre scenari
Il Decs sta studiando un piano per settembre. Bertoli: «Gli istituti dovranno essere pronti»
CANTONE
23 ore
«Per battere il Covid, un treno ogni 15 minuti»
L'associazione dei passeggeri Astuti fa una serie di proposte alle FFS. «In Ticino si può osare di più»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile