Tipress
CANTONE
15.03.17 - 11:280
Aggiornamento : 17:54

Mandati diretti, «Trasparenza e controlli»

Il Gruppo PPD+GG ha inoltrato un'iniziativa parlamentare per chiedere l'istituzione di una Commissione di controllo in merito al caso della Argo 1 e per evitare casi analoghi in futuro

BELLINZONA - Non accenna a placarsi il polverone creato dal caso Argo 1 e dal mandato milionario firmato da Paolo Beltraminelli.

In soccorso al suo consigliere di Stato arriva il PPD che chiede a gran voce «maggiore trasparenza e chiarezza all’interno dell’Amministrazione
cantonale e un rafforzamento dei controlli per evitare il ripetersi di casi analoghi».

Il partito sottolinea che, nel rispondere all'interpellanza di Giorgio Galusero (PLR) e degli altri deputati, Beltraminelli si sia «assunto con trasparenza le proprie responsabilità» ma che questa e altre vicende «evidenziano la necessità di una maggiore presa di responsabilità da parte del Gran Consiglio, al quale l’art. 57 cpv. 2 della Costituzione cantonale attribuisce l’alta vigilanza sul Consiglio di Stato».

«Lasciamoli lavorare» - Sul caso specifico dell'Argo 1, il PPD intende lasciare lavorare chi di dovere. «Toccherà ora alla Commissione della gestione e il Controllo cantonale delle finanze verificare la rilevanza e l’ampiezza delle anomalie riscontrate nell’attribuzione dei mandati diretti nella gestione provvisoria dei centri cantonali per richiedenti l’asilo, mentre la Magistratura appurerà se sono stati commessi degli illeciti penali. Fino ad allora qualsiasi ulteriore commento sul caso specifico è prematuro e arrischierebbe unicamente di generare ulteriore confusione». 

Il tema dei mandati diretti merita invece, secondo il PPD, un adeguato approfondimento. «Sia per le cifre in gioco, che per gli interrogativi che suscita nella popolazione è giusto che sia fatta la massima trasparenza».

Proprio per questo il partito chiede tre provvedimenti immediati:

1. Commissione di controllo sulle commesse pubbliche a incarico diretto - Il PPD chiede l’istituzione di una Commissione di controllo sulle commesse pubbliche a incarico diretto, nella forma prevista dall’art. 26 della Legge sul Gran Consiglio e i rapporti sul Consiglio di Stato (LGC). La Commissione di controllo, alla quale dovrà essere delegata l’alta vigilanza su questo specifico tema, avrà il compito di verificare la legalità, la corretta formalizzazione e registrazione sulla base delle fatture pagate dei mandati diretti attribuiti dall’Amministrazione cantonale (art. 76 LGC), intervenendo laddove riscontrasse delle anomalie. La Commissione di controllo presenterà inoltre ogni anno un rapporto al Gran Consiglio e periti esterni. La Commissione di controllo, negli intenti del PPD, dovrà essere una commissione di vigilanza permanente, uno strumento agile, efficace e incisivo per combattere qualsiasi anomalia o abuso del sistema. Qualora riscontrasse un grave disfunzionamento potrà chiedere al Gran Consiglio di assumere celermente il ruolo di commissione d’inchiesta. 

2. Approfondimento da parte della Commissione della gestione e delle finanze - «Il rapporto della Commissione della gestione e delle finanze sul Consuntivo 2016 dovrà contenere uno specifico approfondimento sul tema dei mandati diretti nell’Amministrazione cantonale, con una valutazione delle prassi adottate».

3. Caso Argo, caso isolato? - «Si propone una verifica capillare a 360°, tramite mandato esterno ad una ditta di comprovata efficacia ed indipendenza, partendo dalle prestazioni fatturate, della correttezza delle procedure per le prestazioni pagate nell’ambito di mandati diretti concessi negli ultimi 5 anni dall’Amministrazione cantonale».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
MASSAGNO
1 ora
I cari anziani? Li si incontra tra i fiori per combattere il Covid
Così ha pensato la casa Girasole, che ha creato anche un apposito gazebo per chi volesse restare al coperto
LUGANO
4 ore
Sacerdote indagato, Lazzeri: «Appena ho saputo ho denunciato»
Il presbitero 50enne è in arresto con l'accusa di atti sessuali con persone incapaci di discernimento
BELLINZONA
4 ore
«Uno spettacolo desolante»
La sezione di Bellinzona della Lega critica le riposte ricevute dal Municipio: «Non ammetterà mai le sue colpe».
CANTONE
9 ore
Due nuovi casi di contagio in Ticino
Rimane invariato il numero dei decessi: non se ne registrano da una settimana.
CANTONE
11 ore
Coronavirus: ospedali confrontati a perdite milionarie
L'EOC lamenta ammanchi per 60-70 milioni di franchi. Moncucco: «Speriamo di trovare un buon accordo col Cantone».
LUGANO
1 gior
«Il trasferimento degli uffici a Cornaredo è una condanna a morte»
Gli esercenti del centro ritornano a discutere sul nuovo quartiere, in tempi di Covid
FOTO
CANTONE
1 gior
"Verso l'ospedale senza fumo", anche a Bellinzona
Nella "Giornata mondiale senza tabacco", l’Ospedale Regionale Bellinzona e Valli offre un contributo concreto
FOTO E SONDAGGIO
LUGANO
1 gior
Biciclette alla conquista delle corsie bus
A Lugano è in corso la posa della nuova segnaletica per le due ruote
FOTO
BELLINZONA
1 gior
Il mercato di Bellinzona ha messo la mascherina
Oggi ne sono state distribuite agli avventori che non ne erano provvisti: si tratta di una misura prevista dalla Città
CONFINE
1 gior
«L'Italia non è un lazzaretto»
Lo dice il ministro degli esteri Di Maio. Dal 3 giugno si potrà entrare nel paese senza quarantena
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile