CHIASSO
19.02.17 - 08:250
Aggiornamento : 15:19

Suicidio assistito in un appartamento in Corso San Gottardo?

I cittadini segnalano il caso. Il politico (Giorgio Fonio) fa scattare l’interrogazione e chiede spiegazioni al Municipio

SUICIDIO ASSISTITO

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

CHIASSO - E se il suicidio assistito venisse fatto tranquillamente in un appartamento privato a Chiasso? Non sappiamo quanto di vero ci sia in questa domanda. Fatto sta che è contenuta in una interrogazione firmata da Giorgio Fonio (PPD) che scrive: «Negli scorsi giorni alcuni cittadini hanno segnalato che in un appartamento di Chiasso, sembrerebbe nella centrale zona residenziale di Corso San Gottardo, si sia praticato (il condizionale è d’obbligo!) il suicidio assistito».

Nell’interrogazione il capogruppoPPD in Consiglio Comunale ricorda il precedentedell’Associazione Liberty Life, la quale esercitava assistenza al suicidio in un appartamento diMelano. Come siricorderà il Municipio diMelano sospesel’attivitàdell’Associazione. Questacambiò nome in LL Exit, ma tuttavia non ricevette mai alcuna licenza edilizia da parte del Municipio.Presentò dunque ricorso al Consiglio di Stato, ricorso respinto dallo stesso Governo con una motivazione alquanto discutibile: «la pratica del suicidio assistitopuò causare disagio al vicinato e quindi determinare delle immissioni moleste non permesse nelle zone residenziali previste dal Piano regolatore".

«Oltre alla delicatezza del tema che, aldilà delle ideologie e della morale, interviene in maniera irreversibile sulla vita di un essere umano, credo sia importante garantire la legalità e la tranquillità del vicinato». Giorgio Fonio

Nell’interrogazione Giorgio Fonio chiede dunque spiegazioni al Municipio di Chiasso. Innanzitutto se corrisponde al vero «che sul territorio comunale sono operative associazioni che negli appartamenti praticano il suicidio assistito», e se «una delle presunte associazioni attive a Chiasso è riconducibile a quella di Melano».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
RV50 3 anni fa su tio
Perché vietare o ostacolare la libertà di scelta ? se una persona decide di sua volontà di essere assistito nel suo trapasso in modo dignitoso senza coinvolgere altre persone non vedo il motivo di accanirsi .... Io sig. Fonio le posso dire che nella mia carriera di macchinista FFS ho dovuto di persona superare per ben in tre casi di persone che si sono suicidate sotto i treni che io conducevo e non certo stato un momento piacevole. Quindi ben vengano quelle associazioni che assistono dignitosamente queste scelte . Certo che per fare politica tutto é concesso!!!
vulpus 3 anni fa su tio
@RV50 Ognuno è libero di pensare e fare quello che ritirnr giusto per la sua persona. Sicuramente ,per5 il macchinista non solo non è una situazione piacevole, ma qualche segno rimane ed è più che comprensibile. Ma questa attività che viene proposta in centro Chiasso,non ha nulla a che fare con chi decide un estremo gesto violento. Si ha purtroppo l'impressione che queste pratiche diventino operazioni commerciali, che sfruttano zone grigie della legge. Non penso che a Chiasso , nonostante le turbolenze cittadine ci sia la necessità di un tale servizio o prestazione. È evidente che si profila una operazione economica verso la vicina e tanto criticata Italia,con le relative conseguenze di legalià ed illegalità potenziali annesse.
Mac67 3 anni fa su tio
@vulpus ci sono associazioni serie e rispettose della legge e con protocolli molto rigidi, che permettono a persone consapevoli ( capaci di intendere e volere) di autodeterminarsi, questo diritto lo ritengo sacrosanto. quello che non vorrei che per colpa di qualcuno, anche le associazioni serie perdano il diritto di operare anche in Ticino. sarebbe una grande perdita di liberta' individuale, per chi crede che la vita non deve essere sofferenza fisica o perdita della propria dignita, in caso di malattie che portano a demenza e perdita' dell'autodeterminazione. Non bisogna mettere tutto nello stesso calderone, chi si batte x un diritto e chi vuole sfruttare una zona grigia per lucrare, anche perchè per legge ex art 115 l'aiuto al suicidio non e' punito ( 5 anni di carcere) se effettuato senza motivi egoistici ( interessi economici) basta guardare su youtube si trova un documentario, in francese che spiega tutto quello che c'e' dietro un organizzazione seria che ha scrupoli. E poi si vedono altre che di remore non se ne fanno. Spero che se un giorno ne avessi bisogno, lo potro' fare, questo mi da la serenita' di non dover affrontare sofferenze. Spero tra molti molti anni ...
vulpus 3 anni fa su tio
@Mac67 Non entro a disquisire sul principio della scelta della morte piuttosto che quella della vita. Ma in questo caso ho la netta impressione che si voglia sfruttare l'assenza di qualsiasi regola in merito in Italia, per lucrare sulla situazione a 200 m dalla frontiera. In Italia questo non è permesso e neppure accompagnare qualcuno a farlo in un paese dove si può fare. Per cui la vicinanza con la frontiera permetterebbe questo e altro.
tip75 3 anni fa su tio
tip75 3 anni fa su tio
ahahhaha e cosa sarebbero le immissioni moleste?
Factotum 3 anni fa su tio
@tip75 Riporto una decisione del tribunale federale del 2010 poi ripresa per un'interrogazione al Consiglio di Stato TI: "la stanza della morte di (associazione), non poteva trovarsi nella zona residenziale del comune di (comune), poiché i vicini possono provare fastidi immateriali causati dall’attività svolta dall’associazione. Vivere accanto a un luogo in cui avvengono suicidi assistiti può provocare un certo malessere psicologico, anche se nulla avviene all’esterno e tutto è fatto discretamente.”
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
GAMBAROGNO
29 min
Due feriti lievi nell'incidente sul piano di Magadino
Il conducente di una Citroën avrebbe tamponato violentemente la Toyota che lo precedeva
TORRICELLA-TAVERNE
2 ore
Strani movimenti nell'ex prigione: ecco cosa succede
Il Naravazz è ufficialmente chiuso nel 2013. Ma puntualmente la popolazione nota curiose attività.
CANTONE
9 ore
Premi 2021: «Loro con le tasche piene, noi bistrattati»
L'esperto di sanità e socialità Bruno Cereghetti: «Un aumento vergognoso che non trova giustificazione»
CANTONE
11 ore
30'000 firme contro l'eutanasia degli animali sani
Sono state consegnate oggi a Daniele Caverzasio, il comitato: «Aspettiamo con fiducia la risposta del Parlamento»
LOSONE
11 ore
Un caso di Covid-19 alle medie di Losone
La classe è stata messa eccezionalmente in quarantena, i sintomi del ragazzo si sono manifestati dopo una gita
CANTONE
13 ore
Rustico in fiamme a Novaggio
I pompieri di Novaggio sono impegnati nell'opera di spegnimento
FOTO
LUGANO
14 ore
Bus doppio prende la rotonda e... ci rimane incastrato
È successo oggi proprio davanti alla stazione di Lugano, il traffico è rimasto bloccato in entrambe le direzioni
CANTONE
15 ore
«Siamo molto delusi, è inaccettabile»
Casse malati, in Ticino è record di rincari. Il Covid non ha abbattuto i premi. La diretta con il direttore del DSS
CANTONE
15 ore
Anche Lugano corre per il WEF
Tra le opzioni al vaglio anche Montreux e il Bürgenstock.
CANTONE
16 ore
«Un aumento scandaloso di cui Berset è complice»
La Lega attacca frontalmente il Consigliere federale dopo l'ennesimo rincaro dei premi delle casse malati in Ticino.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile