Tipress
CANTONE
29.12.16 - 12:240

«Il populismo non può monopolizzare la democrazia diretta»

Nenad Stojanovic spariglia le carte sul 9 febbraio e subito fioccano le adesioni: «Mi hanno già scritto in molti per raccogliere firme»

2 anni fa Immigrazione, Stojanovic contro la legge d'applicazione

LUGANO - «Bisogna affrontare i partiti populisti sul terreno della democrazia diretta, non possiamo lasciare solo a loro la possibilità di dire cosa il popolo vuole o cosa il popolo non vuole». Con queste parole Nenad Stojanovic spiega il lancio di un referendum contro l’attuazione dell’iniziativa dell’immigrazione di massa decisa dalle Camere federali. L’Udc, nonostante i suoi importanti numeri in parlamento, sta dettando l’agenda della politica svizzera degli ultimi anni in un altro modo: a colpi di iniziative e referendum. Ecco quindi che Stojanovic ha deciso di tentare l’avventura alla Minder e lanciare una raccolta di firme da comune cittadino.

«Grande interesse» - Il referendum ha subito avuto molto risalto sulla stampa di tutta la Svizzera. Condizione sine qua non per l’eventuale riuscita: servono infatti 50mila firme da raccogliere entro aprile. «Da solo non ce la farei mai, è evidente. Ma nelle ultime 12 ore ho già ricevuto molte email di persone disposte a raccogliere firme nei rispettivi cantoni. C’è un grandissimo interesse».

La questione più importante - «Ritengo che il popolo debba avere l’ultima parola su una questione così importante», spiega. «Anzi, sulla questione più importante che ha impegnato la politica svizzera negli ultimi tre anni. Questo indipendentemente dal fatto che uno sostenga o meno la legge di applicazione». Il giornalista, politologo e socialista teme, in caso contrario, che «i politici populisti battano questo chiodo almeno fino alle Federali del 2019, dicendo che l’élite in Parlamento non rispetta la volontà popolare».

Il volere del popolo - È proprio sul concetto di volontà popolare che Stojanovic vuole fare chiarezza. «Si dice che il popolo vuole l’iniziativa contro l’immigrazione di massa, anche se nella realtà la maggioranza è stata molto risicata». Il testo Udc, infatti, era stato approvato dal 50,3%, con uno scarto inferiore ai 20mila voti. «Bisogna anche ricordare che il popolo non ha votato solo il 9 febbraio, ma lo ha fatto a più riprese sugli accordi bilaterali con l’Unione europea, approvandoli sempre con maggioranze ben maggiori. Anche quella è la volontà popolare».

Tradimento? - Molti voti contraddittori su temi analoghi di cui il Parlamento ha dovuto tenere conto attuando l’iniziativa. Non è stato dunque un tradimento della volontà popolare, come ritengono in molti? «Non penso che sia così automatico dirlo. L’applicazione puntuale avrebbe portato all’abolizione dei bilaterali. Il Parlamento si è trovato di fronte a un compito realmente difficile».

Udc messa all’angolo - Non si rischia ora, mettendo all’angolo l’Udc, di accelerare la strada verso un voto sui bilaterali con un risultato tutt’altro che scontato? «Anche lanciando un’iniziativa contro la libera circolazione, non si potrebbe tecnicamente andare al voto prima di 4 anni. Ma se si aspetta il 2020, i partiti populisti continueranno a monopolizzare la volontà del popolo e questo è un veleno per la nostra democrazia».

Ticino campo di battaglia - Il lancio di questo referendum da parte di Stojanovic, con un estremo risalto sulla stampa d’Oltralpe, rende sempre più evidente un fenomeno: sui temi dell’immigrazione, il Ticino è sempre più il campo di battaglia favorito dalla politica svizzera. Come mai? «Si potrebbe scrivere un libro su questo tema. Proprio in questi giorni Bilanz ha dedicato una copertina al Ticino come precursore su alcune questioni», spiega Stojanovic. Che legge la tensione ticinese, però, anche sotto un’altra luce: «In Ticino da 25 anni a questa parte passa una grande narrazione che ormai tutti accettano, secondo cui l’immigrazione è solo un problema e mai un’opportunità». Il riferimento è evidente alla Lega. «Il Ticino, non solo oggi, ma da sempre ha avuto anche effetti positivi dall’apertura delle frontiere, nonostante ci sia chi lo sottace o non se ne rende conto. Io, personalmente, conosco pochissimi politici ticinesi, anche della Lega, che non abbiano un genitore o almeno un nonno straniero».

Commenti
 
vulpus 2 anni fa su tio
Questo signore non ha ancora capito che quanto hanno deciso a Berna, non ha alcun senso e applicazione, come del resto le proposte analoghe avvanzate in quel di Bellinzona. E più la politica cerca di influenzare l'economia, più i disastri aumentano. Bisogna invece formare degli industriali sensibili al problema, attaccati al paese e non solo ai soldi, che abbiano un senso della responsabilità sociale.La conseguenza sarebbe che poi anche i cittadini aumentassero questa sensibilità rispettando il paese dove vivono e consumano.
Morena Pescia 2 anni fa su fb
Sono proprio stanca di tutta quella gente che fa lo struzzo pensando che tutto vada bene quando è tutto l'opposto! Sono stufa di vedere sempre più ticinesi che non trovano impiego perché soppiantati da frontalieri (e sono scuse chi dice che non è vero). Mia figlia non ha mai fatto "statistica" in quanto non avendo diritto a disoccupazione non si è inscritta alla stessa, mio marito pure perché quando ha esaurito la disoccupazione non ha chiesto l'assistenza. Vi sembra normale che per poter sopravvivere abbia dovuto ritirare i soldi della cassa pensione che ha pagato in tutta la sua vita per poter campare? Che io e mia figlia viviamo con mio padre (per fortuna casa di famiglia, però con solo due stanze) e mio marito viva con sua madre? Vi sembra normale che sei mesi all'anno viviamo altrove dove la vita costa meno per non esaurire tutti i soldi della cassa pensione prima di giungere all'età pensionabile? Quando i ns. politici si decidono ad aprire gli occhi e fare realmente qualcosa per chi paga regolarmente le tasse? Se questo è essere "populisti" sono ben fiera d'esserlo! Che nausea!
Mathias Vit 2 anni fa su fb
... quando non sono d'accordo giocano con le parole... La volontà popolare la fanno diventare populismo... Ma sì dai, facciamo come gli altri, che vanno bene loro....
Don Quijote 2 anni fa su tio
L'unica cosa risolutiva è una votazione per mantenere o abolire gli accordi bilaterali, non è scritto che da nessuna parte che bisogna rimanere sposati a vita. Non sono svizzero e confermo che tornare a vivere in paesi come la Spagna o l'Italia è preferibile il Zimbabwe, almeno costa meno vivere e se ti cadono le mutande quando hai a che fare la demenza statale, si può chiudere un 'occhio. Mi scoppiano i zebedei ogni volta che ho a che fare con le istituzioni dei due paesi citati, non oso immaginare il peggio dell'Europa. Ma vi rendete conto che mia suocera risulta ancora viva dopo 6 anni dalla sua morte certificata in Svizzera, e quando cerchi una spiegazione nessun calamaro sa niente e continuano a farti rimbalzare da un ufficio all'altro. Il colmo è che ha ricevuto un ordine di comparizione presso l'ufficio fiscale, gli ho mandato la foto della tomba e una certificazione del sindaco ma non ha risolto niente, se la signora non si presenta sarà arrestata. Il mio terrore è che a furia di stare con il zoppo s’inizi a soffrire dello stesso male. L’unione degli stati USA funziona perché tutti si sentono americani, in Europa invece sarebbe già un miracolo se tutti gli italiani si sentissero italiani, in Spagna spagnoli, in Francia francesi, ecc.
cerea 2 anni fa su tio
@Don Quijote Meglio votare per abolire la libera circolazione. Questo costringerebbe l'EU ha fare la mossa.
cerea 2 anni fa su tio
@cerea * fare la sua mossa.
volabas 2 anni fa su tio
questo non imparera' mai..altra batosta in arrivo
GIGETTO 2 anni fa su tio
Il ro$$o Nenad ha perso un ulteriore occasione per stare zitto e sereno.....ovviamente la mancanza di buonsenso ha causato un uscita simile!
Robinia Pantegani 2 anni fa su fb
La globalizzazione ha dato fuoco a un mondo già surriscaldato, e ora anche in Svizzera si comincia a tremare di paura. In preda al terrore crediamo che chiudere le porte fermerà l'incendio, così come lo struzzo s'illude di scamparla nascondendo la testa sotto la sabbia. Quella che i manipolatori della paura – e quindi i manipolati – chiamano "volontà popolare" è solo un attacco di panico.
Lele68 2 anni fa su tio
ma torna al tuo paese.
Bacaude 2 anni fa su tio
@Lele68 che dialettica ubriacante, che commento arguto, che retorica d'eccezione. Ah i rapsodi...
gadoal 2 anni fa su tio
Bisognerebbe indire un referendum per impedire a Stojanovic di calpestare una votazione legittimamente e democraticamente condotta al termine con l'esito che sappiamo. Il voto e' stato chiaro il 9 febbraio: abbiamo poi avuto uan versione applicativa edulcorata da parte di Berna, ma cosi e'... Indire un nuovo referendum per delegittimarne un altro e' molto...molto antidemocratico (ma e' tipico della sinistra)
Bacaude 2 anni fa su tio
@gadoal Io credo che così si aun pò troppo comodo. Quel referendum è stato fatto con la piena consapevolezza che una sua piena applicazione era inattuabile. Così l'UDC ha x l'ennesima volta imbambolato I suoi aficionados e salvato I Bonus dei suoi militanti manager e CEO. Una votazione che comprenda anche I bilaterali (o tutto dentro o fuori) x loro è fumo negli occhi perchè sarebbero costretti a dire ai loro elettori -abbiamo scherzato, a questo votate sì, dai- p.s. Non posso fare a meno di notare quante volte viene tirata in ballo la sinistra nel malcontento popolare di un paese che è governato dale destre da decennia e nel quale la sinistra conta come il due di picche quando la briscola è quadri. Rifletteteci un pò...
Lele68 2 anni fa su tio
@Bacaude ho riflettuto un po' e preferisco avere una desta così che avere una sinistra al potere e trovarmi la mia amata CH piena di stranieri...
Bogicevic Slavisa 2 anni fa su fb
Se cosi perche stojanovic non ha aspetato i migranti nel suo paese se cosi bravo e aperto.Gente qui si tratta di manipolazioni globali con la politica con i fati con falsi atachi teroristici A NIZA ,a Berlino e falsi profugi, che in realta sono esercito Americano che sara utilizata in momento opertuno . Con europa bisogna chiudere tutti affari europa e piu Nazista che mai con questo che permete che si fa contro i popoli europei in generale. Soros co la CIA americana hano un piano ben preciso. qui in europa si giocano di democrazia di parole che sono cagate quale democrazia dopo un martelamento da parte di media dopo intimidazione ,dopo ricati in tute le posibili maniere si parla di democrazia: quale democrazia Lavaggiio di cerveli tottale. Gente in europa none cosi inteligente e sopratutto non ha tempo per seguire tutte le loro invenzioni nel gestire atacchi atentati , e bale varie , poloitici cambiano legi come vogliono anche in Svizera con posibilita di essere ascoltati seguiti , perquisizti senza alcun motivo. Capisco tutto ma questo e tropp. Hitler se aveva tutto qesto che stano preparando oggi sarebba fiero. Gente non capiscie cosa su cede oltre frontiera. In gioco e futuro di tutta la europa compresa la Svizzera .E svizzera non fa niente per Alcare il voce e dire guardate cosi non va dove si va Si diveta stato teroristico identico come Quello del ISIS in Africa.Si chiede qualcuno dove ci porterano le legi che stano portando i governi usando la scusa terrosrismo che america sta finanziando e semina in tutto mondo sopra tutto in Europa . Buon anno nuovo A tutti e dabiamo preparaci per casino anno prosimo si vedra dove si Arriverà.
Stefano Casalinuovo 2 anni fa su fb
Delirio da febbre alta?
Romy Ribi 2 anni fa su fb
ma che cavolo spara??'..falsi attacchi di Nizza e Berlino, falsi profughi ecc...???... il TUTTO sulle spalle dell' America ah ah ah! Bravo, un altro con la mania dei " complotti vari"! Scommetto che lei crede anche che sono stati gli stessi americani a mandare aerei nelle loro Torre gemelle?
Yan Saporiti 2 anni fa su fb
Romy Ribi Infatti sia le torri gemelle che il Pentagono sono messe in scena. Il Pentagono, per esempio, è composto da diversi strati in cemento armato in grado di assorbire 10 volte la massa dal quale è stato travolto da quell'aereo, invece... hanno trovato una cosa come 6 blocchi sfondati con un buco perfettamente dritto e 3 volte più piccolo dell'aereo, oltre che nessun detrito al di fuori di un propulsore grande quanto quelli dei modellini telecomandati lunghi 5 metri. Le torri gemelle possedevano una struttura composta da leghe metalliche in grado di sopportare le temperature più alte (oltre 2000 Celsius) per decine di ore e assorbire l'impatto di aerei 3-4 volte più pesanti, flettendo il telaio ma non crollando.
Stefano Casalinuovo 2 anni fa su fb
Yan Saporiti hai dimenticato le scie chimiche e il gruppo Bilderberg
Franco Nitti 2 anni fa su fb
Stefano Casalinuovo aggiungerei gli Illuminati e la Loggia P2 giusto per non lasciare nulla al caso :)
Stefano Casalinuovo 2 anni fa su fb
Yan http://undicisettembre.blogspot.ch/2006/09/quel-buco-troppo-piccolo-al-pentagono.html
Romy Ribi 2 anni fa su fb
Yan Saporiti Siete fuori di testaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!
Romy Ribi 2 anni fa su fb
Stefano Casalinuovo e aggiungo anch'io che... secondo quel tizio MAGARI ci dirà pure che anche lo sterminio degli ebrei sotto Hitler è stata tutta una messa in scena?????????... e che tutti i giornalisti di oggi sono corrotti e di parte! Il mondo è bello perché variato si dice!
Alessandro Kom 2 anni fa su fb
Stefano Casalinuovo Appunto il bue che dà del cornuto all'asino.
Bacaude 2 anni fa su tio
Che piaccia o non piaccia la presa in giro dell'UDC è Chiara e palese. Si rischia che la gente non vot come vuole lui? E' quasi certo ma almeno proprietary e azionisti di grosse aziende, che sono coloro che davvero si avvantaggiano dei bilaterali fatti cos' come sono, non avranno più alibi. Per chi pensa di votare in questo modo dico: fallo. Poi se davvero l'Europa s'incazza e ci estromette da tutto chiudendoci mercati e frontiere vedi che ridere. Forse dovreste riflettere un pò di più su dove ci posizioniamo nei consessi internazionali. Ragazzi sveglia! Tutta la Svizzera ha il PIL della Lombardia più Veneto e Piemonte! p.s. Anche noi prosperiamo solo in collaborazione con gli altri. La strada è cambiare questo tipo di Europa e si cambia solo sedendosi al tavolo. altrimenti le decisioni saranno prese comunque ma senza di noi...
moma 2 anni fa su tio
@Bacaude Lascia perdere l'europa per l'amor di Dio, lasciala perdere. Cosa vuoi che faccia se non esiste. Dai, non esiste. Ma Cristo Santo chi ci crede ancora. Sono ai titoli di coda. Ma non vedi che l'UE è solo e soltanto la D, finché dura. Via la D la storia finisce e non manca molto, dopo le vigliaccate fatte da chi è stato accolto e foraggiato con amore da Berlino.
Bacaude 2 anni fa su tio
@moma Può darsi che sia alla fine. Vedremo. Ricordo solo a chi magari la storia non la conosce e pensa che l'accoglienza dei rifugiati sia il suo unico scopo, che l'Europa unita nasce dale ceneri post conflitto mondiale(nel '57) ci ha regalato 70 anni di Pace (cosa mai successa nella storia d'Europa). Nazioni allo stremo come la Grecia degli anni '70 dopo la dittatura militare o la poverissima Irlanda o i poveri paesi agricoli Spagna e Portogallo, o la Germania Est nell'89, o i più recenti paesi blocco ex-sovietico e perfino la piccola Bretagna venne a bussare alle porte dell'UE quando le cose giravano male negli anni '70. Tutti questi paesi hanno migliorato enormemente le condizioni della loro popolazione. Forse si pensa che l'UE sia un'Isatituzione delgi ultimi 10-15 anni ma non è così. Chi rimpiange quei tempi dovrebbe pensare a che meraviglia era la Spagna di Franco o l'Ulster delle bombe o che bello era girare in Trabant sotto il comunismo a Dresda o passeggiare a Bucarest nella Romania di Ceausescu. Bene, tornateci io questi tempi non li rimpiango di sicuro. O forse I paesi più ricchi rimpiangono proprio quando si varcava la frontiera e si andava a fare i signori con 4 soldi...
moma 2 anni fa su tio
@Bacaude Appunto, bisognava stare come 15/20 anni orsono. Nazioni autonome, con proprie leggi, monete, ritmi, mentalità, controlli di flussi migratori, accoglienze ecc ecc. In Santa pace e con accordi di mercato, punto. Ora siamo in una specie di pentola a pressione, pericolosa. Guarda cosa succede in Italia con i profughi. Spero veramente che non via siamo più attentati vigliacchi e mi fermo.
mats13 2 anni fa su tio
@Bacaude Girare in Trabant a Dresda era sempre meglio che girare per l'Hinterland milanese e le banlieues di Parigi, perlomeno era più sicuro...
Bacaude 2 anni fa su tio
@mats13 Dovresti chiedere a un est-berlinese con più di 50 anni cosa ne pensa...
Bacaude 2 anni fa su tio
@moma Guarda che ti sbagli. 15/20 anni or sono era già in vigore Maastricht e l'UE era una realtà da 40! L'unione doganale c'era già e le migrazioni erano una realtà ben più problematica di oggi perchè era appena finito il conflitto nei balcani e l'Europa era presa d'assalto da Albanesi, Croati e Serbi, penso ve lo ricordiate. Come vedi la catastrofe non c'è stata e oggi vai al Civico a farti operare da ottimi medici figli di profughi, nati in in CH e laureati in CH e tifi una nazionale composta da loro per otto undicesimi. C'erano effettivamente monete diverse che sono quelle per colpa delle quali paesi come Italia, Spagna e Grecia si sono ipotecate il future. Quindi, solo per capire, che epoca del passato rimpiangi? che anni erano migliori secondo te? che formula avevano allora che funzionava visto che I giornali dicevano esattamente quello che dicono oggi?
Yan Saporiti 2 anni fa su fb
Ma basta con sta storia del populismo! Voler mettere un freno al frontalierato di massa non é populismo! É buon senso! Ma sto porco qua, si rende conto che 1/3 dei lavoratori in Ticino NON É residente? Poi ovvio ci sono pure gli altri cantoni, ma cavolo.. E la gente che lo appoggia che problemi ha? Fa così schifo aiutare il cittadino svizzero a vivere, ridurre l'inquinamento e mantenere una propria identità? Ci rendiamo conto che molte cose che ci hanno contraddistinti e resi famosi in tutto il mondo, come gli orologi, vengono prodotti da italiani, francesi e tedeschi? Ma "Made in Swiss" cosa?! Spostiamo le industrie per tanto così.. Facciamo pena!
Ticinonline 2 anni fa su fb
Gentile Yan, le saremmo grati se potesse rimuovere i termini “porco” e “troglodita”, permettendoci così di non dover cancellare il suo testo, scrivendo il quale si è indubbiamente impegnato e i cui contenuti altri potrebbero condividere. Grazie di leggerci e cordiali saluti, la redazione
Yan Saporiti 2 anni fa su fb
Ho provveduto. Grazie per la professionalità dimostrata dandomi l'opportunità di rimediare al mio linguaggio sicuramente poco idoneo ed educato. Grazie
Ticinonline 2 anni fa su fb
Grazie e buona giornata
Romy Ribi 2 anni fa su fb
Made in Swiss vuole dire che la fabbrica è in Svizzera con il marchio svizzero...poco importa se ci lavorano i stranieri...ma che ragionamento fa? Sono anni che i stranieri lavorano anche nelle nostre fabbriche. Il guaio è che i nostri bravi svizzeri spostano le loro fabbriche all'estero e pagano molto meno i lavoratori e guadagnano sempre di più!
Yan Saporiti 2 anni fa su fb
Romy Ribi Ovvio che "made" significa "fatto", dunque letteralmente è corretto, ma a sto punto il marchio di qualità che fine fa? Voglio dire, uno compra "made in Swiss" proprio per la fiducia nell'avere un prodotto svizzero al 100%. Di certo non per il "made in France" o "Deutch" o "Italy"
Lucrezia Novelli 2 anni fa su fb
Yan Saporiti il problema è che a parte gli orologi e il cioccolato non ci sono molti prodotti "Made in Swiss"
Romy Ribi 2 anni fa su fb
Yan Saporiti Non so se ci siamo capiti, lei contesta il fatto che lavorano stranieri nelle fabbriche svizzere oppure che le nostre fabbriche vengono spostate in Germania, Francia ecc..?
Yan Saporiti 2 anni fa su fb
Romy Ribi Entrambe le cose ovviamente.
Yan Saporiti 2 anni fa su fb
Lucrezia Novelli Non è vero, quelle sono tra le industrie più conosciute, ma ci sono tutti i macchinari, le componentistiche delle armi, delle macchine, dei macchinari stessi, ecc.
Romy Ribi 2 anni fa su fb
Lucrezia Novelli Informati prima di dire certe cose...
Anto Ferrari 2 anni fa su fb
Sono giusto reduce di un acquisto truffa, una cucina rigorosamente Electrolux, fabbricata in Italy, tolletta e potenza placche pari a zero. Pentitissima di non aver acquistato in Italia a prezzi italiani, marca italiana di gran lunga superiore
Lucrezia Novelli 2 anni fa su fb
Romy Ribi sono informata è per questo che scrivo. Invece di dire a me d'informarvi dite altre cose famose nel mondo made in Swiss
Benji78 2 anni fa su tio
Visto che la legge di applicazione è, a detta di tutti, una schifezza che non rispecchia il volere del popolo, come non essere d'accordo con Stojanovic? Bisogna rimandarla al mittente con un referendum e l'UDC dovrebbe appoggiarlo, se fosse coerente. Come passo successivo l'UDC dovrebbe promuovere una bella votazione sul pacchetto dei bilaterali, invece che minacciare di farlo e basta. Solo così sarebbe credibile.
Talia 2 anni fa su tio
Attribuire una volontà – per giunta popolare – ai tamarri che girano mi sembra un tantino azzardato. Condivido il disgusto per le mistificazioni dei populisti, ma dato lo squilibrio delle forze in campo, temo che il signor Stojanovic stia giocando alla roulette russa con sei pallottole nel tamburo.
moma 2 anni fa su tio
Nenad, attento ai boomerang, che fanno male. Oggi le cose sono molto cambiate rispetto al 2014. Rischi che il popolo voti veramente come non vuoi tu.
MIM 2 anni fa su tio
Fin'ora ha fatto di tutto per affossare il voto del 09/02 e osa parlare di rispetto della volontà popolare? Non ho parole... e il motivo è solo per non permettere all'UDC di dire la verità? Di nuovo non ho parole. O meglio ce le avrei ma è meglio non scriverle.
madras 2 anni fa su tio
Vero mentre scrivevo il mio ne hanno fatto sparire uno, bei furbastri questo non è giusto !!
Tex85 2 anni fa su tio
E sem a mo scha!!!Sempre la stessa solfa.... fino che i frontaglieri pagheranno le tasse non lo faranno mai!!! sarebbe peccato per le cassa cantonali perdere un entrata del genere!!! e poi oltre questo sono una manica di caga in braga.... tutte le volte che aprono la bocca sugli accordi bilaterali partono i ricatti dai paesi confinanti e non fanno niente!!!siamo una nazione neutra che pur essendo fuori dall'Ue dipendiamo dalla loro bocca!!!insomma... un cioccolataio da più speranze che l'intero parlamento e le varie baracche politiche!!!E sicuramente non sono l'unico a pensarla così!!!
madras 2 anni fa su tio
Senti lui che ha i piedi ben al caldo, spero che prendiate una batosta di quelle da far paura se si va al voto, prima stop alla libera circolazione e poi votazione per abbolire i bilaterali. Il 2017 anno importante per la sovranità del popolo SVIZZERO !
911 2 anni fa su tio
che strano c`erano due commenti , ma si vede che hai sinistroidi non andavano bene e allora li cancellano , bravi continuate cosi`a far vedere solo cio`che vi fa comodo.
Lele68 2 anni fa su tio
@911 ben detto. tio e rossa e frontaliera.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
4 min
Caos all'inaugurazione del salone: arrivano Le Iene e la polizia
Storie di ex mogli che sostengono di essere state raggirate. La vicenda riguarda un noto parrucchiere. Grande scompiglio creato dagli inviati della trasmissione italiana
COMANO
1 ora
Una miscela di gas esplosivo per forzare il bancomat
Gli autori del tentato furto della scorsa notte sono tuttora in fuga. Le ricerche sono in corso
VIDEO
CANTONE
2 ore
Le forti piogge sono finite, ma la Maggia è ancora carica
Dopo l’allerta piena per i fiumi, ora tocca ai laghi. Aumenta a vista d'occhio, in particolare, il livello del Verbano
CANTONE
5 ore
«I radar? No agli accanimenti»
Norman Gobbi spezza una lancia a favore degli automobilisti. E insiste sulla distinzione tra «prevenzione e far cassetta»
FOTO E VIDEO
COMANO
6 ore
Esplosione al bancomat: «Ad agire? Presumibilmente più di una persona»
Per la Polizia è prematuro parlare della stessa mano dei precedenti colpi. Il portavoce: «Attendiamo i rilievi»
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
7 ore
Le frane bloccano il Lucomagno e la Novena
Diversi metri cubi di roccia sono precipitati sulla carreggiata in territorio di Disentis. Smottamenti anche a Ulrichen e in via Valmara a Brissago
FOTO E VIDEO
COMANO
9 ore
Nuovo assalto al bancomat
Ignoti hanno tentato di far saltare un distributore di banconote della Raiffeisen
LUGANO
9 ore
Beatificata una parente di due noti giornalisti attivi in Ticino
Si tratta di Benedetta Bianchi Porro, sorella di Corrado, esperto in economia, e zia di Rachele, conduttrice televisiva. Afflitta da mille malattie, ha affrontato la vita con coraggio estremo
VACALLO
9 ore
«Ecco perché la portiamo via dal Ticino»
Sindrome di Down, inclusione in salita. Il caso di una bimba di 20 mesi di Vacallo. La famiglia: «Ci trasferiamo in Italia»
BODIO
18 ore
Il video con il fucile: «Ma sono bravi ragazzi»
Un gruppo di giovani di Bodio si è esibito sui socail con una clip rap dai toni un po'... estremi. L'intervento del sindaco
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile