LOCARNO
15.12.16 - 18:260

Sulle attività per i giovani «non facciamo dietrofont»

LOCARNO - Sono diversi anni che i Giovani Liberali del distretto del Locarnese e Valli si impegnano al fine di ottenere maggiori possibilità di intrattenimento e attività per i giovani, nonché più libertà nei confronti degli esercenti.

Sul finire del 2015 il Municipio ha operato in questo senso, sbloccando i permessi per i gerenti di locali. Questo cambiamento ha portato ad un incremento delle richieste di permesso per eventi musicali e ricreativi.

Il fatto che i giovani locarnesi, nonché gli esercenti del centro, stiano reagendo positivamente alla novità, iniziando a far vivere nuovamente con brio il centro cittadino, non deve essere visto negativamente, ma piuttosto come l'impegno al mantenimento di una certa attrattività della città, non solo per i residenti, ma anche per i turisti.

È giunto il momento, ora più che mai, di regolamentare in maniera più specifica e rigorosa l'andamento di questo fenomeno positivo, senza tuttavia perdere il terreno appena guadagnato, sottolineando che i gerenti di esercizi pubblici puntano, tra le altre cose, al miglioramento dell'immagine della città. Miglioramento che non deve assolutamente svilupparsi in maniera arbitraria ed incontrollata, ma che necessita di una regolamentazione ben precisa, lasciando comunque libera la via, per quanto possibile, in periodi di massima affluenza, quale la stagione estiva.

Noi ci siamo, ringraziamo il municipio per aver rilasciato questi nuovi permessi ed aver tolto le vecchie restrizioni. In particolar modo siamo grati al sindaco Scherrer, il quale è ben disposto ad una maggiore flessibilità per gli orari degli eventi ricreativi.

TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
LUGANO
31 min

La boxe maestra di vita: «Quando cadi ti devi rialzare subito»

Abbiamo incontrato il pugile luganese Marius Antonietti che sabato a Gebenstorf disputerà il suo settimo match da professionista: «Il pugilato insegna, ma comporta anche tanti sacrifici»

CANTONE
3 ore

Le vite degli italiani sotto lo sguardo dello Stato

Le verifiche di polizia sul domicilio in Ticino dei cittadini stranieri al centro della polemica. Vi raccontiamo tre casi contestati: tra centinaia di appostamenti e foto di biancheria intima

CANTONE
4 ore

Radar a Camorino: «Nessuna distanza minima dal cartello?»

Un'interrogazione di Stefano Tonini chiede al Consiglio di Stato di valutare il controllo della velocità effettuato ieri e finito al centro delle polemiche

MASSAGNO
4 ore

Sberle e denunce tra mamme al parchetto

Per diverbi legati al comportamento dei figli, compagni di giochi, due madri di Massagno sono arrivate a denunciarne una terza al Ministero Pubblico. «Situazione insostenibile»

CANTONE
5 ore

Ferrovia Ticino-Malpensa: un treno su dieci è in ritardo

A cento giorni dall'attivazione del collegamento le FFS affermano che il numero dei passeggeri «è in linea con le aspettative»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile