Ti Press
LUGANO
28.10.16 - 12:070
Aggiornamento : 14:34

Lugano vuole 93mila abitanti e 53mila posti di lavoro: «Si scalderanno gli animi»

Bocciato il modello aggregativo presentato in luglio da Gobbi: «Era negativo per la Città». Si torna alla variante del 2013

LUGANO - Lugano conferma l'obiettivo di un'aggregazione con 16 Comuni. Lo scenario del 2013 - come spiegato oggi in Municipio, nel corso di una conferenza stampa - in buona sostanza non cambia.

Cade, insomma, la proposta avanzata l'11 luglio da Norman Gobbi che aveva presentato una sorta di "variante light" rispetto a quella messa in consultazione nel 2013. Variante che, in ogni caso, non incontrava il consenso unanime.

Un ritorno al passato che, assicura il sindaco di Lugano Marco Borradori: «E' condiviso all'unanimità dal Municipio». Anche se, prevede: «Si scalderanno gli animi».

Come previsto dal PCA del 2013 l'idea è che nascano una Collina Nord Residenziale (Origlio, Ponte Capriasca, Lamone, Cadempino, Comano, Cureglia e Vezia), una Collina Sud Residenziale (Collina d'Oro e altre parti di territorio - Pian Scairolo) e il Polo con tutti gli altri comuni (Lugano, Paradiso, Sorengo, Grancia, Massagno e i territori oggetto di pianificazione intercomunale come il comparto di Cornaredo e del Pian Scairolo).

Ragioni economiche e fiscali dietro la decisione - «Nel 2013 non tutti erano d'accordo - sottolinea Borradori -. E nemmeno il modello del Consiglio di Stato era stato gradito. Da quell'11 luglio abbiamo pensato a dei correttivi. E per noi va perseguito il modello iniziale, quello del 2013 con i 16 comuni coinvolti».

Occorrerà tempo - Borradori non nasconde che i tempi saranno lunghi: «Si parte da un orizzonte che va dal 2024 al 2030». Il Sindaco spiega pero' che Lugano ha intenzione di premere sull'acceleratore. Almeno con i comuni più affini : «Ci vogliamo concentrare su un'aggregazione con i comuni più vicini a noi, Paradiso e Massagno, con due comparti importanti come quello della stazione e quello del Campus Supsi. Con loro l'aggregazione non deve avvenire in tempi biblici».

I due Comuni in questione, tuttavia, ad oggi non sono stati informati della decisione e non sono da escludere eventuali perplessità in merito.

Borradori spiega il perché di questa scelta: «Potevamo pensare anche a Grancia, ci sarebbe il Pian Scairolo, ma ci concentriamo su questi due per non rendere pesante la macchina che vogliamo mettere in moto ed accelerare i tempi».

Perché non la soluzione Gobbi? -  «Se si dovesse procedere con la variante 2016 - sottolinea Borradori - ci troveremmo con una situazione negativa per la Città. E noi dobbiamo osare. Altrimenti ci troveremmo ingabbiati con due colline residenziali, un'unica vocazione residenziale e una Città che offre solo servizi, rischiando una disparità fiscale».

Lugano pensa in grande. «Abbiamo grandi progetti che toccano tutta la regione e che vanno ad intersecarsi con tutti i Comuni. Qui siamo un Polo. Perché spezzettare la forza di un Polo quando si deve tendere a rafforzare un'unica regione? Lugano vuole e deve essere una piattaforma di collegamento tra nord e sud».

I timori per il futuro non mancano: «Dovesse fallire il PCA di Lugano, fallirà tutta la politica d'aggregazione del Cantone», prevede Borradori.

Anche per Michele Foletti il progetto è ambizioso: «Con 93mila abitanti e 53mila posti di lavoro saremo una realtà importante anche a livello nazionale. Possiamo disporre di risorse per servizi di qualità da offrire a tutta la regione e pensare allo sviluppo di tutto il Luganese. Lo scenario 2016 di Gobbi apportava oneri fiscali alla Città a solo vantaggio delle colline residenziali. Il Polo non deve assumersi tutti i costi. Per quello l'unica soluzione resta quella del 2013 con la tappa intermedia dei comuni segnalati prima».

Quindi conclude: «Assicuriamo di non aver fatto un ragionamento politico di voti, nella scelta dei comuni, ma tecnico. Perché iniziare con Massagno e non Sorengo? Sorengo non ha le infrastrutture adatte per essere strategiche per la Città».




Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
cerea 3 anni fa su tio
Quindi poi il LAC dovremo pagarlo tutti ? E anche da noi si farà un gioiellino ad immagine e somiglianza del PTL ? Non vedo l'ora di essere "riassorbito" tanto i risparmi non rendono più... :o(
mambo 3 anni fa su tio
Essendo svizzeri e liberi hann0 avuto tutto il diritto di trasferirsi dove volevano !
gigipippa 3 anni fa su tio
Troppi letti freddi... cercasi partners facoltosi, scopo amicizia.
Nicklugano 3 anni fa su tio
@gigipippa Grande gigipippa, condivido pienamente, pur con qualche dubbio sullo scopo... Mi sa che l'unica eventuale alternativa resti l'aumento dei radar... Chiasso insegna
Zagor 3 anni fa su tio
Ottimo. Non c'è altra via, a meno di voler restare ancorati a visioni medioevali basati su entità delle dimensioni di un rione in un sottoquartiere di Milano.
mambo 3 anni fa su tio
Conosco delle persone che quando il loro comune si e"aggregato a Lugano hanno venduto casa e si sono trasferiti ! e pure persone in affitto si sono trasferiti !
Zagor 3 anni fa su tio
@mambo Bene, buon viaggio !!
cerea 3 anni fa su tio
@Zagor Grazie, è esattamente quello che ho fatto circa 2 anni fa. Spero di non aver traslocato inutilmente.
franco1951 3 anni fa su tio
Con Lugano? Mai!!!!
vulpus 3 anni fa su tio
Chiaro che la città miri a fagocitare i comuni benestanti confinanti. I debiti vanno pagati e la città attuale ce la farà tra 100 anni. Il discorsi aggregazioni, come concepito finora va abbandonato.Bisogna attivare delle formule di collaborazione dove è necessario, ma salvaguardare le peculiarità di ogni comune è importatntissimo. Stesso discorso vale anche e sopratutto per il Locarnese. Dove le cose funzionano bisogna lasciarle funzionare.
navy 3 anni fa su tio
...53mila posti di lavoro..............di cui parecchi fittizzi..........ma di questo è meglio non parlare.....
volavola 3 anni fa su tio
...e il miliardo di debito che ha la vecchia Lugano chi lo pagherà?
Sarà 3 anni fa su tio
Anch'io, come moltissimi, se potessi "disgregarmi" da Lugano lo farei subito!
franco1951 3 anni fa su tio
@Sarà ... come ti capisco!
giova70 3 anni fa su tio
@Sarà idem!
GI 3 anni fa su tio
la vedo dura poter pensare di aggregare due comuni come Paradiso e Massagno....che già da molti anni beneficiano dei servizi della città............auguri comunque !
franco1951 3 anni fa su tio
@GI ... che però paghiamo! Qui siamo ancora persone, a Lugano non direi proprio, almeno sentendo certe voci di aggregati che tengono a un'elevata qualità di vita. Purtroppo la maggioranza dei cittadini se ne frega.
GI 3 anni fa su tio
@franco1951 scusa ma, il fatto che paghiate per questi servizi non mi pare fuori di testa. Semmai è la "voracità" della città che non condividerete mai.....per cui dubito che questi due comuni siano d'accordo di aggregarsi !
TOP NEWS Ticino
CANTONE
8 min
Una classe in quarantena al Liceo di Lugano 2
Ieri la misura era stata decisa anche per allievi della Scuola cantonale di commercio
CANTONE
42 min
Coronavirus in Ticino: altri 147 contagi e 15 ricoveri in 24 ore
Negli ospedali ticinesi sono attualmente ricoverate 80 persone positive al coronavirus.
CANTONE
1 ora
Anche il Ticino avrà il suo rumorometro
È iniziata negli scorsi giorni la sperimentazione del congegno che informerà sul livello di rumore generato dai veicoli.
CANTONE
3 ore
Negazionisti ticinesi: ecco come la pensano
Anche in Ticino i Covid-scettici e i "no mask" non mancano. L'esperto Garzoni risponde ad alcuni di loro
MUZZANO
4 ore
«Pesavo 29 chili: così sono ripartita»
Apryl Franchini, 20 anni, ha sofferto di anoressia nervosa. Oggi aiuta chi è confrontato con disturbi alimentari.
CANTONE
16 ore
Vaccino anti-influenzale: la prima fornitura è già esaurita
Nonostante potesse essere prescritto solo ai gruppi a rischio, il primo stock del vaccino è già terminato
VIDEO E FOTO
SOBRIO
18 ore
Giovane si ferisce in una stalla, interviene la Rega
Il ragazzo sarebbe stato colpito da una parete caduta all'interno della struttura.
VIDEO
BELLINZONA
20 ore
È caccia a questa macchina
Si cerca un'Audi A1 scura. Ecco cosa ha combinato in Viale Portone.
BELLINZONA
23 ore
Un'altra quarantena alla Commercio
La misura è stata attuata questa mattina. Lo annunciano DSS e DECS
CANTONE
1 gior
Altri due morti e 256 contagi
Negli ospedali ticinesi ci sono 65 pazienti positivi al coronavirus.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile