LOCARNO / LUGANO
18.08.16 - 12:290
Aggiornamento : 15:14

«Vietare il burkini a Lugano e a Locarno»

Aaron D'Errico contro il costume per donne musulmane: «simbolo dell’ideologia fanatica e pericolosa del fondamentalismo islamico». Mozione simile inoltrata anche a Lugano da parte di Nicholas Marioli

LOCARNO - I timori per i recenti attentati terroristici nel mondo hanno generato uno spauracchio estivo: il burkini. Il costume per donne musulmane, messo al bando in alcuni comuni francesi, diventa argomento di discussione politica anche alle nostre latitudini.

Il leghista Aaron D'Errico, tramite una mozione, porta l'argomento all'attenzione del Municipio. Per il consigliere comunale, infatti, il burkini non è solo un costume da bagno che copre quasi tutto il corpo, è «un simbolo dell’ideologia fanatica e pericolosa del fondamentalismo islamico ed è uno strumento di oppressione che calpesta la dignità delle donne». Per D'Errico il burkini non ha nulla a che vedere con la cultura del popolo musulmano, ma è «indumento ideologico, fondamentalista, retrogrado e barbaro che è incompatibile con i valori fondanti della nostra Nazione».

Il consigliere comunale, insomma, teme per l'incolumità della sua Città «già colpita in modo vergognoso dagli integralisti islamici che in modo indegno hanno provocato il popolo ticinese presentandosi col burqa di fronte al Municipio e si sono fatti beffe delle nostre leggi, sfruttando anche una certa arrendevolezza di talune forze politiche che si ostinano a chiudere colpevolmente gli occhi».

E siccome, attualmente, solo nella piscina comunale di Chiasso è in vigore il divieto di indossare tale costume, D'Errico chiede di estendere i divieto anche all’interno del Lido di Locarno (Centro Balneare Regionale) e di sanzionare chi lo viola con l'espulsione dalla struttura e una multa.

Anche a Lugano - Mozione simile arriva, all'indirizzo del Municipio di Lugano, da un altro esponente della lega dei ticinesi. Nicholas Marioli. Al Municipio il consigliere comunale chiede di modificare il Regolamento organico comunale introducendo il divieto, presso il lido comunale, nei bagni pubblici, nelle piscine delle scuole comunali o in altre adibite per corsi di nuoto, nelle rive di laghi e fiumi, di portare indumenti sotto il costume e di indossare costumi che coprano gran parte del corpo.

TOP NEWS Ticino
LUGANO
9 ore
La photo challenge di Lorenzo: «Fatevi una foto con la scritta»
L'ex pilota di MotoGp in posa con il sindaco Marco Borradori invita i suoi follower a visitare Lugano
LOCARNO
10 ore
L'Astrovia di Locarno? «Da oltre dieci anni abbandonata a se stessa»
Un'interrogazione chiede al Municipio d'intervenire per sistemare il percorso didattico
CANTONE
15 ore
Ecco le località nel mirino del radar
Sono sette i distretti ticinesi in cui sono previsti controlli mobili della velocità
SLOVENIA / SVIZZERA
15 ore
La Slovenia mette la Svizzera sulla lista gialla
Ora è prevista una quarantena di 14 giorni per chi entra nel Paese
FOTO
BELLINZONA
16 ore
Corbaro ha ritrovato la libertà
La Spab si è presa cura del rapace, che ora riprenderà la sua vita nei boschi che sovrastano la Turrita
CANTONE
21 ore
Fine della tregua: riecco la canicola
MeteoSvizzera annuncia una nuova ondata di caldo. Temperature fino a 34 gradi da domani a mercoledì
CANTONE
23 ore
Il Ticino ha tre nuovi casi di coronavirus
Nel nostro cantone il tampone ha dato esito positivo per un totale di 3'449 persone da inizio pandemia.
LUGANO
1 gior
Muffa e umidità: e ti ritrovi in trappola
I guai di una 30enne nel suo appartamento. Ora se ne andrà per questioni mediche. Ma il proprietario non si fa trovare.
GORDEVIO
1 gior
«Le mie vacanze in Kenya per aiutare chi ha bisogno»
Un cuore grande, molta generosità e la voglia d'imparare da chi non ha nulla ma è sempre felice.
FOTO
BREGAGLIA (GR)
1 gior
A soli tre anni alla conquista di un tremila (sulla schiena della mamma)
Si tratta del piccolo Jackson, figlio dell'alpinista inglese Leo Houlding: con tutta la famiglia è salito sul Badile
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile