BELLINZONA
05.05.16 - 10:320
Aggiornamento : 11:05

Ghiringhelli: «l’iniziativa sulla legittima difesa riuscirà»

La consegna delle firme avverrà già il 19 maggio. «Ne mancano circa 800»

BELLINZONA - Il primo aprile scorso era stata lanciata l’iniziativa popolare “Le vittime di aggressioni non devono pagare i costi di una legittima difesa”, e ora il promotore Giorgio Ghiringhelli fa il punto della situazione, a poche settimane dalla consegna delle firme. «Sulle 7'000 firme necessarie per la riuscita dell’iniziativa finora ne abbiamo raccolte circa 6'500, di cui circa la metà già vidimate e valide. Tenuto conto delle firme che potrebbero essere annullate, direi che con circa 800 l’iniziativa potrà considerarsi riuscita».

L’iniziativa propone di adottare una nuova legge in base alla quale lo Stato dovrà assumersi i costi legali a carico di persone assolte nel corso di procedimenti giudiziari per reati commessi in stato di legittima difesa, per essersi difesi da aggressioni o per essere intervenute a difesa di altre persone aggredite.

Anche se il termine ufficiale dell’iniziativa scadrà il 31 maggio, la consegna ufficiale delle firme alla Cancelleria dello Stato è già stata fissata per giovedì 19 maggio. «A questo punto, anche se non v’è ancora la certezza matematica, visto che negli ultimi giorni l’afflusso di firme è in forte aumento, penso di potermi sbilanciare e di poter affermare che l’iniziativa riuscirà» continua il Guastafeste. «Sabato mattina sarò presente alla bancarella in funzione al mercato di Bellinzona, e non è da escludere che per l’occasione il traguardo delle 7'000 firme verrà superato» conclude Ghiringhelli.

 

TOP NEWS Ticino
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile